FERROVIE. ROSSI CONTRO MORETTI: “PENSI A FAR ARRIVARE I TRENI IN ORARIO”

martedì 03rd, dicembre 2013 / 17:56
FERROVIE. ROSSI CONTRO MORETTI: “PENSI A FAR ARRIVARE I TRENI IN ORARIO”
0 Flares 0 Flares ×

Siena – Questione trasporto ferroviario regionale. Ormai siamo ai ferri corti. Il Governatore della Toscana,, Enrico Rossi, ha duramente reagito a quanto dichiarato oggi dall’ad delle Ferrovie, Mauro Moretti, “reo” di aver detto che se i pendolari si lamentano dei ritardi e per i disagi “sbagliano indirizzo, perché bisogna rivolgersi alle Regioni”.

Insomma non si sa di chi è la responsabilità. Un classico all’italiana. Ferrovie dà la colpa alle Regioni e la Regione Toscana dà la colpa alle Ferrovie. Ed in mezzo i pendolari. Il comunicato diffuso dalla Regione Toscana del Governatore Rossi afferma: ” “Quando si è mai visto il fornitore di un servizio polemizzare con il cliente, rivoltarsi contro il committente? Accade solo in presenza di un sistema monopolistico che lo garantisce. Ed è appunto questo ciò che chiediamo allo Stato centrale di rimuovere .E’ questa la reazione del presidente Enrico Rossi alle affermazioni dell’ad delle Ferrovie Mauro Moretti, diffuse oggi dalla agenzie, secondo il quale i pendolari che si lamentano con le ferrovie per i disagi “sbagliano indirizzo, perche’ bisogna rivolgersi a chi fa i programmi di trasporto, cioè le Regioni. Moretti pensi a far arrivare i treni in orario – prosegue Rossi – si prepari a non bloccare i treni nell’eventualità di nevicate e ci rifornisca nei tempi previsti i nuovi treni che abbiamo contrattualizzato. Ci rivolgiamo al governo nazionale, da cui attendiamo ancora le risposte che non abbiamo avuto. Ad esempio ci piacerebbe sapere se il governo intende metterci in condizioni di effettuare una regolare gara pubblica, veramente competitiva per il trasporto regionale. Moretti fa parte di quella classe dirigente che negli ultimi anni ha dedicato tutta se stessa all’alta velocità, abbandonando i treni regionali al loro destino. Mentre le Regioni cercavano di sopperire ai continui tagli del governo e di Trenitalia. Quella classe dirigente che ha assicurato un servizio ottimo e a basso prezzo a qualche decina di migliaia di viaggiatori e un servizio pessimo, per di più con l’aumento di biglietti, a milioni di pendolari. Adesso ci aspettiamo una svolta – conclude Rossi – ma siamo consapevoli che non potrà avvenire dall’Ad di Ferrovie”.

Chi ha ragione? Questa telenovela infinita fatta di disagi e lamentele dei pendolari e liti a mezzo stampa tra Regione e Ferrovie avrà un suo epilogo?

David Busato

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 Email -- LinkedIn 0 Pin It Share 0 0 Flares ×
Consorzio di bonifica
Mail YouTube