CETONA, VIA LIBERA A COTTINI DA PD E AREA CIVICA. A CITTA’ DELLA PIEVE SPUNTANO I PRIMI NOMI PER IL PD. MA …

lunedì 21st, gennaio 2019 / 12:51
CETONA, VIA LIBERA A COTTINI DA PD E AREA CIVICA. A CITTA’ DELLA PIEVE SPUNTANO I PRIMI NOMI PER IL PD. MA …
0 Flares 0 Flares ×

Mentre vanno avanti i congressi di circolo del Pd con il voto sul segretario nazionale e nel territorio si va affermando la candidatura Zingaretti (dopo Chiusi, di cui abbiamo parlato in apposito articolo ieri, anche nell’Unione comunale di Montepulciano il governatore del Lazio ha vinto la contesa con 51 voti su 79, lasciando Giachetti a 8 Martina a 16… ), cominciano a sciogliersi i primi nodi sulle candidature a sindaco.

A Cetona per esempio, il Pd ha ufficializzato quella di Roberto Cottini. Un cetonese di ritorno, nipote di Aldo Giuliacci, storico sindaco contadino del Pci. “Non ho potuto dire di no”, ha dichiarato Cottini, che fa l’avvocato e si è messo dunque a disposizione, raccogliendo subito l’appoggio, non scontato ala vigilia, dell’area civica che fa capo a Marcello Bennati e al suo blog “Armageddon Cetona 2019”.  Ma anche “Cetonablog”, altra voce locale ha fatto il suo endorsement a favore di Cottini, apprezzandone l’approccio. Quel “non potevo dire di no”, come assunzione di responsabilità civica. “Avrò bisogno dell’ idee e del’aiuto di tutti” ha detto Cottini e la stessa sindaca uscente Eva Barbanera, pare pronta a dare una mano, magari come assessore al bilancio, assicurando così a Cottini una certa continuità e un passaggio di consegne non traumatico e graduale.

Rientrato anche lo “stormir di fronda” che in un primo momento l’ipotesi Cottini, ovvero una candidatura esterna, catapultata nella mischia senza sapere bene da chi e da dove, aveva generato. Anche l’ala più strettamente renziana del Pd, quella più critica verso una tale soluzione, si è allineata, per non creare fratture pericolose e non mettere in discussione l’unità del partito, di fronte all’attacco certo della destra fascioleghista, magari in tandem coi 5 Stelle, sull’onda del vento nazionale.

Quindi a Cetona si profila una alleanza di centro sinistra imperniata su Pd e sulla componente civica che cercherà di ottenere garanzie sul programma e magari qualche candidato in lista.

A Città della Pieve l’attivo del Pd del 14 gennaio scorso i nodi non li ha sciolti. Però a questo punto una cosa è certa: Fausto Scricciolo lascia davvero. Non sarà lui il candidato del Pd e alleati (se alleati ci saranno). I tentativi di convincerlo a ricandidarsi non hanno avuto esito, anche perché il giudizio complessivo del partito sull’amministrazione, al di là delle frasi di circostanza è apparso piuttosto freddo. C’è anche chi ha chiesto un “azzeramento totale. E non si sta in paradiso a dispetto dei santi.

Archiviata la figura di Fausto Scricciolo, il Pd dovrà trovare un candidato nuovo, fuori dal novero della giunta, complessivamente “bruciata” da qual giudizio freddo di cui sopra…

Nei giorni scorsi è circolato un nome, subito però sostituito da un altro. Il primo è quello di Michele Gorello, già consigliere comunale e assessore con Fallarino e figura di punta del Terziere Castello. Forse però lo stesso Gorello non ha dato piena disponibilità e così è spuntato il secondo nome: Fausto Chionne, consigliere uscente, segretario del Pd nel capoluogo, con un passato anche nella file di Pieve Nostra, la lista creata da Gianni Fanfano alla fine degli anni ’90. Anche Chionne ha un forte ascendente nell’ambiente dei terzieri, ma a differenza di Gorello, non nel Castello, quanto negli acerrimi nemici del Casalino (suo fratello ne è presidente ed egli stesso è attivo nel sodalizio).

E’ dipendente della Asl 1, settore gestione dati e privacy, quindi sia pure con funzioni tecniche e non mediche, opera nel settore sanitario che è il “terreno rovente” su cui si giocherà buona parte delle campagna elettorale. Politicamente è considerato di area renziana. Un “centrista” lo definisce qualcuno. Di sicuro è pievese-pievese, cioè del centro storico  e si sa che a Città della Pieve le elezioni si giocano sempre anche sul rapporto di forze tra il capoluogo e le frazioni, in particolare Moiano.

Una candidatura Chionne sarebbe in questo senso di continuità con Scricciolo, anch’egli fortemente pievese-pievese, ma segnerebbe anche un cambio di cavallo e di strategia rispetto al mondo dei terzieri… A livello “simbolico” sarebbe un segnale di redistribuzione del potere, dal Castello, quindi dalla nobiltà riconosciuta, al Casalino, cioè al popolo, al “quarto stato”, alla “plebe sempre all’opra china”. Ma se paliescamente parlando, quelli del Casalino sono considerati un po’ gli antisistema, Fausto Chionne appare tutt’altro che un guastatore, una figura antisistema. Non sarebbe segretario di un circolo Pd se lo fosse.  E gli equilibri medievali offrono una lettura fantasiosa e suggestiva degli eventi, ma alla fine tutto si riduce a ciò che offre il convento. Il Pd, a Città della Pieve come altrove, al momento non ha una platea ricchissima da cui pescare…

Quanto a Chionne, il suo passato con Pieve Nostra potrebbe  anche riaprire in qualche modo i giochi delle alleanze, contando magari su Gianni Fanfano nelle vesti del Richelieu di turno, pronto a ricucire strappi e lacerazioni antiche e recenti in nome del “bene comune” che adesso – anche a leggere i suoi commenti sul Corriere Pievese e sui social – sembra essere quello di evitare di regalare il comune agli emuli locali del governo nazionale, che egli si augura venga presto seppellito da una risata…

Magari anche quello di Fausto Chionne è solo un nome gettato sul tappeto per vedere l’effetto che fa e per sondare il terreno, come è successo sulla sponda opposta prima con Fabio Roncella, poi con Giuseppe Noia e Guerrino Bordi. Di cui già non si parla più… Sia a destra che soprattutto sul versante centrosinistra si attende un qualche cenno da Maria Luisa Meo, attuale capogruppo di Pieve di Tutti, che con l’uscita di scena di Scricciolo, potrebbe riallacciare i rapporti con il Pd e tornare a casa.

M.L.

 

 

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 Email -- LinkedIn 0 Pin It Share 0 0 Flares ×
Farida
Mail YouTube