26-30 LUGLIO, FESTA DELLA MUSICA A CHIANCIANO: DAL ROCK A KM ZERO ALL’HIP HOP AUSTRALIANO

martedì 25th, luglio 2017 / 13:16
26-30 LUGLIO, FESTA DELLA MUSICA A CHIANCIANO:  DAL ROCK A KM ZERO ALL’HIP HOP AUSTRALIANO
0 Flares 0 Flares ×

CHIANCIANO TERME – Dopo Chiusi, Rapolano, Ponticelli la carovana rock fa tappa a Chianciano. Da domani al 30 luglio si tiene infatti nella cittadina termale (Parco Fucli-Pala Montepaschi) la Festa della Musica. Altro evento a ingresso gratuito, con possibilità di mangiare in loco. Tra l’altro la “selvaggina in tavola” annunciata dal manifesto è uno dei punti di forza della manifestazione che da anni propone, insieme a buona e buonissima musica anche la possibilità di gustare piatti tipici della gastronomia del territorio. Magari la selvaggina presuppone una piccola deroga alla linea ecologista del Collettivo Fabrica che organizza l’evento. Ma la collaborazione e la sinergia con Arci caccia è preziosa e decisva.  In ogni caso il piatto forte resta la musica e la grande tensostruttura del Pala Montepaschi mette al riparo da possibili capricci del tempo. La Festa chiancianese cche quest’anno diventa maggiorenne, essendo giunta ala diciottesima edizione (mica noccioline), propone, come sempre un mix di generi e di linguaggi musicali e anche di culture. C’è molta Italia, ma anche molto estero. E l’estero che magari non ti aspetti o conosci meno (sotto questo punto di vista): l’Hip Hop drum and bass dell’australiano Dub Fix (Benjamin Stanford) o la Colombia contraddittoria raccontata dagli esplosivi  e ironici Puerto Candelaria, per dire…

Ma andiamo con ordine per entrare nel merito del cartellone. Si comincia domani, mercoledì 26 con un tributo al rock fatto in casa, al rock di produzione artigianale del territorio con tre band che ultimamente si sono fatte apprezzare anche in altri festival. Non ci saranno i chiancianesei Ros annunciati inizialmente, perché parteciperanno a X Factor e non possono fare date prima di allora (hanno dovuto rinunciare anche al  contest di Rock for Life a Ponticelli). In bocca al lupo a Camilla Giannelli e ai suoi compagni d’avventura. Al loro posto, i Bangcok, altra band a km zero. Poi a seguire il funk-jazz-fusion  con digressioni e scorribande nel rock progressive dei virtuosi Greengrocers (Marco Pasquariello, Francesco Poggioni e Lorenzo Ciculi. Tastiere, tromba e batteria) che arrivano da Città della Pieve e Chiusi. Tre giovanissimi, ma già musicisti veri. Infine a chiudere la serata i Dudes (i chiusini Matteo Micheletti, Gianluca Lorenzoni e Andrea Fei e il poliziano Mattia Mignarri), che sabato scorso hanno “spaccato” a Ponticelli, con alcuni brani inediti e una performance robusta, una bella botta di rock italian style, ma di quello duro e puro di una volta. Anche loro con venature e suggestioni che affondano nel progressive anni ’70 e nel rock suonato a volume alto, ma anche con discreta padronanza degli strumenti.

Secondo noi una serata da seguire, per verificare sul campo e in diretta live, la qualità, i progressi, la consistenza dei prodotti del territorio…

Giovedi 27, serata dedicata al rock e pop italiano con due proposte molto interessanti quali Colombre e Canova e poi con Adriano Viterbini, chitarrista tra i migliori in Italia, noto per essere uno dei Bud Spencer Blues Explosion, band  ascoltata negli  anni scorsi a Trasimeo Blues e di grande qualità.

Venerdì 28 sarà di scena l’elettronica con Funk Rimini, con il rap di Millelemmi Aka Lemmi e con i belgi 2Many Djs (David & Stephen Dewaele).

Sabato 28, elettronica a palla e rock italiano con i fiorentini Bow Land, poi con The Monkey Weather, giovane trio indie rock di ispirazione britannica ma di Domodossola, in Piemonte, che poi asceranno il palco a Dub Fix che arriva da Melbourne.

Serata finale domenica 30 luglio, con il ritmo caraibico dei Puerto Candelaria, la più controversa e audace proposta musicale dalla Colombia degli ultimi decenni.
Un’esplosione di suoni che racconta ironicamente, fino allo sberleffo, le assurdità e le contraddizioni della Colombia.

Tutte le sere, dopo la musica live anche l’after show con Dj set e birra a go go. Che dopo la selvaggina aiuta pure la digestione.

 

 

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 Email -- LinkedIn 0 Pin It Share 0 0 Flares ×
, ,
Mail YouTube

Seguici su Facebook

La nostra newsletter

Loading...Loading...