È DI NUOVO LUNEDÌ

lunedì 08th, febbraio 2021 / 11:47
È DI NUOVO LUNEDÌ
0 Flares 0 Flares ×

Quando una settimana è appena finita e una nuova è appena cominciata. Gigi M., whispering words of wisdom.

Settimana friccicorina quella passata. Mentre i sondaggi raccontavano che il 90% degli italiani o non aveva capito i motivi della crisi o non ne aveva capita l’urgenza, il paese poi nell’ordine: ha chiamato a raccolta tutti i santi contro Renzi, scacciato via Conte come una mosca che non sa più volare, osannato Draghi come il nuovo Messia perchè è uno di noi che di soldi ne capisce. Quando l’incoerenza è prerogativa dei politici. Certo è che una santificazione così unanime e repentina, qualche sospetto lo desta.

Tutto ad un tratto, Città della Pieve centro del mondo. I media hanno scoperto la residenza pievese del beato Mario, che però la residenza ce l’ha da una decina d’anni. Ce l’aveva anche quando era presidente della BCE, ruolo assai più prestigioso di un presidente del Consiglio ma non dal punto di vista del gossip, evidentemente. Interviste al macellaio, al giornalaio, alla titolare della lavanderia che esibisce i “pantaloni di Draghi”. Sicuramente non lo sono ma un attimo di fama se non si crea, si distrugge.  Da ridere che Draghi, come tutti i Vip residenti in queste zone, abbia scelto di ritirarsi da queste tranquille parti dove può andare in giro senza che nessuno gli rompa le scatole. Fino alla settimana scorsa.

In Birmania (l’attuale Myanmar), nel frattempo, c’è stato il colpo di Stato. Non frega una frittola a nessuno della Birmania naturalmente, non sappiamo neanche dove sia. I nostri confini fisici e mentali più ambiziosi vanno da Milano a Palermo. Per i restanti egosistemi, il naso non va più in là di Ladispoli o delle mura di Città della Pieve.

E infatti, non il colpo di Stato ha fatto notizia ma il video di un’insegnante di aerobica che , secondo stampa, televisione e migliaia di scommentatori Social, avrebbe continuato incredibilmente a fare la sua lezione mentre dietro sfilavano i mezzi militari, passando così il messaggio di una demente che manco si era accorta del colpo di Stato nel suo paese. In realtà, nel video si vedono degli automezzi circolare sullo sfondo. Solo che mentre noi sapevamo già dell’accaduto, la povera Khing Hnin Waiced lì, al momento, non aveva la più tragica idea. Successivamente intervistata, ha anche dichiarato che di mezzi militari su quel viale che porta al palazzo del governo ne passano tanti e spesso. Il fatto fa riflettere: le immagini rappresentano verità oggettive o relative?

Grazie alle varianti brasiliane a anglosassoni, l’Umbria da oggi è rossa a metà, ma siamo sereni perchè Mario ci salverà. Forse già dal prossimo lunedì

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 Email -- LinkedIn 0 Pin It Share 0 0 Flares ×
, , ,