MONTEPULCIANO, PER GLI AMERICANI IL “NOBILE” TRA I MIGLIORI VINI AL MONDO

venerdì 23rd, novembre 2018 / 19:38
MONTEPULCIANO, PER GLI AMERICANI IL “NOBILE” TRA I MIGLIORI VINI AL MONDO
0 Flares 0 Flares ×

MONTEPULCIANO – Non è chiaro se sia un grande vino che porta il nome della città a fare da traino alla promozione turistica della città stessa, o sia la promozione della città (e del vino) a farne una grande etichetta. Fatto sta che il Vino Nobile di Montepulciano risulta nella Top 100 dei migliori vini del mondo. Per la precisione nella posizione numero 11, che è di tutto rispetto. La classifica è quella stilata dalla rivista americana Wine Spectator. L’etichetta è quella della Riserva 2013 di Carpineto.

Anche un’altra rivista americana specializzata, Wine Enthusiast, inserisce al 65° posto sulle migliori 100 cantine al mondo, la cantina Contucci.  In precedenza era stata la prestigiosissima “Forbes” a incoronare Montepulciano come prima città del vino da visitare, nel mondo, seguita da Montalcino (che non è lontano) e Saint Emilion in Francia. Ciò, ovviamente per l’intreccio indissolubile tra qualità del vino, paesaggio e qualità architettonica e storica della città.

Insomma il Vino Nobile sta sfondando negli Usa. E forse non è un caso, vista la mole di iniziative promozionali messe in campo negli ultimi anni dal Consorzio e anche dal Comune verso il mercato americano. Proprio in questi giorni il sindaco Rossi è negli States, non solo a fare il turista.

Gli ottimi risultati che il Nobile sta ottenendo negli Usa, sono confermati dai dati relativi alla commercializzazione del prodotto: nel 2017 il 78% è stato spedito all’estero. Solo il 22% è stato venduto in Italia. Per quanto riguarda il mercato nazionale le principali vendite si sono registrate in Toscana per il 48%, dato al quale si aggiunge il 17 % delle vendite nelle regioni del Centro. Al Nord è stato venduto il 14% del totale, mentre continua la sua crescita, toccando quota 20 per cento la vendita diretta in azienda. Per quanto riguarda l’estero si assiste a una torta divisa a metà tra Europa e paesi extra Ue. La Germania si conferma il primo mercato del Nobile con il 44,5 per cento della quota esportazioni. Il secondo Paese di riferimento è quello degli Stati Uniti che segnano ancora una crescita rispetto al precedente anno arrivando nel 2017 a superare il 21% dell’export del Nobile. Successo anche per i mercati asiatici ed extra Ue con oltre il 7 per cento delle esportazioni. Il Vino Nobile è apprezzato anche in Svizzera dove raggiunge il 16 per cento.

Naturalmente, per chi non l’avesse ancora ben chiaro, il Montepulciano d’Abruzzo con il Vino Nobile di Montepulciano non c’entra niente. Se ne produce molto di più, ma è un vino diverso. Meno blasonato. E non figura nelle classifiche delle grandi riviste di settore.

Per la cronaca la classifica di Wine Spectator dice che ci sono ben 8 vini italiani nei primi 25 posti della classifica:  al primo posto c’è il Sassicaia Tenuta S. Guido (Bolgheri); al 3° il Chianti Classico La Volpaia; al 9° l’Etna Terre Nere San Lorenzo; all’11° il Nobile di Montepulciano, Carpineto riserva; al 13° il Barbaresco Rabajà Riserva; al 15° il Brunello di Montalcino Canalicchio di Sopra; al 19° il Chianti Classico San Felice; e al 24° l’Antinori Tignanello.  Una bella pattuglia. Il vino poliziano è il buona compagnia: e 6 su 8 sono toscani.

Per gli americani la Toscana deve avere sempre un gran fascino. Amano stare “Under the tuscan sun”, con un bel bicchiere in mano…

 

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 Email -- LinkedIn 0 Pin It Share 0 0 Flares ×
Consorzio di bonifica