SIGNORE E SIGNORI IL GRANDE CICLISMO: LA “STRADE BIANCHE”, CLASSICA DEL NORD IN TERRA DI SIENA E TIRRENO-ADRIATICO IN 4 GIORNI

SIGNORE E SIGNORI IL GRANDE CICLISMO: LA “STRADE BIANCHE”, CLASSICA DEL NORD IN TERRA DI SIENA E TIRRENO-ADRIATICO IN 4 GIORNI
0 Flares 0 Flares ×

I GRANDI CAMPIONI DEL PEDALE SFRECCERANNO A MONTALCINO, SAN QUIRICO, CHIANCIANO, CHIUSI, MOIANO, PIEGARO…

SIENA – Domani sabato 4 marzo si corre nelle terre di Siena la “Strade Bianche 2023”, una corsa che è ormai considerata “la classica del nord più a sud d’Europa”, ovvero una corsa che per caratteristiche, difficoltà e spettacolarità può essere paragonata alla Parigi-Rubaix o al Giro delle Fiandre. Gara con più di 60 km (quasi 64 per la precisione) di sterrato, dove polvere o fango, a seconda delle condizioni meteo, e le insidie legate al fondo spesso imbrecciato sono un avversario in più.

La Strade Bianche è una gara dura, per uomini duri (c’è anche la versione femminile comunque), soprattutto per i più forti. Le ultime 4 edizioni le hanno vinte nell’ordine Alaphilippe nel 2019, Van Aert nel 2020, Van Der Poel nel 2021 e Pogacar nel 2022. Come dire i migliori sulla piazza. Van Aert e Van Der Poel fortissimi anche nel ciclocross. A vincerla due volte, finora solo la “locomotiva” Fabian Cancellara nel 2012 e 2016 e Mikhal Kwiatkowski nel 2014 e 2017.

Partenza e arrivo a Siena, dove per un giorno all’anno, la  stupenda Piazza del Campo vedrà arrivare al traguardo ciclisti impolverati o infangati, invece dei cavalli. Il via è previsto alle 11,40, l’arrivo alle 16,44, dopo un percorso di 184 km con 11 settori di sterrato, per un totale di 63,66 km.  I corridori toccheranno Sovicille, Rosia, San Rocco a Pilli, Murlo, Buonconvento, Montalcino, Torrenieri, Lucignano d’Asso, Ponte d’Arbia, Monteroni d’Arbia, Torre a Castello, Castelnuovo Berardenga, Montaperti, Guistrigona. Ultimo km a Siena città, con la durissima ascesa di via Santa Caterina, prima di entrare in Piazza del Campo passando da via delle Terme e via Banchi di Sotto nel cuore della città del Palio.

In precedenza la salita più impegnativa è prevista a Montalcino. Ma alla Strade Bianche, come dicevamo, più che le salite sono gli sterrati a fare la differenza e a creare problemi ai corridori. Paesaggi mozzafiato che i ciclisti però difficilmente potranno apprezzare dovendo stare attenti a dove mettono le ruote, passaggi in luoghi di battaglie epiche come quella di Montaperti,  “il grande scempio che fece l’Arbia colorata in rosso”, pievi romaniche, cipressi, vigneti e cantine di vini leggendari.

Per quanto riguarda la griglia di partenza e i favoriti, l’edizione 20023 non vedrà alla partenza Tadej Pogacar e Wout Van Aert, per cui il favorito d’obbligo è Mathieu Van der Poel vincitore nel 2021. Ma anche Alaphilppe non verrà a Siena per fare una pedalata di salute… Poi c’è l’inglese Thomas Pidcock, grandissimo nel ciclocross, che avrà in squadra anche Kwiatkowski, altro specialista, ma che non sembra in una condizione tale da poter ambire al podio, per cui è probabile che si metterà a disposizione dell’inglese. E nn sarà un gregario qualunque.

Altri corridori da tenere d’occhio sono senz’altro Tiesj Benoot, trionfatore nel 2018, Quinn Simmons, Pello Bilbao, Matej Mohoric Tim Wellens, Valentin Madouas, l’italiano Alberto Bettiol, Alberto Rui Costa e magari Peter Sagan che ha già annunciato che questa sarà la sua ultima partecipazione alla Strade Bianche e dunque proverà a stupire. Lo spettacolo è assicurato.

Pochi giorni dopo la Strade Bianche le “terre di Siena” e la vicina Umbria saranno percorse anche dalla Tirreno-Adriatico, che comincia il 6 marzo e finisce il 12. La terza tappa Follonica-Foligno di mercoledì 8 marzo vedrà i corridori passare ancora per Montalcino, San Quirico d’Orcia, La Foce, poi per Chianciano, Chiusi. Po’ Bandino, Moiano, Piegaro, Tavernelle, Mugnano, Castel del Piano, Torgiano, Cannara, e Spello. Il passaggio nella zona di Chianciano-Chiusi-Moiano è previsto fra le 13,30 e le 14,15…

La tappa è lunga: 216 km, ma senza grandi asperità: le più difficili sono il “Passo del lume spento” nei pressi di Montalcino (631 m s.l.m), e La Foce (551 m), ma da Chianciano in poi, tranne la breve lieve ascesa a Chiusi città, con relativa discesa seguente fino a Chiusi Scalo, tutta pianura fino a Foligno. Tappa dunque adatta ai velocisti.

La Tirreno-Adriatico è la corsa a tappe che di fatto apre la stagione ciclistica in Italia. Come la Strade Bianche che è una corsa di un giorno, vede al via campioni assoluti come lo sloveno Tadej Pocacar che ha scelto la “due mari” per prepararsi al meglio alla Milano-Sanremo. Pogacar ha trionfato nel 2021 e nel 2022 e sicuramen te cercherà il tris, che sarebbe storico: L’ultimo a vincere questa corsa per tre anni consecutivi è stato il primatista assoluto di vittorie, il belga Roger De Vlaeminck, che si impose in 6 edizioni di fila dal 1972 al 1977. Al via molti dei campioni più noti a livello internazionale, compresi alcuni che saranno di scena anche alla Strade Bianche: come Pidcock, Bettiol, Alaphilippe, Simmons… poi Caruso, Landa, Ganna, Pinot, Gareint Thomas, Adam Yates, Roglic, Hindley, Kamna, Kelderman, Van Aert, Gaviria, Barguil, Ciccone, Theuns, Formolo, Almeida, Mc Nulty…  Un bel parterre insomma.

La corsa parte lunedì 6 marzo da Lido di Camaiore in Toscana con una tappa a cronometro e si concluderà con la settima tappa, domenica 12 a San Benedetto del Tronto, nelle Marche. La prima Frazione è contro il tempo a Camaiore, la seconda Camarioree-Follonica (210 km), la terza Follonica-Foligno (216), poi  la quarta Greccio-Tortoretoe, la quinta Morro d’Oro-Sarnano Sassotetto (le più difficili dal punto di vista altimetrico), infine la sesta, che sarà tutta un saliscendi con qualche “muro” da scalare intorno ad Osimo e il gran finale a circuito a San Benedetto del Tronto con inizio complicato poi tutta pianura.

Gli appassionati di ciclismo di questo territorio hanno dunque due occasioni ghiotte a distanza di 4 giorni l’una dall’altra (Strade Bianche e terza tappa della Tirreno-Adriatico) per vedere all’opera i campioni del pedale sulle strade di casa. Segnatevi gli orari.

m.l,

 

 

 

 

 

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 Email -- LinkedIn 0 Pin It Share 0 0 Flares ×