CITTA’ DELLA PIEVE, IL PALIO E’ DEL CASTELLO

CITTA’ DELLA PIEVE, IL PALIO E’ DEL CASTELLO
0 Flares 0 Flares ×

CITTA’ DELLA PIEVE – Il Palio è del Castello. Gli arcieri neroverdi del  terziere “nobile” hanno battuto i contendenti, totalizzando 129 punti (Alessandro Tittocccha 45, Francesco Cesaretti 45, Alessandro Cini 39). Il Terzere Casalino si è fermato a 120 (Roberto Chionne 30, Nicola Capoccia 45, Michele Sorbino 45), il Borgo Dentro a 117 (Gabriele Mezzetti 33, Michele Pulito 45, Roberto Massarelli 39).

Ben due arcieri del Castello, due del Casalino e uno del Borgo Dentro hanno totalizzato 45 punti, segno inequivocabile di una gara equilibrata con tiratori di livello molto alto.

Il Terziere Castello conquista il suo ventitreesimo palio su 47 edizioni. Il Casalino è a quota 15, il Borgo a 7. Nel ’74 seconda edizione la gara fu sospesa e il palio non assegnato, nel 2011 il Palio fu assegnato con grandi polemiche al Casalino e nel 2012 il Borgo Dentro che si riteneva vincitore del Palio dell’anno precedente non partecipò alla sfida.

Nel 2020 e 2021 il Palio non si è tenuto causa pandemia, questo del 2022 era dunque il Palio della ripresa, e la ripresa c’è stata, alla grande, anzi alla grandissima non solo ieri, giorno di Palio, ma per tuta la settimana con le iniziative collaterali nei terzieri e dei terzieri: folle oceaniche e qualità elevata, come sempre, dell’offerta, sia dal punto di vista dello “spettacolo”, sia da quello mangereccio…

Anche ieri il Corteo Storico non ha tradito le attese; più di 800 figuranti, con una cura dei particolari che non si vede neanche a Siena e vere e proprie “chicche” come i carri e le allegorie che richiamavano famosi dipinti rinascimentali. Cose molto belle a vedersi che presuppongono non solo cura, ma anche studio, ricerca. Sotto questo aspetto il Palio pievese si conferma come una delle rievocazioni storiche più suggestive e più rigorose, oltre che ben fatta.

Come sempre, ma quest’ìanno forse ancora di più il Palio dei Terzieri a Città della Pieve ha letteralmente “svuotato” i paesi limitrofi e ha richiamato nella città del Perugino, vestita come ai tempi del Perugino, anche frotte di turisti e visitatori anche da Roma, Firenze, Arezzo…

La voglia di palio, la voglia di ripresa e di festa, dopo gli anni segnati dal covid ha fatto la differenza. E a Città della Pieve il palio lo vince un terziere, la la festa è di tutti e lì vincono sempre tutti…

 

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 Email -- LinkedIn 0 Pin It Share 0 0 Flares ×
Mail YouTube