CHIUSI E MONTEPULCIANO, L’ISTITUTO SUPERIORE VALDICHIANA VARA LA “CLASSE DIGITALE” E SBARCA NEL FUTURO

CHIUSI E MONTEPULCIANO, L’ISTITUTO SUPERIORE VALDICHIANA VARA LA “CLASSE DIGITALE” E SBARCA NEL FUTURO
0 Flares 0 Flares ×
CHIUSI – Nei giorni scorsi è stata presentata a Chiusi a studenti, genitori e professori, la nuova “classe digitale” dell’Istituto Superiore Valdichiana, indirizzo Informatica e Telecomunicazioni. L’incontro è stato introdotto dal… robot NAO il quale ha anche illustrato  il futuro laboratorio di robotica applicata.
La notizia è curiosa. Ma è anche una buona notizia. Perché ci dice che anche in questo territorio la scuola (alcune scuole) provano a stare al passo coi tempi a guardare avanti, al futuro. Anche se il futuro è già qui, è il “presente”. E l’introduzioe a cura di un robot lo conferma. Nao (foto) è già attivo in varie scuole della Toscana. A Chiusi e Montepulciano, a Foiano della Chiana per esempio, per rimanere in zona.
Ma cos’è la classe digitale? E’ una classe con monitor touch e Ipad per ogni studente. Ognuno, infatti, avrà a disposizione un device Apple per le proprie attività di didattiche, un compagno di studio che accompagnerà i ragazzi per i 5 anni di scuola: “Ipad e Pencil per studiare e formarsi come giovani professionisti. Gli Ipad, gestiti dalla scuola in “ambiente protetto”, garantiranno a tutti gli studenti i requisiti di sicurezza, privacy ed accessibilità necessari.
Grazie all’impegno della Scuola, capofila del progetto per la Toscana, che ha tra l’altro garantito la necessaria copertura assicurativa, alla disponibilità di docenti, studenti e famiglie, e al supporto di Apple e di R-Store Apple Premium Reseller, il progetto di classe digitale sarà realtà e potrà in futuro coinvolgere altre classi delle sedi di Chiusi e Montepulciano”, spiega il preside prof. Sergio Marra ribadendo “la volontà dell’Istituto di proseguire nell’impegno di investire risorse significative per rendere l’IIS Valdichiana punto di riferimento per il territorio e l’intera provincia per l’innovazione e la formazione”. 
Presenti all’incontro di presentazione della classe digitale anche i neo assessori Maura Talozzi e Mattia Bischeri, che hanno rispettivamente e deleghe all’Istruzione ed alla Cultura del Comune di Chiusi. e hanno sottolineato “la totale sinergia tra l’Ente Comunale e l’istituzione Scolastica “Valdichiana” assicurando particolare attenzione allo sviluppo dell’Istituto come patrimonio del territorio chiusino”.
Quello del rilancio delle scuole superiori, attraverso nuovi indirizzi e nuove iniziative è senza dubbio una delle priorità più impellenti, almeno per Chiusi, che negli ultimi due decenni ha visto calare drasticamente l’appeal delle scuole esistenti e anche il numero di studenti.  Iniziative innovative come quella della “classe digitale” (che può diventare scuola digitale) possono aiutare a risalire la china. Sempre che tali iniziative non si rivelino specchietti per le allodole e mere operazioni di marketing delle aziende che producono Ipad e strumentazioni informatiche. Il rischio, in questi casi c’è ed è sempre molto alto.
0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 Email -- LinkedIn 0 Pin It Share 0 0 Flares ×