CHIANCIANO: ADDIO A BRUNO CROCIANI, EX ASSESSORE ED ECCELLENTE BATTERISTA

mercoledì 23rd, giugno 2021 / 09:42
CHIANCIANO: ADDIO A BRUNO CROCIANI, EX ASSESSORE ED ECCELLENTE BATTERISTA
0 Flares 0 Flares ×
CHIANCIANO TERME – Lutto nella politica, nella sinistra e nella comunità chiancianese. E’ morto Bruno Crociani. Aveva 67 anni ed era stato per un decennio, negli anni ’80, assessore prima alla cultura poi all’urbanistica al comune di Chianciano, per il Partito Comunista. Poi come molti altri, deluso e amareggiato dalla piega degli eventi, si era dedicato ad altro…
Ecco di seguito il ricordo che ci ha inviato Paolo Giglioni, segretario del circolo Pd di Macciano, Chiusi, ma chiancianese d’origine e amico da sempre di Bruno:
“Sembra passato un secolo da quando Bruno era assessore, rimane però sempre vivo il buon governo operato da quelle giunte, di cui Bruno è stato un protagonista. Iniziammo insieme ad altre ragazze e ragazzi un percorso politico pieno di valori, di principi ragionati, di ideali ma soprattutto di passione politica. Potrà apparire scontato che questa passione avesse un fondo rosso come la parete della Sede della FGCI locale ma era l’intensità del nostro impegno e la profondità dei nostri sentimenti politici. Veniva da una famiglia di lavoratori, in un luogo come il Centro Storico di Chianciano dove vi era la memoria e la condizione sociale in cui la Sinistra o meglio il PCI aveva le proprie radici. Non era un caso che per le elezioni comunali e non solo si aspettassero i risultati di tale luogo come la certezza della vittoria. Ebbene lui era figlio di questo mondo fatto di lavoro, di sacrifici ma anche di impegno culturale. Un luogo fatto di pochi fronzoli (come si dice a Chianciano) in cui l’Edonismo era rigettato con forza, si andava sempre al sodo delle questioni e da lì che partiva la schiettezza e l’ilarità dei Chiancianesi, il non prendersi troppo sul serio, ripeto senza tanti fronzoli. Brunicchio, come lo chiamavamo, ne era un degno rappresentante con le sue asperità,  ma con le sue passioni, in primis la musica, il Jazz come luogo di ricerca e di studio come la batteria che suonava! Era bravo, molto bravo, insegnava ai ragazzi. Anche lì non c’erano fronzoli, come tutta la tua vita! Ciao Bruno”.
Sì Bruno Crociani era un eccellente batterista. Nel 2010 partecipò con la sua band, gli OLd LP, allo spettacolo teatrale “Bisogna saper perdere” allestito da Primapagina, con Gianni Poliziani, Francesco Storelli e Luca Morelli… Era uno spettacolo sulla scoperta del rock in una realtà di provincia periferica, sonnacchiosa, come erano tutti i paesi della Valdichiana e Bruno si divertì a guidare quella cavalcata scandendo il ritmo sui brani di Bob Dylan, ma anche dei Led Zeppelin, dei Creedence, o dei Dire Straits… Era anche lui  di quella generazione che ha provato a cambiare il mondo e non c’è riuscita, ma non si è fatta cambiare ed ha ascoltato e suonato bellissime canzoni. Quello spettacolo lo sentì come un viaggio anche suo… Era un ragazzo che come noi amava  Beatles e i Rolling Stones, a cui piaceva anche la politica, ma non quella dei politicanti, quella che è solo far carriera…
Negli ultimi anni Bruno, detto anche “Pifànio” ha combattuto contro la malattia e purtroppo ha perso… Ora litigherà lassù con Betto Angeli, Luigi Moni e altri chiancianesi spigolosi che se ne sono andati troppo presto e che furono protagonisti di quella medesima stagione. E…  siamo sicuri, continuerà anche a suonare la batteria, ovunque si trovi, anche nelle praterie di Manitù…
m.l.
Nella foto: Bruno Crociani (a destra) in una trasmissione televisiva… 
0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 Email -- LinkedIn 0 Pin It Share 0 0 Flares ×