TRASIMENO BLUES, IL RITORNO DI ANA POPOVIC

TRASIMENO BLUES, IL RITORNO DI ANA POPOVIC
0 Flares 0 Flares ×

CASTIGLIONE DEL LAGO – Dal 25 luglio al 3 agosto torna Trasimeno Blues, il festival itinerante sulle rive dal lago umbro. Non è più quello di un temo che ha portato a Castiglione del Lago, Passignano, San Feliciano, Città della Pieve o Tavernelle artisti del calibro di Johnny Winter, Jack Bruce, Doctor John, Robin Trower, Robben Ford, Eric Sardinas o come i Canned Heat e la band originale di Janis Joplin…  Il tempo passa, molti degli artisti citati non sono più tra noi, i soldi non sono più quelli di qualche anno fa. Ma già il fatto che Trasimeno Blues in qualche modo resista e ci sia ancora è un fatto rilevante. Onore al merito a Gianluca Di Maggio che lo ha portato avanti per qualche decennio e ancora è sul pezzo. Non è più il festival di qualche anno fa, ma Trasimeno Blues resta una rassegna che anima piazze e piazzette, spiagge, locali e luoghi ameni con musica di qualità che poi è il blues, ovvero la musica dell’anima. Sia che la suonino artisti provenienti dal delta del Mississippi, da Menphis o da Chicago o più semplicemente artisti europei e italianissimi. Non fa molta differenza.

E comunque due o tre concerti degni di segnalazione, a nostro modestissimo avviso ci sono anche quest’anno: Sabato 27 luglio a Castiglione del Lago in piazza Mazzini ore 18,00, suona la band di Rowland Jones, che è un musicista inglese che ha vissuto per anni a Paciano. E’ un bluesman sopraffino. Sicuramente da ascoltare.

La stessa sera, alla Rocca Medievale sarà sul palco Ana Popovic. La chitarrista serbo-olandese è una presenza “storica” di Trasimeno Blues, ma anche una delle blueswomen più importanti del panorama europeo. Fisico prorompente, carica emotiva dirompente, chitarra tagliente come poche altre. Sempre un piacere. E i 12 euro del biglietto sono una cifra abbordabile

Il festival si alterna tra Castiglione del Lago, Passignano, Tuoro/Vernazzano dove toccherà alla Treves Band chiudere la rassegna. Anche Fabio Treves è un habituèe del festival itinerante umbro, ma è anche uno dei migliori bluesmen italiani, da decenni. Insomma un apuntamento dell’estate che abbiamo temuto diperdere e che invece, resiste, stoicamente, eroicamente. Qui il programma completo della manifestazione.

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 Email -- LinkedIn 0 Pin It Share 0 0 Flares ×
Consorzio di bonifica