CITTA’ DELLA PIEVE: I CIRCOLI LANCIANO ZINGARETTI, MA IL PD NON C’E’ PIU’

mercoledì 23rd, gennaio 2019 / 10:54
CITTA’ DELLA PIEVE: I CIRCOLI LANCIANO ZINGARETTI, MA IL PD NON C’E’ PIU’
0 Flares 0 Flares ×

CITTA’ DELLA PIEVE –  Mentre in piazza e nei bar circolano i nomi dei possibili candidati sia per il Pd e alleati, sia per l’eventuale listone “tutti contro uno” (sempre che chi e ha lanciato l’idea riesca a metterlo in piedi, cosa non scontata, né facile), dal 17 al 21 gennaio si sono svolti i congressi nei 6 circoli Pd, con votazione sul segretario nazionale del partito.

Hanno partecipato in tutto 68 iscritti. Ha vinto Zingaretti con 29 preferenze. Al secondo posto Martina con 16, poi Giachetti 14, Corallo 3, Boccia e Saladino 0. Tre le schede bianche, nessuna scheda nulla. Votanti 68, voti validi 65.

Nel dettaglio, circolo per circolo, a Città della Pieve centro è finita 7-6 tra Zingaretti e Giachetti, con Martina fermo a 2,Corallo a 1. La componente renziana nel centro storico ha ancora qualche aficionado…  Totale partecipanti al voto 16 militanti.

A Moiano invece ha vinto Martina sempre 7-6 su Zingaretti, con Giachetti a 2 e Corallo 1. Più una scheda bianca: 17 votanti.

A Maranzano hanno votato in 2: 1 voto a Zingaretti e una scheda bianca.

Po’ Bandino ha visto prevalere  ancora Zingaretti con 7 voti; Dietro, Martina 5, Giachetti 2 e una scheda bianca. Votanti 16.

A Ponticelli hanno votato in 7. E ha vinto Giachetti con 3 preferenze. Zingaretti ne ha prese 2, Martina e Corallo 1 a testa.

Punteggio tennistico invece a San Litardo dove Zingaretti ha battuto 6-1 sia Martina che Giachetti. Votanti 8.

Questi i numeri, che sono numeri piccoli assai. E per il Pd, partito di maggioranza, non è certo un bel segnale. A pochi mesi dalle elezioni comunali, con il partito impegnato nella scelta delle candidature, ha partecipato praticamente un… condominio. Perché 68 persone non possono dirsi espressione di un partito di massa.  In nessun circolo i votanti sono arrivati a 20…

Per il Pd è un deprofundis. I voti all’uno o all’altro per la segreteria nazionale, a questo punto sono solo un dettaglio di secondo piano. Quasi ininfluente. L’unico dato che emerge è che non c’è sintonia, come del resto non c’è mai stata, tra il partito del capoluogo e quello della ex Stalingrado dell’Umbria, ovvero Moiano. La roccaforte storica della sinistra. Nella frazione della famosa “Casa del Popolo”, della Bomba fascista del ’74, della cellula Br e di tanti sindaci da Sacco a Fonti, da Giovagnola a Manganello, quei pochi che si sono espressi hanno premiato l’attuale segretario Martina, non il “nuovo che avanza” Zingaretti, indicato da molti come l’unico in grado di riportare il Pd s una strada più marcatamente di sinistra rispetto al recente passato. 

I numeri del “congresso nei circoli” sono una fotografia impietosa dello stato del Pd pievese. Uno stato quasi comatoso. Tant’è che il partito non ha nemmeno confermato o smentito le voci e le notizie di stampa sulle possibili candidature. Non ha avuto reazioni, è rimasto silente e assente. Come tutti gli altri, ma per gli altri è più comprensibile. E’ chiaro che stiano tutti aspettando la prima mossa da parte del partito di maggioranza e del sindaco uscente prima di fare le proprie.

Altro dato certificato dal voto dei circoli è che l’onda renziana che nel 2014 portò alla “rottamazione” di Manganello e alla vittoria alle primarie e poi alle elezioni di Fausto Scricciolo, è finita, archiviata, salvo una piccola sacca di resistenza nel centro storico dove si era avvicinata al Pd anche gente di tradizione e cultura politica diversa da quella comunista.

Certo che se nemmeno le elezioni amministrative alle porte fanno salire l’asticella della partecipazione e se nel partito di maggioranza solo una manciata di iscritti si mostra interessata a chi sarà il segretario nazionale, il Pd è veramente ridotto male. O forse molti tra gli stessi militanti hanno archiviato insieme al renzismo anche il Pd nel suo complesso?

 

Nelle foto: la Casa del Popolo di Moiano.

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 Email -- LinkedIn 0 Pin It Share 0 0 Flares ×
Consorzio di bonifica