MONTEPULCIANO, DA PERLA DEL ‘500 A… DISNEYLAND? TRE MEGAPOSTEGGI A RIDOSSO DEL CENTRO STORICO, BUS TURISTICI E MOLTE POLEMICHE

lunedì 16th, ottobre 2017 / 17:56
MONTEPULCIANO, DA PERLA DEL ‘500 A… DISNEYLAND? TRE MEGAPOSTEGGI A RIDOSSO DEL CENTRO STORICO, BUS TURISTICI E MOLTE POLEMICHE
0 Flares 0 Flares ×

MONTEPULCIANO –  La città del Poliziano è definita, anche dagli storici dell’arte “la perla del ‘500”. E’ una prova d’artista collettiva in cui si cimentarono i migliori architetti del Rinascimento. Diciamo tutte la archistar dell’epoca: da Baldassarre Peruzzi al Vignola, da Ippolito Scalza ad Antonio da Sangallo. E’ di sicuro uno degli esempi più rilevanti dell’architettura rinascimentale d’Italia. E siccome il Rinascimento è soprattutto fenomeno italiano, del mondo.

E’ la città più importante e più grande della Valdichiana senese. Da qualche anno è anche la città più “turistica”, grazie anche al vino Nobile, anch’esso tra le etichette più blasonate della penisola e ad una serie, quasi infinita di fiction tv, film e spot pubblicitari di produzione nazionale e internazionale.

In certi periodi Montepulciano fa fatica a contenere il flusso turistico. Quello dei posteggi è un problema serio. Tanto più che la città ha una conformazione urbanistica inconsueta, con la piazza principale in cima al colle e non in fondo a fare da “conca”, da bacino di raccolta.  E’ una città in salita. Bella. Anzi bellissima, ma scomoda.  I posteggi servono, indubbiamente. E il Comune sembra intenzionato a risolvere il problema.

Sul sito del Comune ci sono tre avvisi per “manifestazione di interesse” relativamente proprio a tre progetti per altrettanti parcheggi. Solo che tutti e tre i progetti non convincono del tutto e suscitano perplessità e, soprattutto in un caso anche una decisa opposizione da parte di cittadini e appositi comitati di protesta. Il progetto più contestato (ma forse perché semplicemente più noto) è quello del Bersaglio, dove l’Amministrazione vuol realizzare un posteggio pluripiano interrato (3 piani) in luogo dell’attuale parcheggio/piazzale, per un totale di 240 posti auto. A destare apprensione e proteste è soprattutto lo “scasso” che verrà effettuato sulla collina, con alterazione della vista da sud ovest e eliminazione delle alberature esistenti tra cui alcuni cipressi quasi centenari… Il posteggio che si trova a poca distanza (sotto) la Chiesa di Santa Maria e le storiche Cantine Gattavecchi, che a loro volta si trovano sotto la Fortezza Medicea, è definito da chi lo contesta come “esagerato e inutile”. L’area in cui dovrebbe sorgere è quella della foto. In basso l’attuale posteggio.

Dovrebbe essere ancora più grande il posteggio da realizzarsi in piazza Don Minzoni (la vecchia autostazione, sotto al muso di Viale Sangallo, la principale strada di accesso alla città: 300 posti auto e almeno 15 posti moto, anche questi interrato e su 4 piani.  Attualmente la piazza Don Minzoni è utilizzata come
parcheggio per  66 posti auto, parte a parcometro, parte liberi e parte in uso alla locale caserma Guardia di Finanza, ubicata nella stessa Piazza. Sono inoltre presenti ulteriori 50 posti auto a parcometro sull’adiacente Via Sangallo. “L’area oggetto dell’ intervento  si legge nell’avviso comunale – è ubicata in zona sottoposta a vincolo paesaggistico di cui all’art. 136 del D.Lgs 42/2004.il parcheggio interrato multipiano potrà prevedere una sola parete aperta verso valle, da trattare con uso di materiali di finitura idonei al contesto di riferimento e con copertura
vegetazionale. Il Piano raso su Piazza Don Minzoni dovrà essere ceduto al Comune di Montepulciano che lo utilizzerà per ubicarvi, con propri parcometri, le auto parcheggiate lungo Viale Sangallo. Gli altri piani interrati saranno oggetto di gestione diretta da parte del proponente per un numero proporzionato al costo dell’investimento.
All’interno dei piani interrati da destinare a parcheggio potrà essere prevista anche la realizzazione di box auto chiusi o di locali da destinare a magazzini nel rispetto della normativa antincendio. Dovrà essere prevista la presenza di idonei collegamenti verticali interni(scala e ascensore) in numero tale da rispettare le normative in essere e, comunque, in numero non inferiore a 2. Almeno uno dei due blocchi verticali dovrà collegare direttamente il livello del Viale Sangallo. Numero dei piani: fino ad un massimo di 4 seminterrati, compatibilmente con
la fattibilità geologica dell’area. Ulteriori interventi: (…) riposizionamento dei volumi attualmente esistenti e destinati ad ufficio turistico e bagni pubblici. L’ufficio turistico dovrà essere accessibile dalla quota di Viale Sangallo, mentre i bagni pubblici dovranno essere realizzati al piano inferiore, sull’attuale livello di Piazza Don Minzoni, con accesso anche da Viale Sangallo. Resta inteso che i predetti volumi dovranno essere ceduti gratuitamente all’Amministrazione Comunale.” Prevista anche la pavimentazione della piazza Don Minzoni, la sistemazione della viabilità per consentire un facile accesso…

Il terzo intervento  è previsto in zona Collazzi, dove attualmente c’è un posteggio sterrato. L’idea è quella di realizzare un altro grande posteggio per circa 180 posti, di cui 100 a pagamento e 80 liberi, con impianto di risalita verso piazza Grande. In questo caso si tratta di un posteggio a raso, scoperto. In un’area particolarmente panoramica. Per questo motivo il Comune chiede anche opere di mitigazione dell’impatto e uso di materiali idonei compatibili con il contesto…

Per tutte e tre le opere i termini di presentazione delle offerte, da parte di operatori privati interessati scadono il 31 ottobre.

Nel complesso si parla di oltre 700 posti auto. Tutti nelle immediate vicinanze del centro storico. Troppo vicini, secondo alcuni, che intravedono il rischio di trasformare Montepulciano in una sorta di San Marino della Valdichiana. Una “perla” trasformata in una cartolina ad uso e consumo di turisti mordi e fuggi. Meglio sarebbe – dicono in molti – prevedere dei grandi posteggi anche a silos in periferia, nella zona a valle e poi attivare delle navette…

I tre progetti prevedono sbancamenti, svuotamenti della collina, terrazzamenti con cambio o eliminazione della attuale vegetazione, a ridosso della mura del centro storico e di comparti delicati. Questo crea timori, perplessità, dubbi. Compreso quello che i progetti citati possano solleticare gli appetiti di imprese senza scrupoli cui interessa solo la speculazione.

E anche quando si parla di “navette” però si intende un servizio pubblico gratuito o con il costo compreso nel prezzo del parcheggio e non quei bus turistici elettrici rossi, che hanno cominciato a viaggiare da qualche giorno. Fanno tanto San Marino, appunto, però costano di biglietto 8 euro per gli adulti e 6 euro per i bambini…

Il sindaco Andrea Rossi sembra voler spingere decisamente sull’acceleratore su questi temi, vuole lasciare un segno del suo passaggio (è al secondo mandato e potrebbe rimanere in carica solo in forza della fusione con Torrita di Siena), ma secondo il Comitato Il Bersaglio e altri cittadini piuttosto scettici e in qualche caso anche incazzati per questa mole di servizi alle automobili, sta rischiando di snaturare l’immagine e la struttura urbanistica storica di Montepulciano, facendo veleggiare la “Perla del ‘500” verso un futuro che richiama più Disneyland e Mc Donald’s che non il tratto e lo stile dei grandi architetti del Rinascimento che la disegnarono e la vollero così, come possiamo apprezzarla ancora oggi. Loro sì, per lasciare un segno indelebile del proprio passaggio. De resto Montepulciano è sempre stata una città medicea e fiorentina in terra senese. E i Medici, per fare un dispetto a Siena pagavano bene…

Questa sera al teatro Concordi di Acquaviva è in programma la presentazione del Nuovo Piano Operativo. Molti contestano all’Amministrazione di aver fatto poca informazione. Di aver lavorato sottotraccia, escludendo i cittadini dal confronto. Probabile che stasera, qualcuno la questione mega-posteggi la tiri fuori…

m.l.

 

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 Email -- LinkedIn 0 Pin It Share 0 0 Flares ×
, ,
Mail YouTube

Seguici su Facebook

La nostra newsletter

Loading...Loading...