ALTRI DUE MORTI PER COVID IN VALDICHIANA: UNO A MONTEPULCIANO E UNO A SARTEANO, QUEST’ULTIMO NELLA CASA DI RIPOSO. E ADESSO NELLA STRUTTURA E’ ALLARME ROSSO

ALTRI DUE MORTI PER COVID IN VALDICHIANA: UNO A MONTEPULCIANO E UNO A SARTEANO, QUEST’ULTIMO NELLA CASA DI RIPOSO. E ADESSO  NELLA STRUTTURA E’ ALLARME ROSSO
0 Flares 0 Flares ×

Ancora due morti. Uno a Montepulciano e uno a Sarteano. Il Covid 19 continua a mietere vittime anche in Valdichiana. Il cittadino poliziano deceduto era ricoverato ad Arezzo. Aveva 85 anni. A Sarteano invece è deceduto un ospite della Casa di Riposo Comunale. Entrambi erano risultati positivi al test sul coronavirus.

Il caso di Sarteano apre uno scenario preoccupante, perché adesso tutti gli ospiti della Rsa e gli stessi addetti sono da considerarsi a rischio.

Lo ha detto proprio stamattima il presidente del Consiglio Superiore di Sanità, Locatelli, che le Rsa e Case di Riposo sono tra gli ambienti  più delicati e più a rischio di contagio, perché all’interno di tali strutture si trovano persone per lo più anziane e già “fragili” dal punto di vista dello stato di salute. Molte con più patologie.

Adesso, come ha detto il sindaco di Sarteano Landi, “il tema  è arginare il contagio con precauzioni e un protocollo ancora più stringente rispetto a quello adottato fino ad ora in Casa di Riposo dall’inizio dell’emergenza”. Landi spiega che “è già stata avviata l’indagine epidemiologica e sono stati già richiesti i tamponi, sia per tutti gli ospiti (stiamo provvedendo ad informare adesso i familiari) che per i dipendenti, sia quelli in servizio che quelli a casa in malattia. Tutti i tamponi saranno effettuati nel pomeriggio di oggi 27 marzo”. In attesa degli esiti il sindaco fa sapere che “si è provveduto a riorganizzare gli ospiti in base alla presenza o meno di sintomi e ricordato a tutto il personale di adottare il massimo delle misure di precauzione, soprattutto all’esterno della struttura e al rientro in famiglia”.

Come è successo a Chiusi con i primi casi di contagio nelle scuole elementari e nell’asilo nodo, anche la Casa di riposo di Sarteano può diventare un “moltiplicatore” di contagi. Il fatto che possa diventarlo e che il rischio sia forte, non vuol dire che lo diventi, le misure adottate sono molto stringenti e puntuali e gli stessi addetti da giorni usano tutte le precauzioni del caso… Ovvio che adesso l’attenzione dovrà essere massima e che non ci dovranno essere leggerezze o deroghe.

Vicinanza ai sindaci di Sarteano e Montepulciano e alle famiglie degli scomparsi è stata espressa già in queste ore, dai sindaci dei comuni limitrofi e da molti cittadini sui social.

I segnali incoraggianti citati ieri nella diretta del sindaco di Chiusi e confermati questa mattina dalla conferenza stampa del Consiglio Superiore di sanità, subiscono una immediata doccia fredda. E anche il segnale che non si deve in alcun modo abbassare la guardia, perché la guerra è ancora nella sua fase violenta.

virus, questo si è capito – e tutti gli scienziati e operatori che sono in prima linea  lo confermano – è pericoloso, pericolosissimo, per le persone di età avanzata e già soggette a più patologie. Il presidente del CSS ha infatti sottolineato che più dell’80% dei deceduti è over 70, con letalità più alta tra gli over 80. E oltre il 50%di essi aveva almeno altre tre o più patologie importanti. Però è anche evidente che il COVID 19 se non è stato la causa unica della morte è stato senza dubbio un fattore determinante.

Tutto ciò non vuol dire che muoiono solo i vecchi, come ha detto il presidente del Brasile Bolsonaro e come ipotizzava il premier britannico Boris Johnson, risultato positivo pure lui… Muoiono, soffrendo molto, anche persone più giovani, come i tanti medici e operatori sanitari che hanno contratto il virus e hanno perso la vita lavorando per salvarne altre…

Il coronavirus non guarda in faccia nessuno, probabilmente è molto più diffuso di quanto dicano i dati finora emersi. C‘è sicuramente una quota elevata di contagiati asintomatici e latenti non ancora “censiti” e certificati con tampone.

Per avere un quadro più esaustivo e chiaro bisognerebbe sapere quanti sono i contagiati effettivi o quantomeno quanti potrebbero essere, sulla base di “proiezioni matematiche” basate su campioni mirati, non solo sui tamponi effettuati…

M.L.

 

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 Email -- LinkedIn 0 Pin It Share 0 0 Flares ×
Consorzio di bonifica