PENSIONATO TROVATO MORTO A CHIUSI: SARA’ L’AUTOPSIA A CHIARIRE LE CAUSE DEL DECESSO. RESTA IN PIEDI L’IPOTESI DELL’OMICIDIO

sabato 03rd, agosto 2013 / 17:06
PENSIONATO TROVATO MORTO A CHIUSI: SARA’ L’AUTOPSIA A CHIARIRE LE CAUSE DEL DECESSO. RESTA IN PIEDI L’IPOTESI DELL’OMICIDIO
0 Flares 0 Flares ×

UN EPSODIO SIMILE RACCONTATO IN UN LIBRO DEL 2009, AMBIENTATO PROPRIO A CHIUSI… STRANE COINCIDENZE.

CHIUSI SCALO – Quotidiani e siti web continuano a parlare di “malore” come causa più probabile della morte dell’anziano trovato in una pozza di sangue nella propria abitazione la sera di giovedì 1 agosto.

Potrebbe essere caduto, battendo violentemente la testa. Ma il nipote che ha trovato per primo il corpo esanime e gli inquirenti, pur non rilevando segni di effrazione sulla porta dell’appartamento all’incrocio tra via Pasubio e via Leonardo da Vinci, hanno trovato la casa sottosopra. cassetti e armadi aperti… oggetti sparsi. Particolare questo che farebbe pensare a tutt’altro, piuttosto che ad un malore. Non si esclude l’ipotesi dell’omicidio, magari dopo un tentativo di rapina finito male. Giulio Ramini – questo il nome dell’anziano trovato senza vita, aveva conosceva il suo assassino (o assassini)? Ha aperto la porta perché si fidava? Sono tutte ipotesi al vaglio degli inquirenti e sarà l’autopsia sul cadavere a dire cosa in effetti è successo e quale è la causa della morta del pensionato.

Certo, a Chiusi la gente si interroga sul fatto, ma, in generale, tutti propendono per l’ipotesi dell’omicidio, magari involontario e non premeditato. Difficile pensare che Giulio Ramini abbia messo sottosopra la casa da solo, prima di cadere. L’esame autoptico dirà se la ferita alla testa è dovuta ad una caduta o al colpo di un corpo contundente. E se la caduta – se di caduta si tratta – è conseguenza di un malore o di una spinta… L’uomo aveva quasi 90 anni, camminava aiutandosi abitualmente con un bastone, non era un marcantonio… In caso di aggressione, se avesse opposto resistenza, non sarebbe stato difficile, avere ragione di lui…

Però in giro non si parla molto dell’episodio. Non ci sono stati titoloni sulle “civette” dei giornali. La cosa sta scivolando sotto un silenzio inquietante quanto l’episodio in sé. Perché quest silenzio? Solo perché a morire, non si sa come e perché, è stato un vecchio di 90 anni? Probabile.

Viene alla memoria un episodio simile raccontato in un libro di qualche anno fa, precisamente del 2009. Il libro è “Non è stato nessuno” di Marco Lorenzoni, direttore di primapagina. Un giallo, ambientato in parte proprio a  Chiusi. Beh, anche lì la storia comincia con la morte violenta di un anziano e l’episodio avviene nei giorni in cui è in corso il festival estivo nella città… Anche lì c’è un silenzio assordante intorno alla vicenda… Strane coincidenze.

e.c.

 

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 Email -- LinkedIn 0 Pin It Share 0 0 Flares ×
Consorzio di bonifica
Mail YouTube