VOLLEY: EMMA VILLAS CHIUSI UNA SQUADRA PER VINCERE ANCHE IN B2. “PROGETTO E ACQUISTI MIRATI”

sabato 03rd, agosto 2013 / 19:04
VOLLEY: EMMA VILLAS CHIUSI UNA SQUADRA PER VINCERE ANCHE IN B2. “PROGETTO E ACQUISTI MIRATI”
0 Flares 0 Flares ×

E IL TEAM BISOGNO-MECHINI RILEVA ANCHE LA FORMAZIONE DI SERIE C E LE GIOVANILI MASCHILI DELLA STORICA VITT

 

CHIUSI- E adesso? La B2 sarà dura, speriamo di salvarci…” Questo era, più o meno, il pensiero più diffuso tra i tifosi del volley dopo la vittoria del campionato di serie c e la conquista dell’agognata B2, un paio di mesi fa…

E invece il “boss” Gianmarco Bisogno ci ha preso gusto, si è entusiasmato come Andrea Della Valle per la Fiorentina di Montella… Quelle gradinate gremite del palasport gli hanno dato una carica ulteriore e così ha alzato l’asticella.

“Chi l’ha detto che dovremmo giocare solo per salvarci? Siamo in ballo, balliamo. Ma la musica deve essere seria e i suonatori all’altezza”. Ed essendo uomo d’impresa, che sa quanto sia difficile far collimare sogni e bilanci, ha pensato bene di non fare tutto da solo, alla Zamparini… Serve un progetto e serve gente che gli possa dare gambe e struttura, deve aver pensato. E così per prima cosa ha chiamato a dargli una mano uno che di volley se ne intende: Fabio Mechini, ex giocatore, ex allenatore, ora team manager. Uno che conosce giocatori, allenatori, presidenti, che conosce l’ambiente e sa come muoversi… Insieme hanno fissato un budget e poi Bisogno ha dato a Mechini carta bianca o quasi sulle scelte tecniche da condividere, naturalmente, con il coach che avrà la responsabilità di mettere i giocatori in campo.

Prima scelta, dunque, la panchina, affidata a Romano Giannini, coach con trascorsi a livelli alti, ultimamente alla giovanile della Sir Safety. Massimo Marchettini, allenatore della storica promozione, gli farà da “secondo”.

La squadra, dicevamo. Altro che salvezza. La premiata ditta Bisogno-Mechini-Giannini sta allestendo un gruppo assolutamente competitivo, fatto di giocatori non solo di categoria, ma anche di categoria superiore. Gente che ha calcato, fino alla stagine scorsa, i campi della B1, della A2  e anche della A1… Come è stato possibile convincere certi atleti a venire a giocare a Chiusi, in una squadra neopromossa, alla prima esperienza in B2? “facendo vedere le foto del palasport gremito, con un progetto serio che guarda anche al futuro, con ingaggi limitati, forse al di sotto di quelli di altre squadre, ma certi… cosa, che in questi tempi di crisi non è scontata…” dice Mechini, soddisfatto del lavoro che è riuscito a fare. A dimostrazione di tutto questo c’è anche il fatto che alcuni dei giocatori che arrivano dal Veneto, dalle Marche, dall’Umbria, si stabiliranno a Chiusi. “Hanno sposato il nostro progetto sportivo, ma anche un’idea che va al di là dello sport… ” spiega Bisogno.

La squadra, costruita tassello su tassello, con innesti mirati ruolo per ruolo, secondo precise esigenze tecniche, tattiche e anche… caratteriali, risulta rivoluzionata rispetto alla scorsa stagione. Ed è ormai fatta al 90%

Dei “vecchi” sono rimasti solo il palleggiatore Camardese (classe ’78) e gli schiacciatori Bittoni e Bartolucci ai quali si aggiungerà probabilmente uno dei due tra i centrali Sabatini e Santilli. Più probabile il secondo, anche per una questione di età (è più giovane).

Per il resto la rosa sarà composta dai nuovi arrivati Filippo Belcecchi , Luca Pasquini (schiacciatori), Nicola Romani Davide Urbani (opposti); Roberto Braga e Andrea Di Marco (centrali); Filippo Bregliozzi (palleggiatore), Filippo Pochini (Libero)…BISOGNO E DIMARCO

Il sestetto titolare dovrebbe essere composto da Camardese, Romani, Braga, Di Marco, Belcecchi e uno tra Bittoni, Bartolucci, Pasquini. Libero Pochini. Il regolamento prevede che non possano giocare contemporaneamente più di 3 giocatori over 31, cioè nati prima dell’82

Solo Bittoni è chiusino. Bartolucci lo è ormai d’adozione giocando a Chiusi da anni.

Insomma una bella squadra, che può giocarsela con qualunque avversario. “Puntiamo ad arrivare più in alto possibile, faremo di tutto per essere in pista fino alla fine, ci piacerebbe che l’ultima partita fosse ancora decisiva… se dovessimo trovarci a lottare per la promozione non ci tireremo indietro… Anzi non lasceremo nulla di intentato… ” dice il boss Bisogno facendo capire che l’impegno economico, in B1,  non sarebbe molto diverso dalla B2… “Un 20% in più…”. E quest’anno il budget complessivo tra serie B2, serie C e giovanili (tra iscrizioni ai campionati, tasse gara, ingaggi, trasferte, rimborsi) non supera i 130.000 euro. In buona parte coperti dagli sponsor che sono in aumento, segno di crescita di attenzione, anche questo.

Le squadre del girone saranno 14, divise tra Umbria, Toscana, Lazio, Marche e Abruzzo. Trasferte più lontane Pisa, Chieti, Pescara e Grottazzolina. Quest’ultima sarà la prima avversaria. “Si tratta di una squadra che era in A2 poco tempo fa, un’avversario ostico, di sicuro, meglio incontrarla subito…” dice Mechini.

Prima del campionato che avrà inizio il 19 ottobre, però ci sarà la Coppa Italia, il 21 settembre: gironcino con Emma Villas Chiusi; Volley Club Orte, Monini Spoleto e Bambagioni Grosseto.

Ma il progetto Ema Villas non si ferma alla squadra di B2. La società del presidente Bisogno ha infatti rilevato tutto il settore maschile della storica Vitt Chiusi (della quale manterrà comunque il nome, accanto al marchio Emma Villas), compresa la formazione che ha visto il campionato di serie D e si appresta a quello di serie C, più le giovanili Under 13, Under 14 e Under 17 dalle quali si spera di attingere qualche giocatore per il futuro…

La Vitt manterrà le formazioni femminili.

Se la squadra di B2 sarà quella delle “stelle” arrivate da altri pianeti, la formazione di Serie C sarà composta da tutti giocatori del posto. Il passaggio sotto l’egida Emma Villas ha consentito di superare qualche momento di impasse che stava mettendo a rischio la partecipazione al campionato. Il tandem Bisogno-Mechini ha rotto gli indugi, ha confermato il coach Marco Monaci e il suo vice Massimo Tassi e anche i giocatori della passata stagione sembrano tutti abili e arruolabili: si tratta del palleggiatore e capitano Lorenzoni, degli opposti Scricciolo e Fuccello, dei centrali David GuarinoMeconcelliSocciarelli, degli schiacciatori FaleriGiannottiDiego GuarinoCateni, del libero Meoni… più i giovani FerrettiCrezziniLeandri…

Ad essi si aggiungerà qualcuno dei “reduci” della quadra che a giugno ha conquistato la B2 (Falluomini, NofroniPeruzzi che sembra deciso a provarsi nel ruolo di Libero, nel quale ha fornito ottime prove).

Anche in questo caso, obiettivo arrivare più in alto possibile e riempire il palasport.

A proposito di Palasport, il “progetto Emma Villas” non prevede ingresso a pagamento alla partite, ma una tessera di sostegno (con costo variabile) e varie iniziative per fidelizzare i tifosi…

Il volley insomma non solo come fatto sportivo, ma anche come elemento identitario, di crescita collettiva, di coesione di una comunità… Se poi arrivano anche le vittorie tanto meglio.

In bocca al lupo.

Marco Lorenzoni

 

Nelle foto: il team manager Mechini e il neo acquisto Roberto Braga.  Sotto: il “boss” Bisogno con Andrea Di Marco

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 Email -- LinkedIn 0 Pin It Share 0 0 Flares ×