INCHIESTA SUL SERVIZIO RIFIUTI, ARRESTI ALL’ATO TOSCANA SUD

mercoledì 09th, novembre 2016 / 12:41
INCHIESTA SUL SERVIZIO RIFIUTI, ARRESTI ALL’ATO TOSCANA SUD
0 Flares 0 Flares ×

SIENA – Operazione della Guardia di Finanza di Firenze, questa mattina negli uffici dell’ATO Toscana sud, l’Ente che gestisce il servizio rifiuti nelle province di Siena Arezzo e Grosseto. Arresti domiciliari per il direttore dell’Ato Andrea Corti e interdizione dai pubblici uffici per altri tre professionisti toscani. Queste le misure cautelari prese a seguito del blitz. L’operazione riguarderebbe un’inchiesta denominata “clean city”, su corruzione e turbativa d’asta.

Con molta probabilità si tratta dell’inchiesta avviata nel 2014 riguardante la procedura di affidamento del servizio di raccolta nel bacino dell’Ato Toscana Sud conclusasi nel 2012 con l’aggiudicazione al gestore unico Sei Toscana. Quella dell’Ato Toscana Sud è stata la prima gara di ambito nel settore dei rifiuti in Toscana ( così come prevista dalla Legge Regionale 61/2007) e una delle prime in assoluto in Italia. La Guardia di finanza nel marzo scorso aveva  acquisito parte della documentazione relativa alla gara nelle sedi di Sei Toscana (la società aggiudicataria del servizio) e Sienambiente capofila del raggruppamento di imprese partecipanti alla gara. I dirigenti delle due società dichiararono allora di aver agito nel rispetto delle norme e di avere piena fiducia nell’operato delle magistratura. All’epoca, su queste stesse colonne, scrivemmo che l’inchiesta stava facendo tremare l’intero sistema di potere imperniato sul Pd…

Nelle prossime ore ne sapremo di più. Sapremo con certezza se l’inchiesta è quella del 2014 e se ci saranno ulteriori sviluppi.

 

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 Email -- LinkedIn 0 Pin It Share 0 0 Flares ×
Mail YouTube

Seguici su Facebook

La nostra newsletter

Loading...Loading...