CHIUSI: LA SEGRETARIA DEL PD? UN’ARTISTA. IL 30 NOVEMBRE VERNISSAGE DI PAMELA FATIGHENTI E CLAUDIO MARZORATI

martedì 11th, novembre 2014 / 15:01
CHIUSI: LA SEGRETARIA DEL PD? UN’ARTISTA. IL 30 NOVEMBRE VERNISSAGE DI PAMELA FATIGHENTI E CLAUDIO MARZORATI
19 Flares 19 Flares ×

CHIUSI – E poi non si dica che i giovani leoni renziani non hanno fantasia. E non solo poliedrici. Giovani in carriera (politica) che hanno però anche altri interessi. Prendiamo il caso di Pamela Fatighenti, segretaria poco più che trentenne del Pd di Chiusi e membro dell’assemblea nazionale del partito. Le piace far politica – dice – anche quella un po’ grigia dei consigli di amministrazione (è vicepresidente Lfi), ma le piace anche viaggiare, visitare mostre d’arte e dipingere.  E siccome ai giovani leoni e leonesse renziane piace sempre metterci la faccia, ecco che la segretaria chiusina la faccia ha deciso di mettercela, ma non in una conferenza sulla contaminazione da nichel della falda di Fondovalle, sulla legge elettorale per le regionali o sulle probabili e quasi certe dimissioni del sindaco Scaramelli proprio per candidarsi alla Regione, ma in un bel “vernissage” al quale si presenta come artista e non in veste di dirigente politico.

L’appuntamento è per domenica 30 novembre alle ore 17,30 alla ex Chiesa di Santo Stefano a Chiusi città. Luogo per la verità già aduso a contaminazioni artistiche essendo stato per anni la sede, il laboratorio e il magazzino del Collettivo Semidarte.

Il “vernissage” è una mostra-evento intitolata “Vizi & virtù” ed è dedicata ai 7 vizi o peccati capitali visti attraverso la Divina Commedia di Dante.  Nell’occasione Pamela Fatighenti esporrà le sue opere pittoriche, il violinista Claudio Marzorati proporrà brani di  Bach e Ysaye mentre Marco Fè leggerà brani dell’opera dantesca, con la partecipazione di Irene Magara. marzorati

La mostra-evento è concepita come una “toccata e fuga” (per rimanere nei pressi di Bach) che nasce, si sviluppa e muore nell’arco di un pomeriggio. Probabilmente sarà riproposta in altri paesi, successivamente. Ma già la “toccata e fuga” segnala la possibilità e l’importanza di recuperare ad uso culturale spazi importanti e spesso dimenticati. Già i Semidarte utilizzarono, una ventina d’anni fa, la chiesina di S. Stefano, per spettacoli di nicchia, come una memorabile rilettura dell’Antologia di Spoon River di Edgar Lee Master. Adesso il Vernissage Fatighenti-Marzorati-Fè con il sommo Dante sullo sfondo e Bach alla consolle… Vedremo l’effetto che fa.

m.l.

 

19 Flares Twitter 0 Facebook 19 Google+ 0 Email -- LinkedIn 0 Pin It Share 0 19 Flares ×
, , ,
Mail YouTube

Seguici su Facebook

La nostra newsletter

Loading...Loading...