NE’ SIENA, NE’ PERUGIA, SARA’ MATERA LA CAPITALE EUROPEA DELLA CULTURA 2019

venerdì 17th, ottobre 2014 / 19:37
NE’ SIENA, NE’ PERUGIA, SARA’ MATERA LA CAPITALE EUROPEA DELLA CULTURA 2019
54 Flares 54 Flares ×

Nè Siena, né Perugia, sarà Matera la Capitale europea della cultura 2019. Il verdetto è arrivato alle 17.51 dal salone del Consiglio Nazionale del Ministero per i Beni Culturali a Roma.

Al termine dei lavori della Giuria di selezione, il presidente Steve Green ha comunicato al Ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo, Dario Franceschini, che lo ha annunciato, il nome della città lucana quale raccomandata all’Unione europea per essere designata capitale europea della cultura per il 2019.

La città di Matera ha ottenuto 7 voti su 13. Le altre finaliste erano Siena, Cagliari, Lecce, Ravenna e Perugia.

Per l’occasione a Siena era stato allestito un maxischermo in piazza del Mercato dove è stato possibile seguire in diretta la conferenza stampa dl Mibact. E’ finita con una sconfitta. Come ai Mondiali. Molti hanno pianto.

Certo, Siena e Perugia, dal punto di vista storico e architettonico, dal punto di vista della salvaguardia di antiche tradizioni erano forse le candidate più forti. Per secoli sono state esempi di buon governo, lungimiranza, e

Ma la prima negli ultimi due anni con la caduta del Monte dei Paschi, la fine della Mens Sana Basket e del Siena Calcio, le difficoltà dell’Università, dell’Enoteca, del Santa Maria della Scala, dell’Ospedale Le Scotte, il tutto condito da arresti, denunce, inchieste, è diventata la “capitale dei fallimenti”; la seconda è diventata la “capitale della droga e dello spaccio” con un calo sensibile del numero degli studenti universitari, una esplosione di cemento e un numero di omicidi ed episodi di violenza mai registrato prima e difficilmente riscontrabile in altre città di uguali dimensioni e tradizioni…

Probabilmente Siena e Perugia hanno pagato tutto questo.

Come potevano sperare di vincere, nonostante le buone carte derivanti dal passato glorioso?

Chi oggi piange per la sconfitta, che in questo caso non è una “gloriosa derrota” (citazione da Maxischermo di Riccardo Lorenzetti)  sognava… O non aveva capito bene cosa è successo a Siena e a Perugia in questi ultimi tempi… 

 

54 Flares Twitter 0 Facebook 54 Google+ 0 Email -- LinkedIn 0 Pin It Share 0 54 Flares ×
Mail YouTube

Seguici su Facebook

La nostra newsletter

Loading...Loading...