A FUOCO DEPOSITO DI RIFIUTI, NUBE TOSSICA ALLE PORTE DI PERUGIA

lunedì 11th, marzo 2019 / 12:11
A FUOCO DEPOSITO DI RIFIUTI, NUBE TOSSICA ALLE PORTE DI PERUGIA
0 Flares 0 Flares ×

PERUGIA – Ancora un rogo in un deposito di rifiuti. Questa volta nei pressi di Perugia, per la precisione nella frazione di Ponte San Giovanni. L’incendi si è sviluppato ieri alla Biondi Recuperi Ecologia ed ha interessato per lo più l’area “carta, plastica, imballaggi”. Si è diffusa una grossa nube di fumo nero, denso e maleodante. Il sindaco di Perugia, Romizi ha disposto na serie di prescrizioni, compresa la chiusura di tutte e scuole, ne raggio di 3 km. Quindi tutta la zona di Ponte San Giovanni, Piscille, Balanzano, Casaglia…  Le centraline che misurano la qualità dell’aria hanno evidenziato un picco di PM10 a 42 microgrammi per metro cubo, a fronte di una media inferiore ai 25.

Questa mattina, lunedì, a incendio domato, ancora persiste nell’aria un forte odore acre. Tra le misure adottate dal sindaco con apposita ordinanza: 1) il consumo di prodotti alimentari coltivati «solo dopo accurato lavaggio con acqua associato a strofinazione delle superfici» e, ove possibile, alla rimozione della pelle o della buccia; 2) il divieto di consumo dei prodotti coltivati da parte dei soggetti a rischio come bambini, donne in gravidanza e in allattamento; 3) il divieto di raccolta e consumo di funghi; 4) il divieto di pascolo e razionamento degli animali da cortile; il divieto dell’uso di foraggi e cereali destinati agli animali. Tutto questo, come abbiamo già detto, nel raggio di 3 km dal focolaio.

Il sindaco invita a non uscire di casa e a tenere le finestre chiuse.Intanto, proseguono gli accertamenti da parte dei carabinieri del Nucleo operativo ecologico, insieme ai vigili del fuoco per risalire alle cause che hanno scatenato l’incendio.

La Procura ha aperto un fascicolo e, al momento, nessuna ipotesi viene esclusa, neppure quella dolosa. Nelle prossime ore gli inquirenti esamineranno anche le telecamere di videosorveglianza poste nella zona. I militari dell’Arma stanno anche interrogando i responsabili dell’impianto e altri testimoni. Nel 2018 sono state decine i roghi presso depositi di rifiuto in tutta Italia, dal Piemonte al Vene, dalla Toscana alla Campania, dal Lazio alla Sicilia… Ora anche l’Umbria. Il rischio che la nube che si è sprigionata a Ponte San Giovanni possa essere non solo fastidiosa, ma anche tossica è elevato.  Sono troppi gli episodi simili, tutti troppo simili, per pensare ad una semplice casualità.

Vedremo cosa diranno le indagini. Certo è che son cose che non dovrebbero succedere e che creano forti disagi alla popolazione, con costi elevati per la collettività.

 

Nella foto (Umbria 24) la nube nera su Ponte San Giovanni

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 Email -- LinkedIn 0 Pin It Share 0 0 Flares ×
Consorzio di bonifica