PALASPORT DI CHIUSI: 5 STELLE E PODEMOS, INZIATIVA UNITARIA MA NON TROPPO

giovedì 17th, novembre 2016 / 17:54
PALASPORT DI CHIUSI: 5 STELLE E PODEMOS, INZIATIVA UNITARIA MA NON TROPPO
0 Flares 0 Flares ×

CHIUSI – Seguo la politica da più di 40 anni e di iniziative unitarie organizzate da più partiti ne ho viste parecchie. Una iniziativa unitaria, con firme separate e annunciata con due “avvisi” diversi anche nel titolo, però mi mancava.  Questa non l’avevo ancora vista.pania-5-stelle

E’ il caso dell’iniziativa pubblica sul costruendo palasport di Chiusi prevista per domani sera, venerdì 18 novembre, all’ex cinema Eden a Chiusi Scalo. L’iniziativa, come già annunciato anche su queste stesse colonne è promossa dalle due forze di opposizione, 5 Stelle e Possiamo-Sinistra per Chiusi. Ma ognuna ha fatto un volantino per conto suo, senza citare l’altro partner. E anche il titolo è diverso. I “podemos” scrivono : “Palatenda, facciamo chiarezza”. I 5 Stelle invece usano un termine preso a prestito da Primapagina: “Pala Pania, facciamo chiarezza”. La differenza è sottile, ma c’è. Pala Pania dà l’idea di un impantanamento… E infatti questa è l’accezione originale, coniata da questa testata all’indomani del Consiglio Comunale del 28 ottobre scorso dove si discusse dell’argomento in seguito a interrogazione del gruppo di maggioranza.  podemos-pania

Ma torniamo ai due volantini distinti e separati, Sembra che 5 Stelle e Possiamo abbiano voluto sì fare una cosa unitaria, ma non troppo. Insieme sì, ma anche no. Neanche Veltroni sarebbe stato capace di una simile acrobazia. E il bello sono i commenti che sono seguiti a qualche perplessità sulla cosa espressa sui social. C’è infatti chi dice apertamente che i due avvisi separati sono una scelta dei due movimenti, fatta per non confondersi l’uno con l’altro…

Certo, visto che si dice di voler fare chiarezza, la partenza non è proprio il massimo…

Leggendo i due avvisi sembrano due iniziative diverse nello stesso posto alla stessa ora. Chi leggesse solo un invito potrebbe rimanerci male nello scoprire che l’iniziativa è invece fatta in tandem… E questo vale sia per il popolo dei podemos che per quello dei 5 stelle…

Che le due forze di minoranza cerchino strategie comuni e punti di incontro è cosa buona e spesso positiva. Ma in questo caso sembra che le due opposizioni chiusine  siano più preoccupate di non mischiarsi troppo, piuttosto che dell’esito di una battaglia unitaria. Paura di un abbraccio… Ci può stare. Nel presentare la serata, quache giorno fa, mi rallegravo del fatto che questa volta i 5 stelle, che pure avevano annunciato l’iniziativa da soli, avessero deciso di non giocare in proprio, scegliendo di pedalare in tandem. No, niente tandem. Al massimo raduno e direzione unitaria, ma la bicicletta ognuno la sua… Non si sa mai.

In passato le iniziative politiche unitarie i partiti le firmavano insieme e le promuovevano insieme. Ora evidentemente le cose son cambiate. E una iniziativa unitaria può esserlo anche senza dirlo e dichiararlo (nessuno dei due avvisi fa riferimento al partner o all’unitarietà)… “E’ il nuovo che avanza amico, sei tu che sei rimasto indietro!” ha scritto una esponente pentastellata…

Va bene, mettiamola così. Ma domani sera son curioso di vedere come si disporranno le due forze, chi parlerà per primo e se la comunicazione separata è stata solo una svista o una trovata pubblicitaria, per farsi parlare un po’ addosso e quindi per veicolare l’appuntamento, senza mischiare le carte…

Ovviamente sono anche curioso di sentire cosa diranno le opposizioni sul tema in discussione. Se ci saranno ulteriori approfondimenti rispetto a quanto già divulgato in particolare dai 5 Stelle. Difficile che l’Amministrazione si presenti, quindi sarà probabilmente una serata informativa, non un confronto. Ma anche l’informazione e le opinioni delle opposizioni sono importanti. L’opera costerà un bel po’ di soldi pubblici, oltre quelli già spesi (1.800 mila euro), quindi ogni valutazione può essere utile ed è giusto che la gente possa farsi un’idea precisa e compiuta. Naturalmente non è in discussione la realizzazione o meno del palasport o palatenda o Pala Pania che dir si voglia, ma solo la qualità della struttura, i dettagli tecnici e gestionali. Fermo restando il giudizio politico che ogni forza politica o singolo cittadino potrà dare dell’operazione.

Il confronto faccia a faccia sui dettagli avverrà comunque in Consiglio Comunale in quanto dopo il gruppo di maggioranza anche i 5 Stelle hanno presentato una interrogazione sul palasport. La giunta dovrà rispondere, come rispose ad Annulli il 28 ottobre scorso. Per inciso, anche in questo caso l’interrogazione prevede che possano parlare solo gli interroganti e gli interrogati. Quindi i podemos e i consiglieri di maggioranza non potranno intervenire. Chissà se si alzeranno dai banchi per andare a sedersi tra il pubblico…

m.l.

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 Email -- LinkedIn 0 Pin It Share 0 0 Flares ×
Mail YouTube

No Banner to display

Seguici su Facebook

La nostra newsletter

Loading...Loading...