MPS E IL DUBBIO SUICIDIO DI DAVID ROSSI. A ‘REPORT’ SPUNTA UNA GOLA PROFONDA: E’ UN CHIUSINO?

lunedì 24th, novembre 2014 / 16:16
MPS E IL DUBBIO SUICIDIO DI DAVID ROSSI. A ‘REPORT’ SPUNTA UNA GOLA PROFONDA: E’ UN CHIUSINO?
64 Flares 64 Flares ×

CHIUSI – La trasmissione tv Report di Milena Gabanelli  ieri sera ha proposto un ampio servizio sulla vicenda di David Rossi, l’addetto stampa del  Monte dei Paschi che il 6 marzo 2013 volò da una finestra in un cortile dietro la sede centrale della banca più antica del mondo.

Nel servizio sono riemersi, attraverso varie testimonianze,  molti punti oscuri di quello strano “suicidio”. E ad un certo punto si vede il giornalista di report che si incammina, di notte,  per una viuzza di un non meglio precisato paese della Provincia di Siena, per incontrare un “amico intimo di David Rossi che ha chiesto di rimanere anonimo”.

La viuzza in questione è via San Francesco, a Chiusi.  L’amico, anonimo, di Rossi, che parla con evidente accento toscano (anche se la voce è in qualche modo camuffata), racconta di rapporti tra lo stesso Rossi, in quanto “emissario Mps”,  con Daniela Santanché, Alessandro Sallusti e Fedele Confalonieri, di cene ad Arcore  e di finanziamenti chiesti e forse ottenuti per i giornali del gruppo Angelucci, attraverso una agenzia pubblicitaria della stessa Santanché… Ricorda l’acquisto da parte degli Angelucci del Corriere di Siena il cui vicedirettore all’epoca era Stefano Bisi, gran Maestro del Grand’Oriente d’Italia…

Si parla anche di alcune operazioni fatte da Mps con lo IOR  e il Vaticano e con l’ex premier Giuliano Amato, più volte eletto a Siena. Tra queste anche la cessione in affitto al Ministero dell’Interno di un grande complesso di proprietà della banca senese alle porte di Roma. Al ministero sarebbe convenuto acquistarlo, dice il servizio… Il presunto amico di David Rossi, tra le varie cose, dice pure che il povero David, andava almeno una volta ogni quindici giorni, a Roma, dove aveva un ufficio presso il Ministero degli Interni.  Cosa assai strana.

Chi è il misterioso amico di David Rossi? Abita a Chiusi, come si può desumere dalle immagini del servizio o erano immagini di repertorio? Magari un depistaggio? Perché l’uomo ha preteso di rimanere “anonimo”? e perché parla solo adesso?

Probabilmente si tratta di persona che ha a che fare con il Monte dei Paschi. Forse un dirigente, perché David Rossi, per l’incarico che ricopriva, i rapporti li aveva con i dirigenti. E anche perché l’amico anonimo racconta cose inerenti operazioni Mps, non episodi o confidenze di altro genere, magari legate alle preoccupazioni del giornalista emerse da altre testimonianze, come quella della moglie.

Chiusi, un suo ruolo nelle vicende Mps, negli ultimo 10 anni, lo ha avuto: la penultima presidente della Fondazione Antonella Mansi risultava residente della cittadina etrusca, lei che è delle parti di Scarlino… In precedenza, nell’era Mussari, due consiglieri in Fondazione: Luca Ceccobao nel consiglio di indirizzo e Fabrizio Felici nella deputazione… Ma anche a livello di management, Chiusi ha espresso figure importanti: Fabio Giannotti come direttore generale Consumit, Mario Sposi come dirigente Mps in Spagna e in altri paesi…

In passato, metà anni 70 Chiusi ha avuto anche il vicepresidente di Mps, il socialista Loris Scricciolo, che in quel periodo si oppose al finanziamento (senza garanzie) ad un certo Berlusconi, all’epoca solo immobiliarista lombardo.

Vero che Chiusi è uno dei comuni della provincia più lontani dal capoluogo. Ma mica tanto, in fin dei conti…

Ora, ultimo tassello, c’è anche la gola profonda, anonima. Come in ogni giallo che si rispetti. Perché la morte di David Rossi e quel volo dalla finestra è un giallo, non un suicidio qualsiasi.

Marco Lorenzoni e David Busato

 

 

64 Flares Twitter 2 Facebook 56 Google+ 0 Email -- LinkedIn 6 Pin It Share 0 64 Flares ×
Mail YouTube

Seguici su Facebook

La nostra newsletter

Loading...Loading...