INTERESSI RUSSI IN VALDICHIANA: IL NUMERO 2 DI PUTIN, MEDVEDEV, INVESTE A CHIANCIANO?

venerdì 16th, luglio 2021 / 11:39
INTERESSI RUSSI IN VALDICHIANA: IL NUMERO 2 DI PUTIN, MEDVEDEV, INVESTE A CHIANCIANO?
0 Flares 0 Flares ×

CHIANCIANO TERME –  Tre anni fa, fine agosto 2018, segnalavamo l’insolita e inusitata presenza in contemporanea nella zona di due big della politica americana (e non solo americana): Steve Bannon e Phyl Murphy. L’ideologo della campagna elettorale di Donald Trump e successivamente del sovranismo e della cosiddetta “Internazionale nera”, ovvero la rete dell’ultradestra mondiale e il Governatore  del New Jersey, democratico, ma moderato, lontano dalle posizioni socialistoidi di Bernie Sanders dato all’epoca tra i possibili candidati alla Casa Bianca. Bannon fu “avvistato” a Cetona, di passaggio; Murphy a Parrano, dove ha acquistato una tenuta per  7 milioni di euro… Chissà se i due si incontrarono, in quei giorni… Del resto la distanza tra Parrano e Cetona è di una trentina di km, roba da ridere per gli americani, abituati a spostarsi da un  oceano all’altro. Non lo sapremo mai. Ma, come Murphy, anche Bannon ha provato negli anni successivi ad acquisire proprietà in Italia per impiantarvi la sua “scuola di formazione per sovranisti”. Provò anche con l’abbazia di Trisulti nel Lazio… Il Bel Paese ha un fascino particolare, da sempre, per i ricchi americani.

Non solo per gli americani a dire il vero. E non solo per i “ricchi”. Anche per i politici che in molti Paesi sono ricchi anche loro. Perché lì la politica si fa con i milioni. Parliamo degli Usa, ma non esclusivamente degli Usa.

In questi giorni a Chianciano, per esempio si è fatto insistente il tam tam su ingenti investimenti nella cittadina termale da parte di un magnate russo. Ma non un magnate qualsiasi, ovvero uno dei nuovi ricchi, sconosciuti ai più. Si parla infatti di un politico di primissima fascia. Il nome che circola infatti è quello di Dmitrj Medvedev, attualmente vicepresidente del Consiglio di Sicurezza  ex presidente della federazione Russa. Carica quest’ultima ricoperta dal maggio 2008 al maggio 2012. Mentre dal 2012 al 2020 Medvedev è stato Primo Ministro. Insomma dopo Putin il numero due della politica russa, o comunque una delle figure più rilevanti. 

Non è che Dmitrj Medvedev sia sul punto di lasciare la politica a 56 anni per mettersi a fare l’albergatore a Chianciano, questo no…

Probabile che gli investimenti di cui si vocifera li abbia fatti o li stia facendo (se la notizia sarà confermata) non lui direttamente, ma qualche società che fa capo al suo entourage.

Che l’ex primo ministro e presidente russo ami l’Italia è comunque risaputo. Nel 2017, il suo nome su accostato all’acquisto di una tenuta agricola, l’Aiola, nel comune di Castelnuovo Berardenga, con 36 ettari di vigneti, sempre nel senese. A parlare dell’acquisto da parte di Medvedev, fu all’epoca il famoso blogger di opposizione Navalny, ma la notizia fu smentita e l’aziendsa che in passato era stata di proprietà dell’ex segretario del Partito Liberale Italiano Giovanni Malagodi, risultò acquisita sì da una società russa, ma facente capo a Ilja Elissejev, non a Medvedev…

Dell’interesse di magnati russi per la zona e per le Terme di Chianciano si parla da tempo, almeno dai tempi in cui era presidente Sirio Bussolotti. Sono più di 10 anni (Bussolotti si dimise nel 2013) che il tam tam fa balenare fiumi di soldi russi in arrivo, ma finora a parte qualche ricco imprenditore con auto di lusso, magari con i comandi del cruscotto placcati in oro e bellissime ragazze al seguito a fare il bagno alle terme sensoriali o a quelle di San Casciano Bagni, si è visto poco o niente.

Certo, se fosse vera la notizia di un interesse personale di Dmitrj Medvedev, la situazione potrebbe cambiare, perché, come dicevamo, si tratterebbe di una “stella di prima grandezza” del firmamento russo, di una figura che “sposta gli equilibri” di certo più di Bonucci e potrebbe anche spostare non solo masse di soldi, ma anche flussi turistici rilevanti, se non altro per la grande influenza e il potere politico che ha… Per la cittadina del “fegato sano”, sempre più in disarmo e in disuso potrebbe essere la svolta.

Ai tempi dell’impero sovietico i capi del Partito andavano in vacanza a Yalta, adesso, 30 anni dopo la caduta dell’Urss, i politici-magnati del nuovo corso verranno a passare le acque a Chianciano?

m.l.

 

Nella foto (Il Fatto e Quotidiano Nazionale): Putin e Medvedev in versione ufficiale e in… vacanza. 

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 Email -- LinkedIn 0 Pin It Share 0 0 Flares ×