CHIANCIANO, UNA STELLA CADE DAVVERO: FABIANO DE ANGELIS LASCIA IL MOVIMENTO

giovedì 21st, febbraio 2019 / 18:11
CHIANCIANO, UNA STELLA CADE DAVVERO: FABIANO DE ANGELIS LASCIA IL MOVIMENTO
0 Flares 0 Flares ×

CHIANCIANO TERME –  Proprio ieri titolavamo, su queste colonne “Stelle cadenti”, con riferimento alla deriva imboccata dai 5 Stelle a livello nazionale e anche a livello locale. E meno di 24 ore ecco che ne cade una e bella grossa, proprio in Valdichiana. Per la precisione a Chianciano Terme. Dove il consigliere comunale Fabiano De Angelis (unico rappresentante del Movimento nell’assemblea elettiva chiancianese) ha deciso di lasciare i 5 Stelle. E neanche a farlo apposta “la goccia che ha fatto traboccare il vaso è stata proprio il comportamento dei 5 Stelle sul caso della nave Diciotti e riguardo al Ministro Salvini”, ha spiegato lo stesso De Angelis, che ha poi precisato che “già il comportamento tenuto a livello nazionale dai grillini non gli era piaciuto”.

In Consiglio Comunale De Angelis farà un gruppo autonomo, da qui alla fine della legislatura, ormai prossima. L’ormai ex consigliere 5 Stelle ha infine precisato che non ha alcuna intenzione di ricandidarsi, con nessuna lista politica o civic a alle prossime amministrative. E così ha subito smorzato gli “appetiti” di chi chi sia sul fronte destro che su quello del centro sinistra poteva aver pensato di tirarlo dalla propria parte. Il Movimento 5 Stelle ne 2014 prese circa 600 voti, che adesso sono voti in frigorifero o in libera uscita. Non si sa infatti se il Movimento presenterà una propria lista oppure no. Dal 2014 ad oggi di fatto è stato Fabiano De Angelis non solo il front man, ma anche l’anima e il corpo dei 5 Stelle a Chianciano. Fuori gioco lui, dietro si intravede poco o niente.

Ovvio che la torta elettorale dei 5 Stelle è un bocconcino appetibile. Alle politiche del 4 marzo 2018 i Grillini ottennero quasi 1.000 voti (984 per la precisione) pari al 26%. Non proprio bruscolini. Adesso quegli elettori potrebbero trovarsi, alle comunali, senza il simbolo 5 Stelle sulla scheda e  dunque senza un partito da votare. La fetta di elettorato è consistente, in caso di assenza del Movimento, potrebbe spostare gli equilibri tra la lista civica di Marchetti (sostenuta dal centro destra) e quella di centro sinistra capeggiata da Paolo Piccinelli.

Staremo a vedere. Intanto, i 5 Stelle dopo aver perso buona parte della propria credibilità, rimangiandosi molte delle loro parole d’ordine gridate per anni, stanno perdendo anche i pezzi. E questo è un fatto.

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 Email -- LinkedIn 0 Pin It Share 0 0 Flares ×
Consorzio di bonifica