IL BILANCIO DELLA PUBBLICA ASSISTENZA DI CHIUSI. FIORINI: “NON INTENDIAMO SOSTITUIRCI AL SERVIZIO SANITARIO PUBBLICO!”

martedì 10th, maggio 2016 / 11:12
IL BILANCIO DELLA PUBBLICA ASSISTENZA DI CHIUSI. FIORINI: “NON INTENDIAMO SOSTITUIRCI AL SERVIZIO SANITARIO PUBBLICO!”
0 Flares 0 Flares ×

CHIUSI –  Approvato il bilancio 2015 dell’Associazione Pubblica Assistenza. Un sodalizio importante che annovera migliaia di soci e 3 dipendenti e svolge da circa 40 anni servizi utili alla comunità come il trasporto con ambulanze e mezzi appropriati verso gli ospedali di Nottola, Siena, Firenze, Arezzo ecc.

Nel 2015 l’associazione ha fatto 262 servizi di emergenza, 1.449 servizi ordinari, 1.018 trasporto dializzati e 221 servizi sociali e privati.  Sono stati rifiutati, per mancanza di volontari o di mezzi, solamente 56 servizi. Dai numeri si comprende come sarebbe complicato, per la cittadinanza doverne fare a meno. Ma la Pubblica Assistenza di Chiusi ha svolto e svolge anche corsi di formazione e incontri, anche nelle scuole, per rispondere al meglio alle aumentate necessità di salute e di assistenza delle famiglie. L’Associazione ha anche acquistato due defibrillatori da donare alla collettività: saranno installati uno in piazza Dante e uno in piazza Duomo e saranno fatti appositi corsi per formare i cittadini all’uso di tali attrezzature.

Obiettivo per il 2016 è anche quello di perfezionare l’organizzazione dei volontari “reperibili” per riuscire a dare risposte alle richieste non programmate del 118, “evitando che si formino, come qualche volta è successo in passato dei clan o situazioni di discriminazione” (parole del presidente Enzo Fiorini) e per rispondere in maniera concreta ed efficace alle esigenze di trasporto sanitario dei cittadini di Chiusi e dei paesi limitrofi. In primo luogo a chi ha più bisogno.

La Pubblica Assistenza di Chiusi non aderirà alla scelta fatta da altre associazioni (sia Pubbliche assistenze che Misericordie) di investire nella diagnostica e quindi di entrare nel mercato sanitario, sostituendosi ai servizi sanitari pubblici.
“L’indebolimento del S.S.N. e del S.S.R. – ha detto il presidente Fiorini – prefigura comunque una caduta di garanzie universali circa il diritto alla salute e alla sicurezza dei cittadini, per effetto del sostanziale arretramento dell’intervento pubblico e di una surrettizia espansione del mercato privato nel campo dei servizi essenziali, che non è accettabile.
La difesa della salute e dello stato sociale non può essere affrontata solamente con soluzioni di carattere privatistico che seguono le regole del mercato perché sta venendo meno la convivenza civile e sociale.
Sappiamo tutti che la vocazione del Volontariato è quella del fare, dell’immediato, ma è altrettanto evidente il limite della Nostra azione se questa non è sufficientemente coniugata ad una adeguata consapevolezza dell’orizzonte verso il quale dirigersi, del contesto in cui operiamo, della cause ed effetti della Nostra attività, al fine di determinare efficaci e durature modificazioni di sistema per questo lanciamo una sfida alla politica ed alle Istituzioni.
(…) Il volontariato ha nel suo DNA la capacità di fare qualcosa scisso da ogni tornaconto e percezione materiale, ed i mercati non potranno mai valutare, con le proprie regole, elementi come la gratuità, la passione, la solidarietà, il senso di equità e giustizia sociale e per questo ci rende non ricattabili e acquistabili.
E’ qui che nasce e si consolida il rapporto di fiducia fra la comunità, il territorio e l’Associazione di Pubblica Assistenza che ne è l’emanazione e la funzione essenziale”. 

Quanto al bilancio l’Associazione registra nel 2015, un incremento rispetto al 2014: 1.285.944 euro contro 1.245.376 (+40.568 euro). In crescita anche le quote associative (17.430 euro, con un incremento di 1.080 euro rispetto all’anno precedente) e pure le prestazioni (218.000 euro, con un aumento di 16.075).  In brusco calo invece la voce “contributi e offerte”, che passa da 35.920 euro a 19.050 (-16.870). Qualcuno ha stretto i cordoni della borsa…

 

 

 

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 Email -- LinkedIn 0 Pin It Share 0 0 Flares ×
Mail YouTube

No Banner to display

Seguici su Facebook

La nostra newsletter

Loading...Loading...