CHIUSO IL PUNTO NASCITA DI CASTIGLIONE DEL LAGO. E SU SANITA’ E VIABILITA’ IL SINDACO BATINO ALZA LA VOCE CON LA REGIONE E CON IL PD

domenica 23rd, agosto 2015 / 17:01
CHIUSO IL PUNTO NASCITA DI CASTIGLIONE DEL LAGO. E SU SANITA’ E VIABILITA’ IL SINDACO BATINO ALZA LA VOCE CON LA REGIONE E CON IL PD
77 Flares 77 Flares ×

CASTIGLIONE DEL LAGO – Da sabato scorso non si nasce più all’ospedale di Castiglione del Lago. Come annunciato, il punto nascita è stato chiuso.MATERNITA'

Insomma non solo non si è fatto l’ospedale unico del Trasimeno, ma anche i due esistenti – Castiglione e Città della Pieve – sono sempre meno ospedali e sempre più “poliambulatori con qualche servizio ospedaliero”… Il sindaco Sergio Batino prendendo spunto proprio dalla chiusura del  punto nascita esprime amarezza per tale decisione e si domanda, anzi domanda a chi governa la Regione e al suo partito, il Pd, se l’Umbria non abbia intenzione di “espellere” Castiglione del Lago e il territorio del Trasimeno dal consesso regionale… “Tanti tali sono i ritardi con cui vengono affrontati i temi del territorio, a partire da quelli della sanità, che il dubbio sorge spontaneo” dice Batino, che parla apertamente di “impegni assunti ufficialmente e puntualmente disattesi”. Batino però non si riferisce solo alla questione ospedale-sanità, ma anche ad altre note dolenti, come la situazione della viabilità.

La la Sr 75 del Trasimeno inferiore, la Sr 71 nel tratto castiglionese, ma non solo, e molte strade provinciali versano in condizioni di assoluto dissesto e degrado, con buche, avvallamenti, frane, banchine “mangiate” dall’erba, segnaletica approssimativa o inesistente. Dissesto e degrado che mettono a rischio la circolazione e rendono quelle strade pericolose per gli automobilisti, ma soprattutto per chi le percorre in moto e in bicicletta. buche strade

E certo, sentire amministratori che si accapigliano sull’ubicazione della ipotetica stazione in linea per l’alta velocità, quando le strade sono nello stato in cui sono, fa sorridere. Da Castiglione del Lago, per esempio l’aeroporto di Perugia dista più o meno 50 km, ma praticamente è impossibile arrivarci in meno di un’ora. E i caselli A1 di Chiusi  e Fabro distano 30 e 40 km: chi riesce a raggiungerli in meno di 40 minuti è… un buon pilota da rally.

In  questi giorni la Provincia ha provveduto al tagliare l’erba che ormai invadeva la carreggiata della 71. E’ già qualcosa, ma certo non può bastare. Batino alza la voce. Vedremo se sarà ascoltato oppure no. Ma l’impressione che il Trasimeno conti molto meno che in passato, rispetto al potere perugino, è una sensazione piuttosto diffusa. E ora che è morto Edoardo Gobbini, il peso dell’area lacustre sarà ancora di meno…

M.L.

77 Flares Twitter 0 Facebook 77 Google+ 0 Email -- LinkedIn 0 Pin It Share 0 77 Flares ×
Mail YouTube

Seguici su Facebook

La nostra newsletter

Loading...Loading...