INDISCREZIONE DELLA “GAZZETTA”: EMMA VILLAS DIRETTAMENTE IN A1?

lunedì 04th, maggio 2015 / 23:01
INDISCREZIONE DELLA “GAZZETTA”: EMMA VILLAS DIRETTAMENTE IN A1?
34 Flares 34 Flares ×

CHIUSI – Sono passati appena due giorni dalla partita contro Alba che ha sancito la promozione della Emma Villas in serie A2, e neanche il tempo di festeggiare che la versione on line della Gazzetta dello Sport (non il Corriere il Siena) lancia un’ipotesi che clamorosa. Scrive i corrispondente umbro della rosea Antonello Menconi: “Per il futuro dell’Altotevere si sta valutando la possibilità di uno scambio di titoli sportivi, trasferendo quello di A1 ed acquisendo il titolo di A2, così da tornare a giocare a Città di Castello. Le ipotesi sono di uno scambio con la neopromossa Emma Villas Chiusi (che si trasferirà a Siena) o con Sora, eliminata nelle semifinali play off di A2”. Insomma secondo la Gazzetta.it  la Emma Villas potrebbe salire direttamente in A1, saltando la serie cadetta appena conquistata, andando ad acquisire il titolo sportivo dell’Altotevere. Non sappiamo cosa ci sia di vero o di verosimile. A lume di naso l’ipotesi sembra alquanto fantasiosa. Più fattibile quella di Sora che in A2 c’è già ed ha giocato i play off promozione. Già la A2 per la Emma Villas Chiusi, che dalla prossima stagione si chiamerà probabilmente Emma Villas Siena e giocherà nella città del Palio, è un traguardo storico, impensabile solo due anni fa. La massima serie, che come si sa è una sorta si super league sarebbe forse un salto troppo impegnativo sotto tutti i punti di vista. Ma l’appetito vien mangiando e dopo tre promozioni consecutive e due coppe Italia, chissà che il presidente Bisogno non ci faccia un pensierino. Siena dopo aver perso il grande, gradissimo basket, potrebbe trovare il grande, grandissimo volley.

Intanto, mentre la squadra chiusina si gode la vittoria del campionato aspettando l’ultima ininfluente partita, lo staff societario già comincia fare progetti per il futuro. Ma una cosa sarà la A2, altra cosa, se dovesse avvenire, la A1. Tra le due categorie c’è molta più differenza di quanta non ce ne sia tra B1 e A2. Servirebbero investimenti importanti, di tutt’altra portata. In A1 ci sono i giocatori che guadagnano anche 200, 300 mila euro l’anno. Forse anche più. In A2 con cifre del genere ci costruisci almeno mezza squadra, se non tutta.

In A2 l’allenatore Giannini e alcuni dei giocatori della formazione attuale potrebbero tranquillamente rimanere, e probabilmente rimarranno (Grassano, Lipparini, Pochini, Braga, Spescha, forse Lotito e Scappaticcio). In A1 servirebbe una rivoluzione totale. Staremo a vedere.

34 Flares Twitter 0 Facebook 34 Google+ 0 Email -- LinkedIn 0 Pin It Share 0 34 Flares ×
Mail YouTube

No Banner to display

Seguici su Facebook

La nostra newsletter

Loading...Loading...