STAZIONE ALTA VELOCITA’: I SINDACI DI CITTA’ DELLA PIEVE E FABRO RILANCIANO L’IPOTESI PONTICELLI. E CHIEDONO L’APPOGGIO DI CHIUSI…

venerdì 25th, luglio 2014 / 16:54
STAZIONE ALTA VELOCITA’: I SINDACI DI CITTA’ DELLA PIEVE E FABRO RILANCIANO L’IPOTESI PONTICELLI. E CHIEDONO L’APPOGGIO DI CHIUSI…
32 Flares 32 Flares ×

CITTA’ DELLA PIEVE – Tra l’ipotesi Terontola-Farneta e l’ipotesi Chiusi, per la stazione Media Etruria sulla linea ad Alta veloctà, c’èchi rilancia la “terza via”. Ovvero la scelta, in alternativa alle due possibilità indicate, della zona di Ponticelli, nel comune di Città della Pieve, a metà strada tra Chiusi e Fabro. Si tratta dei sindaci di Città della Pieve e Fabro i quali riprendono e rilanciano una proposta fatta dall’ex sindaco pievese Manganello e auspicano il coinvolgimento in questa battaglia anche del Comune di Chiusi…

Insomma mentre Scaramelli spinge per l’ipotesi Chiusi sulla quale ha cercato di convincere il viceministro Riccardo Nencini e gli assessori regionali ai trasporti dell’Umbria e della Toscana hanno già firmato un protocollo congiunto che ipotizza come location della stazione l’area di Terontoila-Farneta, certamente più baricentrica rispetto anche ad Arezzo e Perugia (vista la vicinanza con il casello dell’A1 Valdichiana e della Siena-Bettolle-Perugia), Scricciolo e Terzino tornano a ribadire l’opportunità di puntare invece su Ponticelli.

Naturalmente tutti gli “attori” sono dello stesso partito. Ma l’unità d’intenti appare piuttosto lontana. Ognuno tira la corda dalla parte che più gli aggrada nessuno che si ponga il problema dell’utilità o meno di una stazione in linea e del rapporto costi-benefici di un’operazione del genere.

Ecco il documento firmato e diffuso dai sindaci di Città della Pieve e Fabro:

Il sindaco di Città della Pieve Fausto Scricciolo insieme al sindaco del Comune di Fabro Maurizio Terzino, individuano la stazione ferroviaria di Ponticelli – Città della Pieve come sito logistico per la fermata dell’alta velocità Media Etruria in Umbria. Ponticelli punto di confine tra Umbria e Toscana è anche l’unico sito dove la linea lenta e direttissima corrono parallele, le infrastrutture sono già esistenti e sarebbero quasi pronte per la messa in opera del possibile progetto.
Già Manganello, sindaco uscente del Comune di Città della Pieve, aveva creduto in questa scelta sperando nella lungimiranza delle Istituzioni. Ponticelli, punto strategico tra la Regione Umbria e Toscana, sarebbe l’unica fermata dell’alta velocità in Umbria, tutte le altre Regioni già ne hanno una. Inoltre in questa stazione una fermata era già esistente e funzionante quindi il costo per la sua rimessa in funzione sarebbe basso.
I punti di forza di questa scelta sono molteplici: la frazione di Ponticelli fungerebbe da collegamento sia per il Comune di Fabro che per il Comune di Chiusi con le maggiori città italiane, anche Perugia, raggiungibile dalla Pievaiola in soli 40 minuti, ne trarrebbe beneficio.
La stazione di Ponticelli – Città della Pieve è inoltre a pochi Km dai caselli autostradali di Fabro e Chiusi – Chianciano terme, i sindaci Scricciolo e Terzino ritengono pertanto che venga rivalutata attentamente l’individuazione del punto di fermata dell’Alta Velocità, proprio per le potenzialità espresse da quest’area.
I due sindaci, in accordo, auspicano il coinvolgimento del vicino Comune di Chiusi che rappresenta lo scalo più importante tra Roma e Firenze, il quale non deve perdere la sua autonomia conquistata negli anni.
I sindaci Scricciolo e Terzino auspicano una rivalutazione di quest’area, un’apertura verso questa possibilità che darebbe grande slancio economico e turistico a tutto il bacino Umbro, della Bassa Toscana e Alto Lazio.
Una scelta logica, utile e poco dispendiosa, questa la nuova fermata ferroviaria di Ponticelli – Città della Pieve. 

Fausto Scricciolo e Maurizio Terzino

Nella foto: la stazione in linea di Reggio Emilia. L’unica finora esistente in Italia…

32 Flares Twitter 0 Facebook 32 Google+ 0 Email -- LinkedIn 0 Pin It Share 0 32 Flares ×
Mail YouTube

Seguici su Facebook

La nostra newsletter

Loading...Loading...