CLAMOROSO AL RASTRELLO: IL CHIUSINO GIORGIO SOCCIARELLO HA PROVATO A RILEVARE IL SIENA CALCIO. MA GLI E’ ANDATA MALE

mercoledì 23rd, agosto 2023 / 13:44
CLAMOROSO AL RASTRELLO: IL CHIUSINO GIORGIO SOCCIARELLO HA PROVATO A RILEVARE IL SIENA CALCIO. MA GLI E’ ANDATA MALE
0 Flares 0 Flares ×

CHIUSI – A Chiusi Giorgio Socciarello è un personaggio piuttosto noto. E’ stato candidato innumerevoli volte in innumerevoli elezioni. Cominciò con il Psi, poi è transitato per Forza Italia, per le truppe di Casini, infine, alle comunali chisuine del 2021, “trattava” per la ditta di Calenda. Qualche volta è stato pure eletto: un “mago delle preferenze”, a dispetto di un portamento piuttosto dimesso e di un eloquio non esattamente da tribuno delle plebe. Tantomeno della borghesia. Ha lavorato, prima della pensione, come Vigile Sanitario della Asl. Che fosse diventato un imprenditore di grido non lo sapevamo. E a Chiusi, diciamolo, non lo sapeva nessuno. Eppure due giorni fa proprio in questa inusitata veste si è fatto intervistare in Piazza del Campo a Siena da Radio Siena Tv. Motivo? perché risultava tra i 6 pretendenti a rilevare il Siena Calcio, che dopo vari fallimenti si ritrova adesso a ripartire dall’Eccellenza, il punto più basso della sua storia, dice il capo dei tifosi bianconeri organizzati.

Insomma Giorgio Socciarello voleva acquistare il Siena. Che sebbene sia una nobile decaduta, e caduta ormai piuttosto in basso, resta sempre una squadra, un brand, che ha calcato i campi della serie A e ha avuto giocatori come Chiesa, Marchisio, Tudor, D’Agostino, Portanova , Spinazzola, Paloschi…

Non gli è andata bene, alla fine la scelta è caduta su un’altra cordata, quella della Atlas Consulting di Simone Giacomini, ex presidente della Triestina. Socciarello che nell’intervista citata sembrava certo di spuntarla e diceva di avere già l’organigramma pronto, è rimasto al palo.  Ora, è vero che a Siena le “cordate” si fanno anche per vincere il palio (i contradaioli le chiamano “partiti”) e la città ha una certa tradizione in tal senso, ma una cordata facente capo a Giorgio Socciarello, con tutto il rispetto, suona quantomeno strana.  Fino ad ora per qualche stagione ha dato una mano al Chiusi, ma sempre dalla seconda fila. Che fosse un presidente in pectore pronto a far ripartire il Siena, ci stupisce un po’ come un fulmine a ciel sereno. Ci avrebbe stupito anche se avesse provato a rilevare la Rionese…

Il servizio di Radio Siena Tv presenta Socciarello come “imprenditore di Chiusi legato al gruppo di Benedetto Mancini, già interessato al Siena nel 2020”. Mancini, imprenditore del settore turistico termale,  nel mondo del calcio ci ha già provato: Catania, Latina, Rieti, quest’anno il Fano… Operazioni quasi tutte finite male. Con, nel mezzo, anche qualche guaio giudiziario, come l’accusa di bancarotta fraudolenta nel caso del Latina. E’ stato candidato alle comunali di Roma con una lista di centro destra. Socciarello che in politica cambia casacca e cavallo con una certa disinvoltura, come i capitani di ventura del ‘500, probabilmente era la testa di ponte per lo sbarco di Mancini al Siena. Ma l’operazione non è andata in porto.

Adesso che con il Siena gli è andata buca, chissà che Socciarello non faccia un pensierino sul Chiusi per riportare i biancorossi in Promozione e poi in Eccellenza e per farne uno squadrone che tremare il mondo fa…

Se voleva rilevare la società bianconera della città del palio, esponendosi anche davanti alle telecamere, di soldi ne avrà a sufficienza. Anche l’Eccellenza costa. E avrà pure le competenze necessarie, gli appoggi giusti e uno staff di contorno. Se invece era solo un prestanome, una testa di ponte… vabbè, la cosa finirà così come è cominciata, in una bolla di sapone. Che però ci racconta come certe figure, certi personaggi, non si smentiscono mai. Oronzo Canà e il presidente Borlotti sono ancora tra noi…

C’è mancato poco che Chiusi dopo aver scippato la leadership provinciale nel basket con la San Giobbe in A2, dopo aver portato il volley a Siena con la Emma Villas, mettesse le mani anche sul Siena Calcio, con Giorgio Socciarello presidente. Dalla politica al pallone. Solo che in questo caso il pallone, già piuttosto sgonfio, la sindaca Fabio lo ha messo in mano a Giacomini, non a Socciarello…

m.l.

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 Email -- LinkedIn 0 Pin It Share 0 0 Flares ×