CHIUSI, BECCATO IL “VANDALO” CHE DANNEGGIO’ LE FOTO DELLA MOSTRA SUI SOLDATI AZOV

giovedì 13th, ottobre 2022 / 12:03
CHIUSI, BECCATO IL “VANDALO” CHE DANNEGGIO’ LE FOTO DELLA MOSTRA SUI SOLDATI AZOV
0 Flares 0 Flares ×

CHIUSI – Che non fosse stato il vento era evidente. Si trattò, come scrivemmo allora, di un atto vandalico, probabilmente per segnalare e sottolineare un dissenso rispetto ad una iniziativa, che in effetti aveva suscitato perplessità, richieste di spiegazioni e anche qualche polemica: la mostra itinerante con le foto del soldato-fotografo Orest, del Battaglione Azov…Qualcuno strappò alcune delle foto, affisse all’edificio dei lavatoi. Era il mese di agosto. Due giorni dopo la fine del Festival Orizzonti che si era concluso proprio lì ai Lavatoi con n concerto di violino.

Due giorni fa il Comune di Chiusi ha fatto sapere che l’autore dell’atto vandalico è stato individuato e segnalato all’autorità giudiziaria. Si tratta di un quarantenne della zona (N.B. le iniziali rese note) che adesso dovrà rispondere del reato di danneggiamento aggravato.

Il Comune fa sapere che l’individiazione del “vandalo” è stata possibile grazie alle indagini della Polizia Municipale e soprattutto grazie alle immagini riprese dal sistema di videosorveglianza: le famose telecamere piazzate nei punti nevralgici della città e in tutti i punti di accesso. L’allora sindaco Bettollini ne fece piazzare 96 tra centro storico, Chiusi Scalo e frazioni.

L’autore del danneggiamento delle foto della mostra organizzata dal Cine foto club i Flashati, nel compiere il gesto dimostrativo è stato insomma quantomeno poco accorto. Non ha tenuto conto delle telecamere è per i vigili è stato un gioco da ragazzi individuarlo.

Tutto ciò dimostra che il sistema di video sorveglianza funziona, m anche he gli atti vandalici servono a poco o niente. E fanno rischiare conseguenze pesanti a chi li compie. Una cosa è riflettere, discutere, contestare civilmente e politicamente una iniziativa, altra cosa è produrre danni a persone o cose, nascondendo la mano…

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 Email -- LinkedIn 0 Pin It Share 0 0 Flares ×