PIU’ DI 700 MILIONI DI EURO PER STRADE E VIADOTTI IN PROVINCIA DI SIENA. TRA LE OPERE IN PROGRAMMA IL “RIBUSSOLAIA” DI CHIANCIANO E IL CAVALCAFERROVIA DI CHIUSI

giovedì 07th, aprile 2022 / 16:24
PIU’ DI 700 MILIONI DI EURO PER STRADE E VIADOTTI IN PROVINCIA DI SIENA. TRA LE OPERE IN PROGRAMMA IL “RIBUSSOLAIA” DI CHIANCIANO E IL CAVALCAFERROVIA DI CHIUSI
0 Flares 0 Flares ×
PREVISTI INTERVENTI SULLA GROSSETO-SIENA, SULLA SIENA-BETTOLLE-PERUGIA E SULLA 146…
SIENA- Un piano complessivo di investimenti per 548 milioni di euro di nuove opere e per 178 milioni di euro di manutenzione programmata sui 192 km di rete stradale di competenza Anas in provincia di Siena. Lo ha reso noto oggi, nei dettagli l’Amministrazione Provinciale, dopo un incontro tra il presidente Silvio Franceschelli e l’ingegnere Stefano Liani responsabile struttura territoriale Toscana di Anas per la ricognizione periodica sugli interventi. Un incontro al quale erano presenti anche i sindaci di Sovicille, Buonconvento, Monteroni d’Arbia, Chianciano Terme, Chiusi, Montepulciano, oltre ai consiglieri regionali Elena Rosignoli e Anna Paris.
Nell’ occasione, Provincia e Anas hanno messo però un punto interrogativo sulle opere in questione, almeno per quanto riguarda i tempi di realizzazione, questo perché “l’importante piano di investimenti, come noto, potrebbe avere dei rallentamenti a causa del caro materiali nonché nelle stesse difficoltà di reperibilità di alcune materie di base, che verosimilmente potranno causare rallentamenti sulle produzioni dei cantieri programmati”.
“Il prossimo step di aggiornamento sarà tra qualche mese”, ha sottolineato il presidente Silvio Franceschelli annunciando che “con Anas è stato elaborato un modello di ricognizione e partecipazione che ci consente di avere sempre aggiornato il quadro degli interventi programmati e da programmare. Un confronto che si tiene due/tre volte all’anno e che vedrà, in aggiunta, due focus specifici: il primo tra maggio e giugno per valutare lo stato progettuale e la previsione di cantierabilità della S.S. 2 Cassia; l’altro, ad ottobre, sui temi della viabilità Anas nell’area della Val di Chiana e sgc E 78”.
Nello specifico le Nuove opere sono:
– S.G.C. E78 Grosseto Fano lotto 4, intervento in corso di esecuzione per un importo di 105,52 milioni di euro. L’intervento prevede l’adeguamento a 4 corsie della S.s. 223 di Paganico dal km 27+200 al km 30+040. Il progetto del lotto 4 si sviluppa per una lunghezza di 2,8 km, mediante la realizzazione di una nuova carreggiata in affiancamento all’esistente, nonché un sistema di viabilità complanari, per il raccordo con le viabilità locali, con bonifica da ordigni bellici e galleria in loc. Poggio Tondo.
– S.G.C. E78 Grosseto Fano. Adeguamento a 4 corsie 2 lotto nel tratto Ruffolo-Armaiolo (siamo sulla Siena-Bettolle, ndr) per un importo di 5,3 milioni di euro. Un intervento di prossimo avvio con la realizzazione di un sovrappasso ferroviario in località Pian delle Cortine.
– S.G.C. E78 Grosseto Fano. Tratto 1 Grosseto- Siena. Interventi di miglioramento della galleria Casal di Pari per un importo di 35,14 milioni di euro. La consegna dei lavori, ormai prossima, sarà disposta al termine delle attività di monitoraggio ambientale ante operam e la predisposizione per il monitoraggio post operam e strutturale. L’appalto è compreso tra quelli nelle competenze del Commissario straordinario Massimo Simonini. Durata dei lavori prevista 18 mesi.
– S.G.C. E78 Grosseto Fano. Tratto 1 Grosseto-Siena. Lotto 9, gara in corso, per intervento di adeguamento a quattro corsi, per un importo di 195,77 milioni di euro, dal km 41+600 al km 53+400. Sono in corso le attività necessarie per l’acquisizione delle aree oggetto di esproprio. Procedura prevista entro aprile 2022. Sono di prossimo avvio le attività di bonifica da ordigni bellici. Opera commissariata.
– S.G.C. E78 Grosseto Fano tratto Siena-Bettolle. Adeguamento a quattro corsie del tratto Siena-Ruffolo Lotto 0 per un importo di 247 milioni di euro di cui solo 20 già finanziati. L’intervento prevede il raddoppio delle esistenti due corsie, per uno sviluppo di 4,5 km e la realizzazione di due svincoli e diverse opere principali (2 gallerie e 6 viadotti). Progetto definitivo in fase autorizzativa, durata lavori 36 mesi, appaltabilità prevista nel 2023.
– S.S. 2 Cassia. 1 Lotto Siena viadotto Monsindoli sulla SS223 di Paganico – svincolo di Monteroni d’Arbia Nord. Intervento finanziato per un importo di 100 milioni di euro per la realizzazione del collegamento tra la E78 Siena Grosseto con lo svincolo di Monteroni Nord in corrispondenza dell’inizio del 2 lotto della SS2 Cassia. A seguito del rientro nelle competenze Anas, e del finanziamento dell’opera, sono state affidate le attività di progettazione per il riappalto e il completamento e affidamento dei lavori. Progettazione esecutiva avviata il 22 febbraio 2022.
– Rete Anas Toscana in provincia di Siena Interventi di manutenzione programmata 2020/2022 per un investimento complessivo di 178 milioni di euro su 192 km di strade di cui 19 km di raccordo autostradale. Gli interventi ultimati corrispondo a oltre 54 milioni di euro, mentre 124 milioni di euro sono interventi in fase di progettazione. Tra le opere maggiori il ripristino del viadotto Ribussolaia a Chianciano Terme, il cavalcavia Ferrovia di Chiusi, la rotatoria in corrispondenza del bivio di San Biagio a Montepulciano, manutenzioni a viadotti, ponti e cavalcavia.
Si tratta di interventi che per il 49% riguardano opere maggiori (88 milioni di euro), per il 37% il piano viabile (65 milioni di euro), per il 7% opere complementari (12 milioni di euro); per il 6%  barriere di sicurezza (11 milioni di euro); infine gli impianti per l’1% (1,4 milioni di euro).
Venti gli interventi già completati ad ottobre 2021, trentanove quelli in corso o in fase di progettazione. In particolare, sul raccordo autostradale Bettolle – Perugia sono previsti interventi di manutenzione programmata per oltre 24 milioni di euro (il 77% per opere maggiori e il 23% per barriere di sicurezza); sulla S.S. 2 Cassia interventi per oltre 39 milioni di euro (il 92% per opere maggiori e l’8% di opere complementari), sulla S.S. 146 di Chianciano oltre 12 milioni di euro (il 71% per opere maggiori, il 15% per barriere di sicurezza, il 14% per opere complementari); sulla S.S. 674 tangenziale Ovest di Siena oltre 6 milioni di euro (il 79% in opere maggiori e il 21% in impianti). Infine, sulla S.S. 715 Siena-Bettolle interventi per oltre 35 milioni di euro (il 62% sul piano viabile, il 37% in opere maggiori, l’1% in opere complementari).
Una pioggia di milioni di euro e una mole di cantieri mai vista dai tempi della ricostruzione post bellica e forse dalla costruzione dell’autrostrada nei primi anni ’60. Si tratta di opere che dovrebbero rendere più agevole, rapido e sicuro il collegamento fra tre città (Grosseto, Siena, Perugia), quindi il collegamento Tirreno-Adriatico. Ma anche di opere rilevanti sulla rete stradale provinciale (Cassia, Sr 146 che collega Chiusi a Chianciano e Montepulciano arriva a San Quirico d’Orcia) e su due viadotti: quello di Chianciano, chiuso al transito dal 2018 per problemi strutturali e quello di Chiusi, costruito nel 1986 è già oggetto negli anni scorsi di interventi straordinari di manutenzione. Da capire semai, se l’intervento previsto sul cavalcaferrovia sarà un’opera di manutenzione o se invece si tratti di opera dettata da criticità della struttura. In tal caso non sarebbe una gran bella notizia.
Più di 700 milioni di euro comunque non sono bruscolini… per una provincia come quella di Siena è una cifra enorme, che significa maggiore sicurezza stradale, collegamenti più rapidi, ma anche lavoro, reddito per le imprese e le maestranze che opereranno nei cantieri. Quel dubbio sui tempi e sulla reperibilità dei materiali è un neo, legato anche alle problematiche indotte dalla guerra in Ucraina… Ed è uno dei danni della guerra anche sulla nostra economia.
0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 Email -- LinkedIn 0 Pin It Share 0 0 Flares ×
Consorzio di bonifica