CHIUSI, L’AMMINISTRAZIONE SONNINI RISPONDE AD ACEA: “RICHIESTE INFONDATE, NULLA E’ DOVUTO”. E’ LA STESSA POSIZIONE DI BETTOLLINI

lunedì 28th, marzo 2022 / 16:24
CHIUSI, L’AMMINISTRAZIONE SONNINI RISPONDE AD ACEA: “RICHIESTE INFONDATE, NULLA E’ DOVUTO”. E’ LA STESSA POSIZIONE DI BETTOLLINI
0 Flares 0 Flares ×

CHIUSI – Giovedì scorso, 24 marzo, si è tenuto il consiglio comunale. L’assemblea elettiva ha approvato il regolamento per il Question Time, ovvero la possibilità di discutere con la modalità domanda-risposta in tempi prestabiliti e in apposita seduta, temi di interesse pubblico posti anche da parte dei cittadini. La proposta, avanzata dalla lista Chiusi Futura trova dunque, per la prima volta, applicazione. Il gruppo di opposizione composto da Lucia Lelli e Francesca Capuccini si ascrive il merito della questione. “E’ grazie all’azione di Chiusi Futura che esiste oggi il question time!” dice Francesca Capuccini, lasciando intendere che senza l’inizitiva del suo rassemblement la cosa non sarebbe andata in porto. 

Meno soddisfatto il gruppo di minoranza sulla risposta data dal Sindaco Sonnini ai legali di Acea, in merito alla richiesta della stessa Acea Ambiente di riavere indietro i 2 milioni e mezzo di euro sborsati per acquisire il terreno nell’area ex centro carni  in cui avrebbe dovuto realizzare il famigerato “carbonizzatore”, progetto per la verità ritirato da Acea dopo l’inchiesta pubblica regionale che ne aveva messo in luce parecchie falle.

Nelle comunicazioni iniziali al Consiglio, il sindaco Sonnini ha comunicato che l’amministrazione ha risposto ad Acea contestando la sua versione dei fatti e respingendo ogni richiesta di risarcimento, in quanto, secondo il Comune “infondata”. Per la Giunta dunque “nulla è dovuto” .

In sostanza l’Amministrazione Sonnini, sulla vicenda, ha assunto in toto la posizione dell’amministrazione precedente. E anche quella sostenuta su queste colonne, quando Acea richiese il risarcimento e pure le spese legali.

Secondo Chiusi Futura,  Sonnini & C. avrebbero dovuto rispondere in maniera più puntuale, punto per punto e non con due righe alla “diffida” di Acea:  “Viene il dubbio se i nuovi amministratori abbiano compreso la serietà della questione” scrive ancora la consigliera Capuccini nel comunicato del suo gruppo.

In ogni caso la risposta fornita da Sonnini appare netta. E perfettamente in linea con quanto sempre sostenuto dal Comune, anche sotto la gestione Bettollini. A qualcuno della maggioranza forse ciò non farà piacere, dato che la nuova coalizione con dentro Podemos e M5S è nata proprio sull’onda della critica a Bettollini per il caso Acea, assunto come paradigma di un errore strategico e come spartiacque per cambiare strada.

Il “cambio di manico” su questa vicenda per ora è in totale continuità, almeno per quanto riguarda gli eventuali aspetti procedurali e legali della questione e ciò significa che la nuova amministrazione non getta alle ortiche ciò che ha fatto l’amminisrazione precedente e non si pone in totale contrapposizione o alternativa ad essa. Chi su questo leitmotiv ha costruito la campagna elettorale ha, adesso, qualche motivo di riflessione.

 

 

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 Email -- LinkedIn 0 Pin It Share 0 0 Flares ×