BASKET, LA QUINTA SINFONIA DELLA SAN GIOBBE CHIUSI. BATTUTA ANCHE LA CAPOLISTA SCAFATI. MERCOLEDI’ ARRIVA FERRARA

lunedì 14th, febbraio 2022 / 10:11
BASKET, LA QUINTA SINFONIA DELLA SAN GIOBBE CHIUSI. BATTUTA ANCHE LA CAPOLISTA SCAFATI. MERCOLEDI’ ARRIVA FERRARA
0 Flares 0 Flares ×

CHIUSI – E sono cinque! Cinque vittorie consecutive. Roba da urlo. La Umana San Giobbe Chiusi la sua quinta sinfonia l’ha suonata alla capolista Scafati. Non poteva esserci battesimo migliore per il nuovo nome del Palasport chiusino, diventato la settimana scorsa “Estra Forum” in forza di un accordo tra la società di gestione della struttura e Estra, azienda numero uno della Provincia.

Una vittoria pazzesca. Ma non fortunosa, neanche frutto di un colpo di genio o di culo, come fu il colpo di fionda di Davide contro Golia. Una vittoria frutto di organizzazione, buona manovra e dominio per buona parte della gara. Una vittoria che vale molto di più dei punti in palio (e in classifica) per molti motivi: 1) vincere contro la capolista non è mai facile ed è sempre un’impresa; 2) Scafati non ha regalato niente e non è venuta a Chiusi in gita domenicale; 3) la formazione chiusina non solo ha dominato buona parte della partita, ma non è sbandata, non ha alzato le braccia dopo la rabbiosa e straordinaria rimonta degli ospiti che da -12 si sono portati sul + 1  a 2 minuti dalla fine, anzi ha retto l’urto e con sagacia e freddezza ha piazzato i punti finali  che hanno sancito il trionfo, dalla lunetta, proprio sulla sirena. Ci vuole sangue freddo in certi frangenti.

Abbiamo parlato di sinfonia. Possiamo dire anche suite americana, perché i due statunitensi Medford e Wilson sono stati immensi, per i canestri messi a segno, ma anche per sagacia tattica e recuperi. Wilson anche top scorer del match con 23 punti. L’ha chiusa lui. Il migliore dei campani, Ambrosin, si è fermato a 20 (ottimo giocatore, comunque).

Nella truppa di coach Bassi ottima prova anche per Raffaelli, sempre più intraprendente e autore di 11 punti, Musso (10), Pollone (micidiale nei tiri da 3 e anche nei liberi: 10 punti anche per lui), Fratto, che ha fatto sentire la sua esperienza e la giusta cattiveria…

Con i due punti conquistati ieri al cospetto e a danno della prima della classe, la Umana San Giobbe sale a quota 22: quarto posto in solitaria, ad un solo punto da Verona, due da Ravenna (che ha una partita in meno) e 4 da Scafati. Alzi la mano chi a inizio campionato avrebbe scommesso 2 euro su una posizione del genere a questo punto del torneo. E su 5 vittorie consecutive, tutte ottenute con prestazioni molto robuste sotto l’aspetto tecnico e anche sotto l’aspetto caratteriale. Ormai la San Giobbe non è più la cenerentola impazzita della A2, è una realtà. Un po’ come l’Atalanta in serie A…

Fra due giorni, mercoledì 16, i Chiusi Bulls tornano in campo, ancora all’Estra Forum. Si gioca il recupero della prima giornata di ritorno. Avversario Ferrara, che ieri ha strapazzato 89-69  il fanalino di coda Fabriano e in classifica è sesta con 18 punti.

Una gara che si annuncia per nulla semplice, con gli emiliani che vorranno vendicarsi della sconfitta subita in casa all’andata. Per la San Giobbe, dopo 5 vittorie e soprattutto dopo una vittoria come quella straordinaria contro la capolista Scafati, il rischio è quello di un… attimo di rilassamento. Ma è anche vero che l’appetito vien mangiando e che “vincere aiuta a vincere”. Medford & C. ci hanno preso gusto. Hanno dimostrato di potersela giocare con qualunque avversario. Ieri, per esempio, contro Scafati, all’inizio un minimo di timore reverenziale i Bassi Boys lo hanno mostrato, sono entrati in campo un po’ contratti e sembravano sul punto di arrendersi prima ancora di cominciare a giocare (il parziale di 8-22, nel primo quarto sembrava il segnale di una partita senza storia) e invece piano piano hanno ripreso fiducia e hanno cominciato a macinare gioco e punti. Cosa che hanno fatto anche in altre gare. La “tigna”, la capacità di rimanere in partita e di non mollare mai, sta diventando un tratto distintivo della squadra. Ed è un bel vedere, l’Estra Forum di Chiusi un bel palcoscenico, dove vanno in scena emozioni forti. La gente del territorio comincia ad incuriosirsi e comincia anche a venire a vedere cos’è ‘sto meteorite San Giobbe caduto su Chiusi…

m.l.

Il tabellino: 

Umana San Giobbe Chiusi – Givova Scafati 74-71 (13-22; 25-12; 22-19; 14-18)

Chiusi: Criconia, Fratto 5, Musso 10, Biancotto, Medford 13, Braccagni, Maganza, Pollone 10, Wilson 23, Raffaelli 11, Possamai, Ancellotti 2 Capo All. Bassi Primo Ass. Fabrizi

Scafati:  Mobio, Daniel 13, Parravicini 2, De Laurentiis 4, Ambrosin 20, Clarke 11, Raucci 3, Monaldi 10, Cucci 5, Ikangi 3 Capo All. Rossi Primo Ass. Nanni

Arbitri Wessermann, Perocco, Pellicani

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 Email -- LinkedIn 0 Pin It Share 0 0 Flares ×