BASKET, TRIONFO SAN GIOBBE: CHIUSI IN SERIE A2!

giovedì 24th, giugno 2021 / 10:12
BASKET, TRIONFO SAN GIOBBE: CHIUSI IN SERIE A2!
0 Flares 0 Flares ×

CHIUSI – E’ fatta. Chiusi è in serie A2 di basket. Quasi in cima alla vetta. In un posto in cui giocano professionisti veri. Chiusi oggi, giugno 2021, è davanti a Siena che nel basket ha dettato legge per 10 anni… A solo 10 giorni dall’inaugurazione e dalla prima partita della serie di finale play off contro Agrigento, nel nuovissimo PalaPania, la San Giobbe ha fatto sua la “bella” vincendo 69-62 una partita tirata, nella quale ha dovuto per larghi tratti inseguire gli avversari.

Sotto anche di 9 punti (27-36), la formazione chiusina ha saputo aspettare, soffrire e rimontare, con Pollone (ottimo nei tiri da 3), Raffaelli e Berti su tutti, fino a prendere in mano la gara nel quarto parziale e chiuderla con caparbietà e freddezza.

Festa grande, alla fine in campo, coi i ragazzi di Bassi che si sono portati a casa le due retine dei canestri per ricordo di una giornata straordinaria che resterà nella loro storia sportiva e professionale.  Bel colpo d’occhio anche il Palasport nuovo di zecca quasi gremito, e con un tifo caloroso.

La San Giobbe, lo abbiamo scritto più volte, con Chiusi c’entra ancora poco, ci gioca, e non è un’inezia, ma la squadra è di… Venezia e non ha né giocatori del posto, né radicamento, anche se i ragazzi del basket si sono in qualche modo integrati, vivendo in loco, soprattutto a Montallese. E la frazione di Montallese ieri c’era in massa al PalaPania, perché la San Giobbe del sindaco Brugnaro ha portato lavoro con la mega stalla e integrazione di reddito con il basket (una decina di appartamenti in affitto per esempio…). I montallesani la sentono come una squadra loro…

Ma il successo e l’ascesa all’Olimpo, si sa, porta sempre con sé attenzioni inusitate. Successe anche con la Emma Villas del presidente Bisogno, negli anni in cui dalla serie C scalò tutte le categorie, una dopo l’altra, fino ad approdare in Superlega…  Sugli spalti infatti anche ieri, gente mai vista in un palasport nei 30 anni precedenti e che di sicuro non aveva ben chiare le regole sulle infrazioni di passi o sui tiri da 3 o da 2 punti… Anche questo però è il bello dello sport. E il basket è uno sport adrenalinico, perché è veloce e perché prevede il colpo di genio, la giocata individuale, il tiro a canestro dell’ultimo secondo, sul suono della sirena… Certo, più facile appassionarsi ad una squadra che vola in serie A, piuttosto che a formazioni che per decenni stanno onestamente in serie C come è successo alla storica Vitt Chiusi di Volley. Anche questa è una legge dello sport, ingiusta magari, ma così è.

Adesso il nome di Chiusi sarà tutti i lunedì sulla Gazzetta e sul Corriere dello Sport. Farà capolino nelle cronache di Bagatta su Sport Italia, sarà su tutti i canali tematici e le riviste di basket. Non sappiamo quanti degli ero della storica promozione conquistata ieri, rimarranno alla San Giobbe anche in A2. Né chi arriverà a rinforzare la squadra per giocare nella serie superiore. Vedremo. Ci resteranno però i chiusini che in queste due stagioni si sono impegnati nella società e adesso stanno a bordo campo in divisa, giacca nera e cravatta rossa, come Silvano Nocchi che è appassionato di basket da sempre, o Lorenzo Trabalzini  e Giuseppe Trettel…

Di Chiusi nella San Giobbe c’è poco, ma qualcosa c’è e a giudicare dal tifo di ieri, il “calore” e la presenza locale può crescere. Anche per il nuovo palasport, attualmente in gestione provvisoria, avere la certezza di un “inquilino” che gioca in serie A2 può rappresentare un ottimo punto di partenza e una certezza. Il sindaco veneziano Brugnaro, proprietario della squadra nella zona ha investito molto, con la stalla e con Umana, ma anche con il basket, non sembra voglia fare solo la meteora, ha dimostrato di saperci fare, con risultati strabilianti sia con la Reyer, al massimo livello, sia con questa avventura chiusina .  Certo non è del posto, non ha l’empatia di Giammarco Bisogno, politicamente è anche … urticante, ma diciamolo, pure i presidenti di Juve, Inter, Napoli o Fiorentina non sono mostri di simpatia, ma la gente il tifo per le loro squadre lo fa lo stesso…

Adesso che ha portato Chiusi in serie A2, la San Giobbe, ci scommettiamo, sarà un po’ meno corpo estraneo, calato in questo lembo di terra chissà da dove… E crescerà la febbre del basket, che è un bello sport. Anzi, Chiusi può anche diventare un punto di riferimento per tutti gli appassionati della pallacanestro sparsi nel territorio, compresi gli “orfani” della gloriosa Mens Sana (poi Sapori e Montepaschi) Siena.

Per la storia che ha, per la passione che Chiusi ha sempre avuto, fin dagli anni ’50 per il Volley ci piacerebbe vedere nel nuovo Palapania anche una pallavolo in crescita. Le ragazze della Vitt stanno facendo bene… giocano in B2, il maschile invece è pressoché scomparso ed è un peccato, una ferita che fa male e che crediamo vada rimarginata. L’impianto è bello. Un palasport così, nella zona non ce l’ha nessuno. E anche quello vecchio non è male. La dotazione di strutture aiuta a crescere e a migliorare.

m.l.

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 Email -- LinkedIn 0 Pin It Share 0 0 Flares ×