SIENA, IL TEAM DI RINO RAPPUOLI TROVA L’ANTICORPO MONOCLONALE CHE DIVENTERA’ FARMACO ANTI COVID.

giovedì 15th, ottobre 2020 / 11:01
SIENA, IL TEAM DI RINO RAPPUOLI TROVA L’ANTICORPO MONOCLONALE CHE DIVENTERA’ FARMACO ANTI COVID.
0 Flares 0 Flares ×

SIENA – La notizia c’è ed è una gran bella notizia: “L’anticorpo monoclonale più potente al mondo in grado di sconfiggere il Covid 19 è stato individuato. Si tratta di un anticorpo in grado di fare prevenzione e svolgere funzione terapeutica nell’uomo”. E questo è avvenuto nei laboratori TLS di Siena e precisamente grazie a Rino Rappuoli e al suo team di giovanissimi ricercatori. 

La notizia è uscita su vari siti on line e l’ha data ieri con un post sul suo profilo facebook anche il consigliere regionale Stefano Scaramelli che, insieme alla moglie Francesca, è tra i 20 pazienti guariti dal Covid che a luglio donarono il proprio sangue per consentire la ricerca del team di Rappuoli.

“Nell’andare avanti coi mesi sono state poi individuate oltre 4.000 cellule che nelle 20 persone avevano complessivamente prodotto circa 450 anticorpi. Questi sono stati testati, e tra loro, lo scorso luglio, furono individuati i 3 più promettenti e capaci di neutralizzare le due varianti del virus SARS-CoV-2. Oggi la definizione del migliore dei 3. Inizia adesso la corsa contro il tempo. La produzione del farmaco realizzato grazie alla clonazione degli stessi anticorpi. Nelle prossime settimane verranno eseguiti i test sull’uomo che potranno e dovranno fare la differenza”, scrive Scaramelli. “Se tutto andrà bene, in primavera, Siena, la nostra gente, i nostri scienziati, il nostro sangue, le nostre istituzioni avranno regalato al mondo la soluzione in grado di mettere fine alla pandemia più grande che l’uomo abbia mai conosciuto” conclude l’ex sindaco di Chiusi, ricordando che lo stesso Rappuoli, scienziato di fama mondiale, insignito di numerosi riconoscimenti, è un “prodotto di queste terre” non solo perché opera a Siena, ma anche perché originario di Radicofani.

L’anticorpo selezionato si chiama MAD0004J08. I test clinici partiranno entro fine 2020. Lo annuncia lo stesso laboratorio Toscana Life Sciences coordinato da Rino Rappuoli a Siena. “La scelta dell’anticorpo candidato farmaco è frutto della fase di sviluppo del prodotto che si è concentrata nel verificare non solo gli aspetti scientifici ma anche gli aspetti relativi alla produzione della terapia a base di anticorpi monoclonali umani selezionati a partire dal sangue di pazienti guariti da COVID19,  afferma Fabrizio Landi, Presidente di Fondazione Toscana Life Sciences, il quale riferisce anche che “il lavoro d ricerca anche dopo l’individuazione dei tre anticorpi più promettenti e del “candidato farmaco” già in fase di produzione in formato GMP (Good Manufacturing Practice) nello stabilimento Menarini di Pomezia continua, affinché si possano avere sempre maggiori risposte nel percorrere la strada per combattere SARS-CoV-2″.

Il 6 settembre scorso il ministro della Salute Roberto Speranza, insieme al presidente della Regione Toscana, fece visita al polo tecnologico senese che sta lavorando al Progetto MabCo19, per il quale il Governo ha stanziato 80 milioni di euro nel 2020, a cui si aggiungeranno 300 milioni per il 2021.

Il progetto MabCo19 prevede di affiancare al già esistente gruppo di ricercatori, dedicato allo sviluppo di anticorpi monoclonali e vaccini, anche un impianto, che sarà capace di produrre lotti pilota per la prova clinica sull’uomo e un numero sufficiente di dosi per un primo intervento a supporto di eventuali emergenze sanitarie.

Insomma la soluzione si avvicina. E parte da Siena, da quel gruppo di “ragazzi di via Fiorentina” che, se la “cura” funzionerà (e sembra di sì) tra qualche anno potrebbero essere ricordati, per il contributo dato ad una battaglia epocale per l’umanità,  con la stessa deferenza riservata ai “ragazzi di Via Panisperna”.

m.l.

Nelle foto: in copertina il team del prof. Rappuoli e Rino Rappuoli

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 Email -- LinkedIn 0 Pin It Share 0 0 Flares ×
Consorzio di bonifica