A LUGLIO ESCE UN ALBUM IN OMAGGIO A ANDY GILL, CHITARRISTA DEI GANG OF FOUR. UN EROE DEL LARS ROCK FESTIVAL MORTO DI COVID

venerdì 05th, giugno 2020 / 11:22
A LUGLIO ESCE UN ALBUM IN OMAGGIO A ANDY GILL, CHITARRISTA DEI GANG OF FOUR. UN EROE DEL LARS ROCK FESTIVAL MORTO DI COVID
0 Flares 0 Flares ×

CHIUSI –  Era il 7 luglio del 2017. Ai giardini pubblici di Chiusi Scalo c’era il Lars Rock Fest. Sul palco una band storica del post punk inglese: The Gang of Four. La Banda dei Quattro. Che non si risparmiò. Scrivemmo così, su queste colonne il giorno dopo, aggiungendo: “E si è capito perché alcune riviste cult abbiano più volte scritto che che la band inglese è tra quelle che hanno cambiato il mondo e la musica, influenzando altre formazioni e altri artisti come i R.E.M. o Kurt Kobain… Chitarra tagliente, basso pulsante, batteria robusta, più la voce intrigante di John “Gaoler” Sterry a tenere insieme il tutto. Gran movimento sulla scena e grande ritmo. Volume alto. Ma tutt’altro che rumore molesto. Andy Gill, unico “socio fondatore” della band è ancora lui, come alla fine degli anni ’70. E gli altri (Thomas Mc Niece al basso e Johnny Finnigan alla batteria) non sono da meno. Chiusi si ricorderà a lungo della loro performance al Lars, come di quella dei Wire un anno fa e prima ancora della Pfm, di Tony Esposito e degli Stormy Six invece “infiammarono” vecchie feste de l’Unità o dei giovani comunisti, sempre lì, in quello stesso spazio dei giardini di Chiusi Scalo. Ha suonato per più di un’ora e mezza, fin quasi all’una di notte The Gang of Four e il pubblico ha apprezzato”.

Purtroppo nel febbraio scorso Andy Gill (al centro nella foto) se n’è andato. Dalla vita, non dalla band, stroncato a 64 anni a Londra da problemi respiratori. Probabilmente coronavirus. Uno degli eroi del Lars Rock Fest che va a raggiungere tutti gli altri musicisti nelle praterie di Manitù. Ma il 17 luglio, praticamente a tre anni esatti dalla performance dei Gang of Four a Chiusi, uscirà un Ep della storica band, intitolato “Anti Hero” che conterrà gli ultimi brani registrati da Andy Gill. Insomma un omaggio della band al suo storico chitarrista e cofondatore.

L’intero ricavato dalle vendite del disco, che include anche una canzone, Day Turns to Night, scritta dal cantante John Sterry dopo la morte di Gill, andrà in beneficenza.
L’artwork è di Shepard Fairey, più semplicemente Obey, che rappresentò Barak Obama durante la corsa alla Casa Bianca con la famosissima scritta raffigurante la parola “hope”. L’ultimo disco dei Gang Of Of Four risale al 2019 e si intitola Happy Now.

 

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 Email -- LinkedIn 0 Pin It Share 0 0 Flares ×