CHIUSI, 4 FINALI DA GIOCARE PER EVITARE I PLAY OUT. FINALE IN APNEA PER GLI AUTARCHICI

lunedì 25th, marzo 2019 / 15:27
CHIUSI, 4 FINALI DA GIOCARE PER EVITARE I PLAY OUT. FINALE IN APNEA PER GLI AUTARCHICI
0 Flares 0 Flares ×

CHIUSI – Finalmente una vittoria pesante e di prestigio per il Chiusi che ieri, al Comunale “F. Frullini” ha battuto 2-1 il Mazzola Valdarbia, secondo in classifica. Entrambi i gol portano la firma di Fanfano. Un risultato che ci voleva dopo. I biancorossi non vincevano dal 24 febbraio. Un mese esatto (2-1 alla Castelnuovese). Poi due sconfitte a Terranuova e a Firenze Ovest e pari in casa con il Montalcino. Un campionato in altalena quello della formazione di Testini con ottime prestazioni e tonfi clamorosi e molte gare così così. Il tutto dovuto a fattori più volte esplicitati anche su queste colonne: una serie di infortuni, la rosa giovane con diversi millennials ecc. I tre punti di ieri sono una bella boccata d’ossigeno, e anche una bella iniezione di fiducia, ma il Chiusi non è ancora matematicamente salvo. Il rischio play out non è del tutto scongiurato. Sarebbe evitato se la terzultima chiudesse 10 punti sotto la quartultima (allora sarebbero tre retrocessioni dirette, senza play out) oppure se rimanesse quint’ultimo, con le ultime due distaccate di oltre 10 punti. In tal caso ci sarebbe un solo play out, tra quart’ultima e terz’ultima.

Mancano 4 gare al termine della stagione. E come si suol dire, saranno 4 finali. A partire dalla prima, domenica prossima, sul campo, sempre ostico del Cortona Camucia che è in piena zona play off e non vorrà certo rinunciare a giocarsi la possibilità di salire in Eccellenza, cosa che era nei programmi di inizio campionato.  Poi Bibbiena (penultimo) in casa, Subbiano (la concorrente da tenere a distanza) fuori e infine il fanalino dIcoda Arno Laterina in casa.

I due incontri in casa con le ultime due sono gare da punteggio pieno. Senza se e senza ma. Ma i Testini Boys dovranno tentare di portar via tre punti anche da Subbiano e magari uno da Cortona.

Sarà dura, ma ce la possono fare. Anche perché pure le altre concorrenti hanno scontri diretti e partite con le prime della classe. Meglio però non fare calcoli. Serviranno grande concentrazione e nervi saldi. I conti si fanno sempre alla fine.

Hanno invece finito la benzina gli Autarchici di mister Mazzuoli che nelle ultime 5 gare hanno racimolato solo due punticini (pareggio 1-1 a Piazze e a Terontola e 3 sconfitte con Acquaviva e Pienza in casa e a Guazzino fuori). L’assenza di Jacopo Strano per infortunio ha tolto equilibrio, geometrie e fosforo alla squadra che  non riesce più ad esprimersi come nei mesi scorsi.

Quello della Asd Città di Chiusi resta un campionato di buon livello, anche oltre le aspettative, ma i sogni di gloria e di promozione accarezzati intorno al giro di bora quando la squadra sembrava una schiacciasassi inarrestabile dovranno essere riposti nel cassetto e se mai rimandati al prossimo anno. Gli Autarchici sono quinti in classifica a 39 punti. Sarebbero in zona play out, ma con le prime due a 64 e 58 punti, con un vantaggio di 17 punti sulla terza si avranno due promozioni dirette e arrivederci a tutti. Potrebbe farcela invece ad evitare i play out il Cetona 1928 che vincendo ieri in casa contro la Monterchiese Ercolana si porta a due punti dalla soglia salvezza… Mancano 4 gare, con 12 punti in palio. Tutto può succedere. Spacciato, ormai il Montallese, fermo a quota 14.

 

 

 

 

 

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 Email -- LinkedIn 0 Pin It Share 0 0 Flares ×