BASKET: LA SAN GIOBBE FA BOTTINO PIENO A CIVIDALE, BOLPIN EROE DI GIORNATA

lunedì 19th, dicembre 2022 / 11:18
BASKET: LA SAN GIOBBE FA BOTTINO PIENO A CIVIDALE, BOLPIN EROE DI GIORNATA
0 Flares 0 Flares ×

CHIUSI – A 16 secondi dalla fine le due squadre sono in parità: 60-60, a 2 secondi e 4 dal termine Cividale mette dentro il canestro del 62-60 sembra fatta per i padroni di casa, ma a fil di sirena, nell’ultimo attacco Riccardo Bolpin tira fiori il coniglio dal cilindro, come il migliore dei prestigiatori e infila la tripla del sorpasso e della vittoria chiusina. Cose che nel basket succedono. Ma non tanto facilmente. Così la truppa di coach Bassi chiude nel migliore dei modi il girone di andata, torna dal Friuli con due punti in tasca preziosissimi e il morale alle stelle, per affrontare mercoledì, tra le mura amiche la formazione di Nardò, nella prima di ritorno.

A Cividale i “chiusi bulls” sono partiti male, con il freno a mano tirato. I friulani infilano triple che è una bellezza e la San Giobbe non riesce a reagire e a trovare, come si suol dire , il bandolo della matassa. Sull’11-3 Bassi chiede time out, per riorganizzare le idee… Il primo quarto si chiude 16-6. Lo scontro sembra impari.  Ma la squadra di Chiusi aumenta i giri, comincia ad ingranare e trova il primo vantaggio sul 28-30. La pausa lunga vede ancora la San Giobbe in vantaggio: 32-35. Ed è avanti +3 anche alla fine del terzo periodo (51-54). Il quarto parziale è una lotta, con i “torelli” di Bassi che faticano a centrare il canestro e Cividale che si rifà sotto e sorpassa sul 57-56 a meno di 3 minuti dalla fine. Pari sul 58-58 e 60-60… Per i tifosi deboli di cuore è dura. Gli ultimi secondi tutti in apnea con il fiato sospeso. Come già raccontato la chiude Bolpin, con il tiro della domenica. Prosecco più che meritato negli spogliatoi. Il colpo del veneziano ha evitato i supplementari ha trasformato una sconfitta che sembrava ormai certa in una vittoria inusitata e esaltante. Chiusi rimedia subito, andando a vincere fuori casa, alla batosta subita all’Estra Forum domenica scorsa contro Ferrara. Vittoria pesante anche perché ottenuta contro la rivelazione del campionato e in un campo che finora era stato un vero e proprio fortino.

In classifica la Umana San Giobbe Chiusi è adeso al 10° posto, con 10 punti (pari merito con San Severo che però è avanti grazie allo scontro diretto, Rimini e Mantova che invece sono dietro, per lo stesso motivo). Nardò, prossima avversaria, è ottava con 14 punti. Una vittoria, mercoledì 21, dimezzerebbe il gap e farebbe fare alla truppa chiusina un Natale più che tranquillo.

Sul piano dei singoli, la partita di Cividale, al netto della fatica nell’andare a segno, ha riconsegnato alla San Giobbe un Medford più in palla rispetto alle ultime due-tre gare. L’americano è tornato ad essere il top scorer della squadra con 18 punti personali, seguito dall’ottimo e sempre più intraprendente Bolpin (14) e da Utomi (13).  Bene anche capitan Bozzetto, in crescita Possamai.

Coach Bassi ha elogiato i suoi ragazzi nel post partita, soprattutto per la buona fase difensiva. Ecco il suo commento:

“Complessivamente abbiamo fatto una buona partita. Abbiamo faticato a fare canestro e questo è un altro tipo di aspetto. I ragazzi hanno rispettato il game plan, sono stati bravi in difesa anche quando la palla non entrava e non è mai banale in questo sport continuare a difendere quando non fai mai canestro. La difesa ci ha sorretto, poi abbiamo vinto con un episodio indiscutibilmente fortunato, ma è anche la prima cosa fortunata che ci capita da agosto. E sinceramente me la prendo volentieri. Il bilancio del girone di andata non può essere positivo; chiudiamo però il girone di andata con una grandissima vittoria su un campo difficile e contro una delle migliori squadre del campionato e spero che questo ci dia morale. Non avremo troppo tempo per festeggiare perché tra settantadue ore ci aspetta una partita a dir poco importante. Necessario recuperare energie dopo un viaggio che sarà lunghissimo. Testa bassa, godiamoci il successo, ma poi subito a lavorare. Questi due punti devono darci anche coraggio ed entusiasmo. Ma tutto parte dal lavoro; questa settimana è stata la migliore da questo punto di vista ed evidentemente ogni tanto il lavoro paga”. 

Il lavoro paga, ha ragione Bassi. E paga anche la tigna, la volontà, la capacità di restare a galla anche quando davanti non ti gira bene.  E la crescita, anche sotto l’aspetto dell’autostima, della consapevolezza, di alcuni giocatori (potremmo dire di tutti) ne è specchio fedele. La classifica dice 10 punti, 5 vittorie e 8 sconfitte in 13 gare disputate. Ma delle 8 sconfitte, 5 sono arrivate nelle prime 5 partite. Delle successive 8, la formazione chiusina ne ha vinte 5. La barca è stata rimessa in linea di galleggiamento. Adesso la squadra sa soffrire e sa anche vincere. E sa vincere anche partite sporche e complicate. Questo non è un dettaglio da poco. Ed è anche il miglior biglietto d’auguri per il girone di ritorno.

UEB Gesteco Cividale – Umana San Giobbe Chiusi 62-63 (16-6; 16-29; 19-19; 11-9)

Cividale Miani 4, Cassese 10, Rota 12, Mouaha, Balde, Battistini 8, Barel, Clarke 4, Pepper 19, Micalich, Nikolic 2, Dell’Agnello 3 Capo All. Pillastrini, Primo Ass. Vecchi

San Giobbe Utomi 13, Candotto, Medford 18, Bolpin 14, Braccagni, Porfilio, Martini 2, Donzelli 2, Bozzetto 7, Raffaelli, Lazzeri, Possamai 5 Capo All. Bassi, Primo Ass. Piersante, Secondo Ass. Civinini

Arbitri Nuara, Terranova, Marzulli

Nella foto (RadioSiena Tv): l’eroe di giornata Riccardo Bolpin

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 Email -- LinkedIn 0 Pin It Share 0 0 Flares ×
Consorzio di bonifica