CHIUSI FUTURA ESPRIME VICINANZA ALLA RAGAZZA CHE HA DENUNCIATO LO STUPRO E CHIEDE UNA GIORNATA DI RIFLESSIONE PUBBLICA SUL TEMA DELLA VIOLENZA SULLE DONNE

lunedì 10th, ottobre 2022 / 16:37
CHIUSI FUTURA ESPRIME VICINANZA ALLA RAGAZZA CHE HA DENUNCIATO LO STUPRO E CHIEDE UNA GIORNATA DI RIFLESSIONE PUBBLICA SUL TEMA DELLA VIOLENZA SULLE DONNE
0 Flares 0 Flares ×

CHIUSI – Sul caso di cronaca del presunto stupro all’interno della discoteca The Box in località Cardete,nella zona industriale di Chiusi e Città della Pieve, interviene il gruppo consiliare Chiusi Futura. Questo il testo di una nota affidata ai social:

“In riferimento ai fatti accaduti la scorsa settimana il Gruppo di Chiusi Futura esprime solidarietà nei confronti della vittima e ferma condanna verso ogni tipo di violenza. Sentiamo di esprimere tutta la nostra vicinanza anche alle famiglie coinvolte.
La gravità di ciò che è successo, considerando anche gli accadimenti degli ultimi mesi, porta a fare serie riflessioni sulla situazione attuale, sul disagio giovanile e sociale, su quali siano gli interventi possibili per invertire la rotta. Vorremmo proporre alla nostra Amministrazione Comunale una “GIORNATA DELLA RIFLESSIONE” dove sia possibile ascoltare ed incontrare esperti e relatori per condividere temi difficili come quello della violenza e del disagio. Vorremmo un momento di crescita e di presa di coscienza, attraverso un evento simbolico e allo stesso tempo costruttivo come quello di un incontro, magari a Teatro, per sensibilizzare la cittadinanza”.

Le Consigliere di Chiusi Futura Lucia Lelli e Francesca Capuccini

Come si può leggere il gruppo di minoranza, peraltro composto di sole donne esprime vicinanza alla ragazza che ha denunciato l’aggressione sessuale da parte del titolare del locale, arrestato dopo 3 giorni di indagini e riscontri e propone all’Amministrazione Comunale una “Giornata della riflessione” con interventi di esperti per parlare, appunto, del tema della violenza sulle donne. Una cosa simile, per intenderci a quella che l’allora sindaco Bettollini organizzò a Chiusi il 24 luglio 2018, in piazza del Duomo, dopo due morti per overdose e pochi giorni dopo l’arresto dello spacciatore che secondo gli inquirenti aveva venduto la dose letale ad un ragazzo trovato senza vita in via Oslavia.

In quella occasione il Comune prese insomma il toro per le corna, portò il problema in piazza, e lo fece chiamando come relatori esperti, medici, operatori del Sert della Asl, psicologi…

Vedremo se la giunta Sonnini accoglierà la sollecitazione delle due consigliere di Chiusi Futura. Di certi temi, più se ne parla e meglio è.

 

Nella foto: la capogruppo di Chiusi Futura Lucia Lelli

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 Email -- LinkedIn 0 Pin It Share 0 0 Flares ×