CHIUSI, BENE LA FIERA. E ANCHE I MUSEI PROPONGONO UN DICEMBRE SPECIALE

martedì 07th, dicembre 2021 / 16:26
CHIUSI, BENE LA FIERA. E ANCHE I MUSEI PROPONGONO UN DICEMBRE SPECIALE
0 Flares 0 Flares ×

CHIUSI – Sabato scorso molta gente ha salutato l’accensioone degli alberi di Natale e della grande stella in piazza Garibaldi, domenica la Fiera della Stazione ha riempito Chiusi Scalo di bancarelle e di gente. Un evento di massa che non si vedeva dalla fine del 2019 e che si è svolto in maniera disciplinata. Tutti con la mascherina, attenzione agli assembramenti e ai contatti… ma clima comunque festoso. Da ripartenza dopo due anni bui. Adesso, fino a Natale l’animazione continua nei week end, con Babbo Natale star indiscussa a calamitare i più piccoli, che poi sono stati coloro che la pandemia l’hanno sofferta di più, costretti per mesi a casa, senza scuola, senza amichetti…

Ma l’aria natalizia e di festa non si respira solo a Chiusi Scalo, anche il centro storico si sta dando da fare per regalare ad abitanti e visitatori giornate gioiose e da ricordare. Da domani 8 dicembre al 9 gennaio, per esempio il Museo della cattedrale propone un itinerario assai suggestivo con evocazioni dantesche, giusto per celebrare i 700 anni dalla morte del poeta. Un viaggio dalle “viscere dell’inferno, al purgatorio, fin su, in Paradiso, in cima alla torre campanaria…”. Il programma completo su Visitchiusi.it. 

Ma anche il Museo Nazionale Archeologico propone un Natale particolare, con eventi e visite guidate a partire da domani, 8 dicembre festa dell’Immacolata, per proseguire poi domenica 12 con un workshop di un esperto ceramista. Sabato 18, sempre per i 700 anni del sommo poeta, Lectura Dantis in cattedrale. Domenica 19 “Corsa dei Babbi Natale”, alla scoperta del territorio di Chiusi, su un percorso misto di 12 km con partenza alle ore 10,00 da Piazza del Comune.(iscrizione 20 euro); mentre per i non agonisti sarà possibile fare una bella passeggiata di 4,5 km, con parenza sempre alle 10,00 da piazza Duomo (iscrizione 10 euro)…  Alle 17,oo concerto della Corale Arcadelt di Chiusi e del Coro G. da Palestrina di Abbadia San Salvatore in cattedrale: Voci della Natività. 

Insomma, se Chiusi Scalo punta soprattutto sullo shopping e sulla nuova piazza come punto aggregante, il centro storico propone una sorta di full immersion nelle bellezze e suggestioni del luogo con visite guidate, escursioni, musica e letture, per conoscere meglio la città e il suo territorio. Iniziative per i turisti, certamente, ma anche per i chiusini e per gli abitanti dei paesi limitrofi.

Venerdì 10 dicembre, sempre nel centro storico, precisamente presso il complesso San Francesco, si terrà il Terramadre Day, evento legato al marchio Slow Food in programma in contemporanea in tutta Italia. A Chiusi nell’occasione lo chef Gianmarco Annulli de La Madia del Grillo terrà un laboratorio per grandi e piccini intitolato Pane & Olio, con merenda per tutti…  La sera cena nei ristoranti affiliati a Slow Food. Organizza la condotta di Chiusi e Montepulciano.

Il Natale si avvicina. La fine del 2021 anche. Chiusi prova a ripartire e lo fa affidandosi anche a Dante, che 700 anni fa già citava due volte la città di Porsenna, una volta indirettamente citando il monaco Graziano da Chiusi («quell’altro fiammeggiare esce del riso di Grazïan, che l’uno e l’altro foro aiutò sì che piace in paradiso.») e un’altra volta citando Chiusi come una città in decadenza e in declino al pari di Luni, Urbisaglia e Senigallia… Come ai tempi di Dante quando la città cercava di riemergere dall’impaludamento che aveva cancellato i fasti del passato, oggi Chiusi cerca una nuova identità e nuove strade per la ripresa. Dopo la pandemia che ci ha riportato tutti in un inusitato medioevo, arriverà un nuovo Rinascimento? Già crederci non è cosa da poco…

Sostieni la stampa indipendente, Sostieni primapagina
0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 Email -- LinkedIn 0 Pin It Share 0 0 Flares ×