REGIONE TOSCANA, SCARAMELLI AMMETTE ERRORI E OMISSIONI NELLA CAMPAGNA VACCINALE E SI CANDIDA A SOSTITUIRE BEZZINI

martedì 06th, aprile 2021 / 20:30
REGIONE TOSCANA, SCARAMELLI AMMETTE ERRORI E OMISSIONI NELLA CAMPAGNA VACCINALE E SI CANDIDA A SOSTITUIRE BEZZINI
0 Flares 0 Flares ×

FIRENZE – La campagna vaccinale in Toscana non riesce a decollare e continuano le polemiche su come la Regione la sta gestendo.Si parla addirittura d una commissione d’inchiesta del consiglio regionale, per verificare ritardi, errori o omissioni e correggere il tiro. E anche nella maggioranza che sostiene Giani si levano voci in tale direzione. Lo ha fatto oggi Stefano Scaramelli che in post sul suo profilo facebook, alla vigilia di un Consiglio monotematico sulle vaccinazioni in programma per domani scrive:

“Non bisogna mai aver paura della #verità. La verità è sempre maestra, ecco perché sono a favore dell’istituzione di una Commissione d’inchiesta per andare a fondo sull’analisi di quanto fatto in Toscana sui #vaccini, per analizzare errori e definire nuovi impegni da mettere in atto per migliorare. Serve tenere insieme maggioranza e opposizione con l’obiettivo di mettere in evidenza errori e lacune per non ripeterli, avanzare proposte e condividere le prossime scelte”. 

Non solo, Scaramelli non fa sconti e dice chiaramente che occorre “correggere il percorso fin qui intrapreso e ottimizzare la fase della vaccinazione massiva”, affermando che  “la Commissione potrebbe fare luce sulle criticità, definire nuove organizzazioni ed evidenziare eventuali ‘furbetti’ o ingiusti privilegi ricevuti da alcuni”. ” Non è il momento di fare attacchi ad personam, – scrive Scaramelli- serve essere uniti, abbiamo di fronte a noi mesi importanti nei quali sarà fondamentale organizzare e gestire nel miglior modo possibile le vaccinazioni. La Toscana è la Toscana. Non può commettere altri errori, deve migliorarsi”.

A questo punto però il vicepresidente del Consiglio regionale dice anche un’altra cosa: “Sono pronto a spendere anche l’esperienza maturata nella scorsa legislatura come Presidente della Commissione sanità della Regione Toscana e metterla a disposizione di tutti i colleghi qualora lo ritengano opportuno. Domani la parola passerà al Consiglio Regionale straordinario convocato d’urgenza in seduta monotematica per discutere della campagna vaccinale”. 

Quest’ultimo passaggio (anzi, il penultimo, quello sulla disponibilità a mettere sul piatto la propria esperienza) sembra essere un messaggio al governatore Giani. Una vera e propria autocandidatura a prendere n mano le redini dell’assessorato alla sanità, qualora Giani decidesse di andare verso un rimpasto di giunta, facendo saltare la testa di Simone Bezzini, da 4 settimane ormai nel mirino per una gestione della campagna vaccinale che ha fatto acqua da tutte le parti con criticità forti anche nell’accesso al Portale regionale per le prenotazioni, oltre che per i ritardi nella immunizzazione degli over 80 e delle persone fragili.

Insomma Scara scende in campo in prima persona e dà anche lui una spallata a Bezzini, sebbene dica che serve “unità”…

Vedremo cosa succederà. Ma l’ex sindaco di Chiusi non è tipo da fare mosse avventate e al buio. Se è uscito con una dichiarazione del genere, molto probabilmente è perché qualche segnale in tal senso lo ha captato ed ha intravisto una possibile strada. Quantomeno un viottolo in cui incamminarsi. Di sicuro Bezzini nonostante il Pd senese abbia fatto quadrato intorno a lui non è in una botte di ferro, per giorni e giorni i suoi post hanno ricevuto un fuoco di fila di critiche (per usare una parola soft), un mitragliamento continuo e incessante, anche da parte di elettori del centro sinistra delusi, amareggiati e – diciamolo pure – incazzati neri. E’ in difficoltà l’assessore Bezzini tanto che oltre una lunga autodifesa non ha più scritto niente dal 20 marzo, ed è praticamente scomparso dai social, forse proprio per evitare il bombardamento. O il tiro al piccione. L’ipotesi rimpasto è aleggiata più volte anche sulla stampa regionale. E forse Eugenio Giani, per uscire dall’impasse e dare un segnale di inversione di marcia, ci ha pure pensato. Domani sera ne sapremo di più.

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 Email -- LinkedIn 0 Pin It Share 0 0 Flares ×
Consorzio di bonifica