CETONA E LA PAURA DEL COVID: SE IL SINDACO INVITA ALLA DELAZIONE…

martedì 01st, settembre 2020 / 11:40
CETONA E LA PAURA DEL COVID: SE IL SINDACO INVITA ALLA DELAZIONE…
0 Flares 0 Flares ×
CETONA – La ripresa dei contagi da covid 19 con l’imminenza dell’apertura delle scuole consiglia prudenza e attenzione, e naturalmente rispetto delle regole di comportamento individuale e collettivo. Giusti anche certi richiami o le sospensioni d attività che avrebbero potuto generare assembramenti incontrollati, come ha fatto il sindaco di Chiusi per le cene di Sbottegando e un evento musicale a Chiusi Città, sabato scorso… Meglio aver paura che buscarne, anche se questo comporta sacrifici e amarezza…
Ma c’è anche chi va oltre.
“I numeri dei nuovi contagi, nonché le loro caratteristiche, ci dicono che ancora in questo momento l’emergenza riguarda i RIENTRI DALL’ESTERO e DALLE VACANZE, comprese vacanze in altre parti d’Italia.
Si ribadisce dunque l’invito a CONTATTARE il Sindaco in caso di rientro dall’estero o da luoghi di vacanza in altre parti d’Italia, al numero 3408274540, all’email sindaco@comune.cetona.si.it o su Messenger di Facebook.
Si conferma anche l’invito a SEGNALARE al Sindaco casi di rientri dall’estero o da luoghi di vacanza in altre parti d’Italia, anche nel caso in cui non siamo direttamente interessati ma ne siamo a conoscenza, cosicché che le persone interessate possano essere guidate e informate nell’esecuzione delle misure di sicurezza. Ribadiamo che è assolutamente necessaria la collaborazione di tutti, sia delle persone direttamente interessate dai rientri che di coloro che sono a conoscenza di casi di rientro. Per il bene di tutti”. 
Questo lo ha scritto in un comunicato ufficiale il sindaco di Cetona Roberto Cottini che ha pubblicato la nota anche sul profilo facebook Roberto Cottini sindaco.
Insieme all’invito ad informare il sindaco del proprio rientro dalla vacanze all’estero o in altre parti d’Italia, l’appello contiene anche un vero e proprio “invito alla delazione”. Cioè a segnalare casi di rientro di cui uno viene a conoscenza. Cioè, detto in soldoni, io, cittadino cetonese dovrei segnalare al sindaco non solo il mio rientro da una vacanza, ma anche quello di un conoscente, di un vicino di casa, di un amico… “Guardi Sindaco, che tizio è appena tornato da Rimini e la signora che abita in via…  è appena rientrata da Follonica…  Sua figlia è stata addirittura in Puglia con il fidanzato!”
Va bene la cautela, va bene la collaborazione, ma che un cittadino debba mettersi a fare la spia sulle vite degli altri come gli agenti della Stasi, ci sembra francamente troppo. Il sindaco cetonese Cottini di mestiere fa l’avvocato e dovrebbe aver ben presenti i limiti della cosiddetta convivenza civile. In questo caso sembra essersi fatto prendere un po’ la mano dal “legalismo”. Perché qui siamo un po’ oltre. Più oltre come dice Manfredi, nel film  C’eravamo tanto amati…
Qui si chiede ai cittadini di fare i guardiani della rivoluzione, la polizia politica… Ci manca solo che vengano stabilite delle taglie e premi in denaro per chi fa beccare qualcuno che non si era segnalato…
Il Covid ha fatto e sta facendo danni pesantissimi sul piano sanitario e su quello economico, sta cambiando le abitudini di vita delle persone, il modo di lavorare, sta modificando le relazioni sociali, e anche lo sport e la cultura, gli eventi… Ma a Cetona sembra stia incidendo anche sul modo di governare.
L’invito alla delazione, nel classico Stasi Style ancora nessuno lo aveva fatto, anche se durante il lockdown c’era chi appostato dietro la finestra annotava tutti i runners e i ciclisti che passavano e pure tutti quelli che portavano il cane a pisciare e non solo a Cetona.
Cetona a dire il vero, anche per la presenza ormai storica di tante persone di fuori, ha una forte tradizione di accoglienza, di tolleranza, di apertura al mondo. Adesso chi governa la cittadina, per cautela, invita i cittadini stessi a tenersi d’occhio e a riferire al sindaco eventuali spostamenti dell’uno e dell’altro, come se tutti fossero dei sospetti. Qualcuno è impazzito.
0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 Email -- LinkedIn 0 Pin It Share 0 0 Flares ×
Consorzio di bonifica