DOPO LA SOSTA FORZATA (E DUE SCONFITTE) IL CHIUSI CERCA IL RISCATTO, TURNO ABBORDABILE PER GLI AUTARCHICI

giovedì 21st, novembre 2019 / 20:21
DOPO LA SOSTA FORZATA (E DUE SCONFITTE) IL CHIUSI CERCA IL RISCATTO, TURNO ABBORDABILE PER GLI AUTARCHICI
0 Flares 0 Flares ×

CHIUSI – Domenica scorsa, il maltempo ha fatto saltare 4 partite del girone B del campionato di Promozione. Uno stillicidio. Tra i match rinviati anche quello tra Soci Casentino e Chiusi. Con i biancorossi che forse hanno tirato un sospiro di sollievo. Venivano infatti da due sconfitte consecutive, entrambe per 3-0, una in casa con il Firenze Ovest e una fuori a San Quirico d’Orcia. Due schiaffi, anzi 6, di quelli che fanno male. Perché presi senza ridarne nemmeno uno.

Eppure nella gara precedente il Chiusi aveva vinto: 3-1 in casa contro l’Asta Taverne, con una tripletta del giovanissimo americano della Hawai Fernandez, che si portò a casa il pallone. Ma anche quella vittoria era arrivata dopo un’altra sconfitta: 2-0 in casa della Castiglionese.

Campionato strano quello del Chiusi. Partenza sprint con vittoria esterna a Dicomano, poi sconfitta in casa con la Chiantigiana, pareggio a Pontassieve, nuovo tonfo casalingo contro il Mazzola Valdarbia e due vittorie consecutive a Rufina (01, gol di Maresi) e contro la Bucinese al Comunale “Frullini” (doppietta di Bernardini e gol di Di Francesco e Rihani). Totale 10 partite disputate, 4 vittorie (due in casa e due fuori), un pareggio (fuori) e 5 sconfitte (3 in casa e 2 fuori). I punti sono 13, 7 fatti fuori casa e 6 in casa. La posizione in classifica il 9° posto, a 6 punti dalla zona play off e a 4 dalla zona calda dei play out. Insomma la squadra sembra andare leggermente meglio in trasferta. Ma sembra non aver trovato una direzione di marcia, una continuità di rendimento e risultati.

Le ultime due partite disputate, prima dell’ultima rinviata, sono state due debacle. Segnale preoccupante, anche perché la prossima gara vedrà i biancorossi impegnati tra le mura amiche, ma contro una compagine forte come la Castelnuovese che è sesta, con 18 punti, 5 in più del Chiusi (ma ha una partita in più). Una Castelnuovese che arriva da tre vittorie consecutive. Domenica scorsa ha vinto 4-3 sul campo del Cortona Camucia. Nei due precedenti incontri ha battuto il Pratovecchio in casa (1-0) e il Soci Casentino fuori casa (1-2). La Castelnuovese è una delle squadre più in forma del momento, un pessimo cliente insomma per il Chiusi, che invece viene da un periodo piuttosto buio. La classifica non è brillantissima, ma nemmeno terribile. C’è ancora tempo e spazio per recuperare terreno e sperare almeno di centrare i play off. Anche se nessuno lo ha dichiarato come obiettivo.

Dieci partite giocate anche per l’Asd Città di Chiusi, in Seconda Categoria. Gli Autarchici sono messi leggermente peggio in classifica: 11 punti e un piede sull’orlo della zona pericolosa, dove annaspa anche il Cetona 1928. Nell’ultimo turno hanno perso sia il Città di Chiusi che il Cetona. Gli autarchici sono stati battuti in casa dalla Virtus Asciano (0-1). Nel turno precedente invece avevano riportato una bella vittoria, espugnando il campo del Piancastagnaio (2-3).  Sembra avere una marcia in più l’Atletico Piazze che è andato a vincere 4-1 a Trequanda e adesso è quinto in classifica con 18 punti. Campionato un po’ anonimo quest’anno per la seconda formazione chiusina che come la squadra di Promozione, non riesce a trovare continuità e alterna buone prestazioni e buoni risultati a cadute e scivoloni. Anche in questo caso nulla è compromesso.  Domenica prossima gli Autarchici dovranno vedersela con il Buonconvento, fuori casa. Ma il Buonconvento è ultimo in classifica con soli 6 punti. L’occasione per mettere tre punti in carniere è abbastanza ghiotta. Il Cetona va ad Asciano e sarà dura. L’Atletico Piazze ospiterà l’Acquaviva: bella gara.

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 Email -- LinkedIn 0 Pin It Share 0 0 Flares ×
Consorzio di bonifica