“DOVE E’ FINITO LO ZIO COSO”, SABATO 26 AL MASCAGNI UNO SPETTACOLO PER IL GIORNO DELLA MEMORIA

mercoledì 23rd, gennaio 2019 / 17:28
“DOVE E’ FINITO LO ZIO COSO”, SABATO 26 AL MASCAGNI UNO SPETTACOLO PER IL GIORNO DELLA MEMORIA
0 Flares 0 Flares ×

IN SCENA GIANNI POLIZIANI E ALESSANDRO WALDERGAN, REGIA DI MANFREDI RUTELLI.

Chiusi — Secondo appuntamento della stagione invernale al Mascagni di Chiusi, sabato 26 gennaio alle ore 21,15. Ed è anche un appuntamento con la storia. Anzi con la memoria. Per la precisione con il Giorno della Memoria. Lo in cartellone è infatti  un richiamo alla ricorrenza istituita dalla nazioni Unite nel 2005, il 27 gennaio di ogni anno, in ricordo della vittime dell’Olocausto.

La piece che andrà in scena al Mascagni si intitola “Dov’è finito lo zio Coso” ed è un libero adattamento teatrale del romanzo  “Lo zio Coso” dello scrittore fiorentino, di origine ebraica Alessandro Schwed. E lo spettacolo e anche un doppio ritorno sul palco del teatro chiusino. Quello di Gianni Poliziani che per una sera tornerà a vestire i panni dell’attore, ora che è direttore artistico del Mascagni e quello di Manfredi Rutelli che il direttore artistico lo ha fatto fino al 2013 e nell’occasione è il regista. Con Poliziani, in scena, ci sarà anche Alessandro Waldergan. 

La piece è il racconto irriverente e grottesco della discesa nell’oblio… e sulla faticosa risalita dal fosso della dimenticanza, che è uno dei rischi perenni della storia e della condizione umana. Il protagonista vive infatti in un paradosso, come se la Seconda Guerra Mondiale, con la Shoa, i campi di sterminio, le bombe, le distruzioni, i rastrellamenti, la resistenza e tutto il testo, non ci fosse stata. Tutto ciò pone allo spettatore una riflessione profonda sulla necessità di non dimenticare…

Alle ore 18,00 di sbato 26, attorie regista incontreranno il pubblico nel foyer del teatro di Chiusi, nel format ATUPERTU, che introdurrà alla visione dello spettacolo.

È possibile acquistare il biglietto negli uffici della Fondazione Orizzonti d’Arte, aperti dal lunedì al venerdì, dalle 10:00 alle 13:00, la mattina, e dalle 14:30 alle 17:00 il pomeriggio, oppure online su www.ciaotickets.com.

Le informazioni sui biglietti possono essere reperite scrivendo a biglietteriaorizzonti@gmail.com o chiamando al 345 9345475.

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 Email -- LinkedIn 0 Pin It Share 0 0 Flares ×