IL CHIUSI VINCE AD ALBINIA E VEDE I PLAY OUT. GLI AUTARCHICI E QUEL RIGORE DURATO 7 MINUTI…

lunedì 24th, marzo 2014 / 13:00
IL CHIUSI VINCE AD ALBINIA E VEDE I PLAY OUT. GLI AUTARCHICI E QUEL RIGORE DURATO 7 MINUTI…
0 Flares 0 Flares ×

CHIUSI – Vince il Chiusi di Eccellenza nella delicata trasferta di Albinia, i biancorossi si impongono per 1 a 0 portando così il distacco dallo stesso Albinia, penultimo in classifica, a 5 punti. Con questa vittoria il Chiusi vede avvicinarsi la possibilità dei play-out, fatto di non poco conto, perchè solo qualche giornata fa i lacustri sembravano destinati alla retrocessione diretta. La Classifica vede ora il Calenzano, sconfitto 4 a 1 dal Figline, ultimo con 21 punti, l’Albinia a 22, il Chiusi a 27 e la Bucinese, la virtuale avversaria dei biancorossi nei play-out, a 35. Prossimo turno casalingo contro il Calenzano.

Tre punti anche per l’A.S.D. Città di Chiusi che vince in scioltezza contro il San Miniato, fanalino di coda. Partita non eccelsa, che verrà ricordata più per lo show dell’arbitro che per il gioco espresso dalle due squadre. Allo scadere del primo tempo infatti, viene concesso un rigore per i padroni di casa in seguito all’atterramento in area di Giulio Ferretti, rigore dubbio, che ha fatto riflettere anche il direttore di gara, visto che l’ha fischiato qualche secondo dopo, ma non è questo il gesto che passerà agli annali. Si presenta sul dischetto Feri, è tutto pronto, quando l’arbitro si accorge che il dischetto è troppo vicino alla porta. Nello stupore generale, il direttore di gara esclama: “Portatemi un metro per misurare la distanza del dischetto oppure sospendo la partita, avete un quarto d’ora!”. Parte la ricerca della fettuccia dalla quale dipendono le sorti dell’incontro, quando viene trovata, più o meno 5 minuti dopo il fischio della massima punizione, l’arbitro misura e effettivamente il dischetto era un metro e mezzo in avanti. Rientra tutto nella normalità e Feri trasforma impeccabilmente spiazzando il portiere. Nell’intervallo verrà misurata anche la distanza del dischetto nell’altra area, con il medesimo responso. Un episodio che fa pensare al “rigore più lungo del mondo” del romanzo di Osvaldo Soriano. Davvero calcio d’altri tempi… Nel secondo tempo raddoppio del difensore goleador Santoni che insacca sugli sviluppi di un corner. Poche altre emozioni, a parte la girandola di cambi che ha coinvolto la formazione biancorossa. Prossima partita contro l’Acquaviva, ennesimo derby.

Lorenzo Trabalzini

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 Email -- LinkedIn 0 Pin It Share 0 0 Flares ×
, , ,
Consorzio di bonifica