IL CENTRO SINISTRA SI RIPRENDE PERUGIA: VITTORIA “DADA” FERDINANDI PRIMA SINDACO DONNA DELLA CITTA’

IL CENTRO SINISTRA SI RIPRENDE PERUGIA: VITTORIA “DADA” FERDINANDI PRIMA SINDACO DONNA DELLA CITTA’
0 Flares 0 Flares ×

E’ UNA BUONA NOTIZIA ANCHE PER LE BATTAGLIE SU ALTA VELOCITA’ E COLLEGAMENTO STRADALE PERUGIA-CHIUSI

Il centro sinistra si riprende Perugia. Al ballottaggio ha vinto Vittoria Ferdinandi con 40.969 voti parti al 52,12%. La candidata del centro destra Margherita Scoccia si è fermata alla quota del primo turno: 47,88%, anzi anche un po’ sotto. Voti, in termini assoluti 37.389. Differenza 3.580 voti, che non sono pochissimi (4,24%). Vittoria Ferdinandi, classe 1987, sarà la prima donna sindaco di Perugia. Lo sarebbe stata anche Margherita Scoccia se avesse vinto lei. Stavolta centro destra e centro sinistra si sono sfidati con due candidature femminili e la campagna elettorale – questo si può dire senza tema di smentita – ha registrato una partecipazione e un entusiamo che nel capoluogo umbro non si vedevano da tempo. Va anche detto che la destra tutto sommato gentile e moderata impersonata per dieci anni dal sindaco uscente Romizi , è stata praticamente sostituita da una destra più “cattiva” e astiosa nei toni e negli argomenti, in perfetto stile meloniano e la stessa Scoccia si è fatta un po’ trascinare in una campagna aspra che non le ha evidentemente giovato. Vittoria Ferdinandi al ballottaggio ha raccolto buona parte dei voti che al primo turno erano andati ad altri candidati (come Monni, Caponi e Baiocco). Ha puntato molto sull’orgoglio perugino, sulla voglia di tornare a parlare con la gente e tra la gente, la nuova sindaca di centro sinistra, che,  caso abbastanza raro, il “campo largo” lo ha messo in piedi davvero. Non a caso la campagna elettorale l’ha chiusa davanti al monumento del Frontone che ricorda la resistenza perugina alle truppe francesi e papaline il 20 giugno del 1859. Simbolo appunto dell’orgoglio e dell’autonomia che Perugia ha sempre rivendicato anche verso i suoi “padroni” da sempre. E questo mentre la rivale Scoccia faceva appello alle pulsioni più oltranziste, retrive e oscurantiste del mondo cattolico…

Per questo territorio, inteso come area del Trasimeno, Valnestore e Valdichiana, l’elezione di Vittoria Ferdinandi può essere importante perché da un lato riavvicina politicamente il comune capoluogo di regione alla maggior parte dei comuni della zona lacustre e dall’altro può riaprire il ragionamento sulle infrastrutture, dalla stazione in linea per l’alta velocità al collegamento stradale Perugia-Chiusi tramite Pievaiola e adeguamento della strada provinciale del Fornello. La destra, nonostante qualche timida apertura di Romizi, in questi anni e anche negli ultimi mesi, quando il dibattito sull’alta velocità è diventato rovente, ha sempre guardato da tutt’altra parte, sia per la strada che per la ferrovia, allineandosi con l’assessore regionale Melasecche e la governatrice Tesei ad ogni ipotesi, compresa quella della stazione volante a Creti-Farneta, cioè in mezzo al nulla e a più di 50 km da Perugia, purché non si parlasse di Chiusi.  Adesso a Vittoria Ferdinandi servirà qualche giorno, forse qualche settimana, per smaltire le fatiche della campagna elettorale, per riprendere la voce che ha perso in decine di comizi, per ambientarsi nelle stanze del Comune, ma appena avrà preso le misure dovrà essere – gioco forza – una interlocutrice privilegiata, perché senza il peso specifico di Perugia le battaglie portate avanti dal Comitato Opzione zero, da questo giornale, da molti sindaci e amministratori locali, faranno fatica a trovare soluzione. L’affermazione di Vittoria Ferdinandi rompe anche il “cerchio magico destrorso” che si era creato tra i comuni di Perugia, Siena e Arezzo, tutti a guida centro destra. Adesso una breccia è stata aperta e può diventare una voragine: in autunno gli umbri torneranno alle urne anche per eleggere il presidente della Regione. A Donatella Tesei, che Salvini vorrebbe ricandidare per il centro destra,  fischieranno e le orecchie… Il vento potrebbe soffiare da oggi in un’altra direzione.

Nella foto (Perugia Today): Vittoria Ferdinandi davanti al monumento di Borgo XX Giugno a Perugia.

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 Email -- LinkedIn 0 Pin It Share 0 0 Flares ×
Consorzio di bonifica
Mail YouTube