DAL 24 LUGLIO AL 3 AGOSTO: VENTO D’AFRICA E SUONI DI PACE A TRASIMENO BLUES

mercoledì 16th, luglio 2014 / 18:11
0 Flares 0 Flares ×

Dopo la straordinaria anteprimadi ieri sera alla Rocca del Leone di Castiglione del Lago, con il “Desert blues” dei Tinariwen, si avvicina l’apertura del Trasimeno Blues Festival, la ormai tradizionale rassegna itinerante che per 10 giorni, dal 24 luglio al 3 agosto, proporrà23 concerti “dal tramonto all’alba” in 13 palcoscenici diversi: Castiglione del Lago, Città della Pieve, Magione, Paciano, Passignano sul Trasimeno e Tuoro.
Soffia vento d’Africa quest’anno a Trasimeno Blues: così la musica Tuareg, il blues del Sahara echeggerà di nuovo con  i maliani Tamikrest con la loro coinvolgente fusione di musica tradizionale Touareg, Blues, Rock, Psychedelia, Dub e Funk  e il fenomeno dell’anno, il virtuoso chitarrista nigerino, anch’egli di etnia Touareg, Bombino.
Altro imperdibile evento di World Music domenica 27 luglio a Castiglione del Lago con lo straordinario progetto “Playing For Change” che, dopo aver riempito gli stadi di tutto il mondo, approda finalmente in Italia in versione live: un super show che riunisce musicisti provenienti da diversi paesi, culture ed etnie, insieme sullo stesso palco per un unico messaggio di pace attraverso la musica.playing for change
Non mancano numerosi appuntamenti 100% Blues! Tra i concerti in prima serata: il Chicago, Delta e West Coast Blues di Big Daddy Wilson e di Kirk Fletcher con Guitar Ray & The Gamblers; il Folk/Blues di Ian Siegal & Mike Sponza Band, le suggestive atmosfere di New Orleans tra Delta Blues, Ragtime e Southern Gospel di Luke Winslow King; l’esplosivo Funk/Soul di Leroy Emmanuel; il coinvolgente Rythm’n’Blues della Johnny Mars Band; l’intenso Soul del talentuosissimo Luca Sapio; il Downhome Blues del finalista italiano all’European Blues Challenge 2014 Marco Pandolfi.
Per i concerti pomeridiani è riservato grande spazio al meglio del Blues acustico italiano ed internazionale mentre gli appuntamenti della mezzanotte sono tutti a ritmo di Funk, Rhythm’n’Blues, Nu-Blues, Electro, Afrobeat.

Ovviamente l’atmosfera del Lago Trasimeno e delle sue colline farà come sempre il resto, conferendo al Festival del Blues un carattere molto particolare e piacevolisimo.  E anche quest’anno, c’è da scommetterci, il pubblico sarà numeroso ed entusiasta di scoprire musicisti che non è facile vedere e ascoltare sulla scena italiana. Il factotum della manifestazione Gianluca Di Maggio  è un maestro assoluto nello scovare e portare al suo festival musicisti magari sconosciuti ai più, ma straordinari e protagonisti di storie ed esperienza di grande spessore.

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 Email -- LinkedIn 0 Pin It Share 0 0 Flares ×