SENTIERO DELLA BONIFICA, SCARAMELLI ANNUNCIA: D’ORA IN POI L’ERBA LA TAGLIAMO NOI

martedì 24th, giugno 2014 / 12:42
SENTIERO DELLA BONIFICA, SCARAMELLI ANNUNCIA: D’ORA IN POI L’ERBA LA TAGLIAMO NOI
0 Flares 0 Flares ×

CHIUSI – Il  SENTIERO DELLA BONIFICA è senza dubbio uno degli elementi più “attrattivi” del territorio per gli appassionati del turismo dolce ed è anche luogo molto frequentato dagli abitanti della zona che amano passeggiare, camminare e andare in bicicletta. Purtroppo però il Sentiero è spesso a tratti impraticabile: erba alta, pozze d’acqua che rimangono per giorni, dopo le piogge, buche causate dalle nutrie ecc… L’erba, in particolare cresce alla svelta e richiede un taglio continuo.

In seguito alle numerose segnalazioni e ai “reclami” degli utenti, il sindaco di Chiusi Scaramelli ha deciso di prendere il toro per le corna e, da convinto “politico del fare”,  Renzi-Style, ha acquistato come Comune un apposito mezzo e d’ora in poi saranno gli operai del Comune a provvedere alla manutenzione, almeno del tratto chiusino del percorso che va da Chiusi Scalo fin quasi al lago di Montepulciano…

“Tra provincie, consorzi, unioni dei comuni…chi più ne ha più ne metta! Non se ne po più. Da oggi il Sentiero della Bonifica lo puliamo da noi come Comune di Chiusi! Abbiamo acquistato un mezzo idoneo a saranno i nostri operai a rendere agibile il percorso. Si fa da noi! #sitaglia!”, questo il messaggio via facebook diffuso questa mattina da Scaramelli.

Toni spicci, grammatica così così, e fotografia del “mezzo idoneo”, per sottolineare che la notizia non è un annuncio, ma un fatto concreto. E che lui e i suoi non friggono con l’acqua..

Scaramelli, che non è nuovo a campagne contro i “carrozzoni” e la politica delle lungaggini, non solo ha voluto così dimostrare la sua “operatività”, ma ha anche voluto lanciare un messaggio ai suoi colleghi, affinché facciano altrettanto nei tratti di loro competenza.

Sull’ordinaria amministrazione il sindaco di Chiusi, in questi 3 anni di legislatura, ha segnato diversi punti nel suo pallottoliere (marciapiedi, spazi verdi, giochi per bambini, posteggi, illuminazione, riparazione tempestiva di guasti…), è sul “progetto di città”, sulla strategia di lungo respiro che in 3 anni non ha detto e fatto quasi nulla.

Ben venga quindi il mezzo idoneo per tagliare l’erba sul Sentiero della Bonifica. Ben venga la decisione di fare da soli per evitare conflitti di competenze e ritardi. Il problema è che questo “coraggio” e questa determinazione operativa, Scaramelli & C. finora  le hanno dimostrate solo in alcune circostanze e solo verso alcuni “carrozzoni”.

Sulla vicenda nichel, sulla gestione del depuratore Bioecologia (che coinvolge Sienambiente), sulla vicenda stadio, sul centro merci, per esempio ha prevalso un atteggiamento diverso…  E non perché a Scaramelli piace giocare coi trattori (si fece fare anche una foto sulla ruspa, ricordate?), meno con il Monopoli e il piccolo chimico…

 

 

 

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 Email -- LinkedIn 0 Pin It Share 0 0 Flares ×
Consorzio di bonifica