VOLLEY, IL SINDACO SCARAMELLI REPLICA A BISOGNO: “BENE PUNTARE ALLA SERIE A, MA SI DOVRA’ GIOCARE A CHIUSI, NON A SIENA!

venerdì 18th, aprile 2014 / 10:36
VOLLEY, IL SINDACO SCARAMELLI REPLICA A BISOGNO: “BENE PUNTARE ALLA SERIE A, MA SI DOVRA’ GIOCARE A CHIUSI, NON A SIENA!
0 Flares 0 Flares ×

IL PRIMO CITTADINO SPIEGA COME INTENDE REALIZZARE IL NUOVO PALASPORT AL POSTO DELLO STADIO...

CHIUSI –  Non si  è fatta attendere la risposta del sindaco di Chiusi Stefano Scaramelli alla dichiarazione del presidente della Emma Villas Gian Marco Bisogno, sulla possibilità che la squadra, una volta fatto il salto di categoria, possa andare a giocare a Siena. Per il primo cittadino, Chiusi “deve diventare una cittadina modello per lo sport e la serie A, se la Emma Villas ci arriverà, si deve giocare a Chiusi e non a Siena…”.

“Le nostre scelte – dice Scaramelli – vanno in questa direzione.  Ristrutturare il vecchio stadio e destinarlo al calcio facendoci il manto in erba sintetica per consentire a tutte le squadre chiusine di giocare lì,  mantenendo anche il ‘campo marrone’ adiacente ad uso del calcio. Trasformazione dell’area della Pania in una cittadella dello sport dove possa trovare spazio una piscina e un grande palazzetto omologabile per la serie A,  dove il comune cofinanzierà l’iniziativa del privato che lo vorrà gestire e realizzare. Di fatto – continua il sindaco – l’opera è finanziata dai 60.000 euro annui che daremo per 30 anni, fondi che verranno dal fotovoltaico.  Insomma un nuovo palasport pronto per la serie A tra due anni, destinando l’ attuale palazzetto a tutto il settore giovanile ed alle squadre satelliti. Un palasport alla Pania che servirà anche per grandi eventi o meeting, con area verde esterna per podismo e per chi ama altri sport. Il bando che andremo a pubblicare entro fine mese prevederà queste caratteristiche.  Nel frattempo estingueremo il mutuo residuo dello stadio con la cassa depositi e prestiti. La serie A va portata a Chiusi! Senza gravare sui cittadini ma facendo della nostra città un modello di città dello sport in qualità per grandi a piccini. Proviamoci! “. Stefano Scaramelli sottolinea infine che le scelte del Comune sono anche in sintonia con il risultato del sondaggio fatto nei giorni scorsi da Primapagina a proposito del che fare nell’area sportiva della Pania: “Una volta tanto la pensiamo come primapagina e i suoi lettori”.

E se Gian Marco Bisogno aveva bisogno di un messaggio da parte dell’Amministrazione Comunale,  l’ha avuto. Se la “sparata” sulla possibilità di giocare a Siena serviva a questo, l’obiettivo è stato raggiunto. Se invece il problema è diverso ed è quello del “bacino di utenza” che Chiusi e dintorni non potranno mai garantire, allora è un altro discorso.  E non c’è palazzetto che tenga. Perché il nodo sarebbe come riempirlo…

Intanto oggi e domani si gioca la Final Four di Coppa Italia di B2. In campo, insieme alla Emma Villas Chiusi le squadre di Montecchio (Vi), Novi Ligure (Al) e Lagonegro (Pz). Prove generali di grande volley. Chiusi proverà a dimostrare che può avere anche un grande pubblico.

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 Email -- LinkedIn 0 Pin It Share 0 0 Flares ×
, , ,
Consorzio di bonifica
Mail YouTube