CHIUSI, DOPO PASQUA IL VIA AI LAVORI PER IL MEGA POSTEGGIO DI PORTA LAVINIA

martedì 08th, aprile 2014 / 13:00
CHIUSI, DOPO PASQUA IL VIA AI LAVORI PER IL MEGA POSTEGGIO DI PORTA LAVINIA
0 Flares 0 Flares ×

CHIUSI – Partiranno dopo Pasqua i lavori per la realizzazione, o meglio la risistemazione, del posteggio di Porta Lavinia a Chiusi Città: 250 posti auto a ridosso del centro storico, per una spesa di 600 mila euro.  Un intervento atteso da decenni e anche una delle “promesse” della giunta Scaramelli.  

“Il centro storico della nostra città –dichiara il sindaco Stefano Scaramelli – ha sempre sofferto la mancanza di un vero parcheggio e quindi sono soddisfatto di poter dire che finalmente a breve questo non sarà più un problema. Questa struttura cambierà il volto di Chiusi perché offrirà un servizio essenziale al turista durante i grandi eventi e al cittadino durante tutto l’anno. Il nuovo parcheggio rappresenterà una vera e propria vetrina elegante ed accogliente in linea anche con le esigenze ad esempio della grande azienda che si è insediata al Palazzo delle Logge e che ha portato 40 lavoratori nella nostra città oppure della nostra Banca che ha deciso di stabilire la sede centrale proprio nel nostro centro storico. Come ci piace fare, quindi, senza annunci o proclami dalle parole siamo passati ai fatti e senza lamentarci per la mancanza di denaro o per la difficile situazione economica ci siamo, con grande umiltà, messi a lavoro ed abbiamo trovato forza e capacità nel nostro bilancio comunale che infatti coprirà, grazie alla propria solidità, l’intero costo del progetto. Tutto questo rappresenta bene il nostro nuovo modo di amministrare che guarda al presente, ma con lo sguardo rivolto verso il futuro perché siamo convinti che Chiusi abbia tutte le carte per diventare ancor più di oggi una grande città ed un vero punto di riferimento per tutta la provincia di Siena e non solo.”
Il progetto che prevede oltre ad un parcheggio a raso con relativo livellamento del terreno anche un nuovo tratto di rete fognaria per la regimazione delle acque piovane, una sistemazione delle aree verdi, la realizzazione di una recinzione ed altre opere per garantire una facile manutenzione e fruizione è stato affidato, dopo regolare bando al quale hanno partecipato molte aziende del territorio e non solo, alla ditta Maccari di Città della Pieve con un ribasso d’asta di oltre il 34%. Via di accesso dedicata al nuovo parcheggio sarà l’attuale via Longobardi che infatti è già stata ripulita dagli operai del Comune di alcune piante ormai vecchie e malandate aprendo così lo sguardo al meraviglioso paesaggio che spazia per tutta la vallata sottostante fino al lago di Chiusi ed oltre. A dare maggiore valore e risalto alla nuova struttura anche la Domus Romana (imponente villa romana di recente oggetto di scavi e restaurata) che a breve sarà inaugurata e resa fruibile a cittadini e turisti e che è situata  proprio lungo la via di ingresso al parcheggio. Nulla si sa invece del futuro del grande complesso degli ex macelli comunali e dell’antico lavatoio adiacenti all’area del posteggio. Il complesso, acquistato da privati ormai diversi anni fa, avrebbe dovuto essere riconvertito ad uso residenziale , ma a tutt’oggi langue in stato di abbandono. L’area dei lavatoi è stata ripulita e illuminata, ma la struttura è fatiscente e a rischio di crollo. Se il posteggio sarà la porta di ingresso alla città, i ruderi non sono invece un bel biglietto da visita e non depongono a favore di una città che fa (o vuole fare) della tutela del suo patrimonio una bandiera. Insomma, se dopo il parcheggio si mettesse mano anche agli ex macelli e ai lavatoi non sarebbe male.

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 Email -- LinkedIn 0 Pin It Share 0 0 Flares ×
Consorzio di bonifica