PERUGIA ASSEDIATA DA SPACCIATORI E MALVIVENTI? IL PRC: “SI COMINCI A COLPIRE GLI AFFITTI IN NERO”

venerdì 13th, settembre 2013 / 15:52
PERUGIA ASSEDIATA DA SPACCIATORI E MALVIVENTI? IL PRC: “SI COMINCI A COLPIRE GLI AFFITTI IN NERO”
0 Flares 0 Flares ×

Rifondazione propone una task force per ripristinare legalità e sicurezza

PERUGIA –  Piazze occupate militarmente dagli spacciatori e quindi off limits per i cittadini, interi quartieri del centro storico degradati e abitati solo da immigrati, un declino sociale ed economico evidente e il problema sicurezza e ordine pubblico diventato una priorità. Nel capoluogo umbro, descritto come una delle capitali europee della droga, si discute a fondo su come “riconquistare” la città e su come invertire la rotta imboccata negli ultimi anni…

Rifondazione comunista, per esempio, una sua idea ce l’ha. Ed è una “idea forte di legalità e di rispetto delle regole, un’idea appunto di sicurezza democratica e partecipata”. Comincia così un intervento di Enrico Flamini segreterio provinciale del Prc di Perugia,  che poi però va oltre l’enunciazione di principio e indica anche un passaggio molto concreto:  una task force contro gli affitti in nero, che favoriscono oggettivamente l’occupazione della città da parte della criminalità.

Parte da una constatazione, Flamini, per arrivare alla sua proposta: “Esiste una vera e propria piaga a Perugia che denunciamo da tempo: gli ‘affitti in nero’. Proprietari senza scrupoli – afferma Flamini – non solo impongono condizioni capestro agli studenti universitari e ai lavoratori migranti, ma favoriscono di fatto l’insediamento in città della microcriminalità che si caratterizza per reati quali lo spaccio o lo sfruttamento della prostituzione mettendo a rischio cittadini e attività commerciali.  In questa situazione Perugia, città universitaria, città dell’accoglienza, rischia sempre più di subire attacchi mediatici e certa criminalizzazione becera ed opportunista che colpisce inevitabilmente tutta la nostra regione. Per questo proponiamo che Regione, Provincia e Comune, insieme alle forze dell’ordine, agli enti periferici dello Stato (Agenzia delle Entrate), alle società di servizio (Umbria Acque, Enel), all’Università, ai sindacati e alle associazioni di cittadini e commercianti, diano vita ad una vera e propria task force contro gli affitti in nero, un’attività di controllo capace non solo di ristabilire la legalità, ma di recuperare anche una parte consistente di evasione delle imposte”.  Secondo il segretario del Prc perugino, “il fenomeno è un danno enorme per la collettività sia da un punto di vista sociale che economico. Ecco perché crediamo che questa sia una proposta concreta e percorribile da subito per iniziare a dare risposte reali e visibili all’insicurezza dei cittadini”.

 

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 Email -- LinkedIn 0 Pin It Share 0 0 Flares ×
Consorzio di bonifica
Mail YouTube